USA MALE PRODOTTO INDOTTO

NOI CI FACCIAMO SCHIFO DA SOLI! ] [ rOTHSCHILD deo pluto giudaico massoni, usurai banchieri Bildenberg, ex comunisti culto, hanno spezzato la dignità e la identità del popolo italiano per sempre! NOI CI FACCIAMO SCHIFO DA SOLI!

ECCO PERCHé IL SISTEMA MASSONICO HA BISOGNO DI REALIZZARE LA GUERRA MONDIALE! ] poi, le difficoltà politiche si possono creare: perché Rothschild rimanga sempre innocente circa ogni Olocausto! [ lo Stato massonico ITALIANO, alto tradimento, violando la Costituzione: si indebita con SpA Rothschild BANChe CENTRALI, per comprare i soldi ad interesse da Rothschild, poi, pretende tasse assurde dai cittadini, e mio suocero di 80 anni: a sua volta, si deve indebitare con le banche: per pagare le tasse, che lo Stato pretende: perché a sua volta: si è indebitato con Rothschild! QUANDO COSTANO A MIO SUOCERO DI 80 ANNI QUESTE TASSE?

Occidente ha bisogno della Russia per affrontare le sfide globali. CHE GLI USA HANNO PRODOTTO, ED INDOTTO!  interessante molto interessante! ]  Putin: i "vincitori" della guerra fredda hanno deciso di rifare il mondo per se stessi
Sembra che i "vincitori" della guerra fredda abbiano deciso di rifare il mondo per se stessi, ha detto il Presidente russo Vladimir Putin, commentando la politica degli Stati Uniti.
Il leader russo è convinto che non bisognava rompere il meccanismo di "contenimenti e contrappesi", che nei decenni precedenti si formava in modo abbastanza difficile, a volte doloroso.
Secondo Putin, è stato necessario eseguire una ricostruzione ragionevole, adattare alle nuove realtà i sistemi delle relazioni internazionali. "Tuttavia, gli USA, auto dichiaratisi vincitori della guerra fredda, presuntuosamente, secondo me, hanno pensato che semplicemente non c'era bisogno", ha detto il leader russo
http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_24/Putin-i-vincitori-della-guerra-fredda-hanno-deciso-di-rifare-il-mondo-per-se-stessi-5404/
Occidente ha bisogno della Russia per affrontare le sfide globali. CHE GLI USA HANNO PRODOTTO, ED INDOTTO!
L'Occidente ha bisogno della Russia per affrontare le sfide globali, come lo "Stato islamico", non si può mettere la cooperazione globale in dipendenza alla situazione in Ucraina, ha detto l'ex Primo ministro francese Dominique de Villepin.
politico ritiene che l'Occidente deve smettere di avvitarsi nella spirale delle sanzioni contro Mosca e ritornare al dialogo stretto con la Russia.
L'ex-ministro spera che la Russia e la Francia nel prossimo futuro migliorino i rapporti e che il contratto sulle forniture delle portaelicotteri Mistral sia adempiuto.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_24/L-Occidente-ha-bisogno-della-Russia-per-affrontare-le-sfide-globali-2125/
=====================
LA RUSSIA è UNA ISTITUZIONE MORALMENTE SOLIDA! ED IL RUBLO è L'UNICA MONETA, in tutto il mondo, CHE POTRà SOPRAVVIVERE ALLA GUERRA MONDIALE! il dollaro e carta straccia! Quindi la soluzione è investire, nella industria e nella economia russa! perché la Russia vincerà la guerra mondiale! 24 ottobre 2014, Siluanov: le preoccupazioni sul declassamento del rating della Russia sono esagerate. Le preoccupazioni sul declassamento del rating sovrano della Russia da parte dell'agenzia Standard & Poor`s sono molto esagerate, ha detto il ministro delle Finanze russo Anton Siuanov. Gli investitori temono che l'agenzia S&P venerdì potrebbe declassare il rating della Russia fino al livello di non-investment.
Ora il rating a lungo termine è a livello BBB- con la previsione negativa.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_24/Siluanov-le-preoccupazioni-sul-declassamento-del-rating-della-Russia-sono-esagerate-7728/
24 ottobre 2014, S&P conferma il rating della Russia.
L'Agenzia di rating internazionale Standard & Poor's ha confermato il rating al livello BВВ- con previsione negativa, riferisce RIA Novosti.
Così, il rating del Paese è rimasto nella categoria di investimento, anche se è al fondo.
Il rating di investimenti significa che le carte dell'emittente sono considerati affidabili dal punto di vista della restituzione dei relativi investimenti agli investitori.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_24/S-P-conferma-il-rating-della-Russia-5196/
===========================
ecco i complici, il regime GENDER Bildenberg, per la distruzione dei popoli europei! la agenda talmud NATO FMI NWO, ha gettato la maschera! ] [questo è il crimine giuridico INTERNAZIONALE, l'avere pensato, DA PARTE DI MERKEL UE USA BILDENBERG NATO, FARISEI, ILLUMINATI JABULLON, che, sopra un golpe di Kiev CIA cecchini, si potesse rifondare la democrazia! l'avere pensato che il volere plebiscitario del popolo, non potesse avere nessun valore! ] LE PAROLE CRIMINALI, irresponsabili, di spietati nazisti massoni, CHE, ADESSO SEGUONO? MERITANO, da sole, AL 100% LA GUERRA MONDIALE! [ MOSCA, 24 OTTobre. Sono 4,6 milioni i cittadini ucraini che, non potranno votare alle elezioni parlamentari di domenica prossima: si tratta dei residenti delle zone del sud-est occupate dai separatisti e degli abitanti della Crimea, la penisola russofona sul Mar Nero che Mosca ha strappato a Kiev a marzo. Cosi' Olga Aivazovska, una rappresentante dell'ong per la regolarità delle elezioni in Ucraina 'Opora'. Non voteranno il 49% degli elettori della regione di Donetsk e il 69% di quelli della regione di Lugansk.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/10/24/ucraina-voto-escluse-46-mln-persone_e08d0e90-c18a-45e0-ae5d-0209f05533fa.html
ecco i complici, il regime GENDER Bildenberg, per la distruzione dei popoli europei!
BRUXELLES, 24 OTT - Terminato l'incontro a 28 del Vertice Ue i leader di eurolandia sono riuniti in formato Eurosummit a 18. Alla riunione - una colazione di lavoro - partecipa anche il presidente della Bce, Mario Draghi. Presente anche, come osservatore, la Lituania
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/10/24/ue-terminato-vertice-a-28_6249ecf8-6639-42c2-9dc5-2d62eecce5d1.html
================================
Benjamin Netanyahu, TU LO SAI FINCHé, IL MIO AMICO E FRATELLO, SHARIAH NAZI Abd Allah bin Abd al-Aziz Al Saud, Re dell'Arabia Saudita Abdullah, LUI VEDE MORIRE GLI ALTRI, TANTI MARTIRI CRISTIANI, SGOZZAMENTI, FOSSE COMUNI, GENOCIDI, TUTTE COSE CHE PIACCIONO MOLTO AL SUO DIO? QUESTO PER LUI è PIACEVOLE! MA, IO NON CREDO CHE, LUI INCOMINCERà A DIVERTIRSI, QUANDO, SARANNO I CINESI, CHE, LO ANDRANNO A TROVARE!
==============
CERTO, I SISTEMI IDEOLOGICI ED IMPERIALISTICI DEMONICI DI FARISEI E SALAFITI, HANNO GIOCATO LA LORO STRATEGIA SULLA PELLE DELLA GENTE, IN PALESTINA!
MA, NESSUNO PUò NASCONDERE QUESTA VERITà:
1. TUTTI GLI EBREI DEL MONDO HANNO DIRITTO AD UNA PATRIA!
2. E PER LORO E PER IL GENERE UMANO è IMPOSSIBILE VIVERE INSIEME ALLA SHARIAH!
 EugeneDaVanquisher http://www.youtube.com/profile_redirector/110175118058463931313
1 mese fa HA DETTO:  « Il popolo palestinese non esiste. La creazione di uno Stato palestinese è solamente un mezzo per continuare la nostra lotta per l'unità araba contro lo Stato d'Israele. In realtà oggi non c'è differenza tra giordani, palestinesi, siriani e libanesi. Oggi parliamo dell'esistenza di un popolo palestinese per ragioni politiche e strategiche poiché gli interessi nazionali arabi richiedono che venga assunta l'esistenza di un distinto "popolo palestinese" da opporre al sionismo." Questo lo ha detto un noto guerrigliero palestinese negli anni '70. Fate un po' due conti.
https://www.youtube.com/watch?v=6ZUdDj8rv4E
Pietro Varone ha condiviso inizialmente questo post

E' molto lungo ma ne vale la pena di guardarlo al completo per comprendere come e su quali basi aggisce il SIONISMO ( non i puri EBREI  che sono pacifisti ed amano la convivenza con altri popoli), non dimentichiamo che i sionisti puntano al dominio mondiale: FMI NWO: NUOVO ORDINE MONDIALE,  cioè questo è il primo passo per costruire nel sangue Israele e contemporaneamente il secondo passo costruire il nuovo ordine mondiale sul nostro sangue!
C' è veramente da meditare e riflettere?
======================
https://www.facebook.com/cesare.adami 21DI21] IN QUESTA PAGINA IO HO PUBBLICATO 12 COMMENTI, non numerati, TU LI VEDI TUTTI? http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/10/22/attentato-gerusalemmemorta-bimba-3-mesi_02cdc1ca-4f13-432a-93d0-9b1b0fd2fc1f.html?fb_comment_id=fbc_559979590769367_560234224077237_560234224077237#f3283ad1fa4ec38
============================
 al MIO FRATELLO, Abd Allah bin Abd al-Aziz Al Saud, Re dell'Arabia Saudita Abdullah. per amarti? io non devo prendere il permesso da nessuno!
Testa•del•Serpente "Rinunciare a tutto per salvare la testa" • Un blog di Miguel Cuartero Samperi. 22 oct 2014 Giochi anticristiani nelle librerie: ecco la suorafobia!
2014-09-13 19.02.52Sembra che in Italia la libertà di pensiero e il rispetto delle sensibilità religiose siano due concetti difficilmente conciliabili, la cui importanza si alterna a seconda delle situazioni e dei casi. Se infatti, per fare un esempio, si parla dell'Islam (questa religione tanto sconosciuta quanto lontana dalla nostra storia e dal nostro modo di pensare e di vivere) la sensibilità religiosa dei suoi adepti avrà la meglio sulla nostra libertà di pensiero e di espressione: in onore alla loro scelta di vita religiosa, dovremo stare attenti a cosa diciamo, a cosa festeggiamo, a cosa studiamo, a cosa disegniamo, a cosa mangiamo o a cosa facciamo loro mangiare. Non sia che che qualcuno si senta escluso a causa della nostra insensibilità e inospitalità.
Un altro paio di maniche se si tratta della Chiesa Cattolica, del Papa, dei vescovi, dei preti e… delle suore. In questo caso la libertà di pensiero e di espressione avrà la meglio sulla sensibilità religiosa e – noi cattolici – non potremo dirci feriti se qualcuno ci offende: ognuno è libero di pensare e credere ciò che vuole anche se denigra, offende o calunnia la nostra fede, la nostra religione.
E' per questo che non dobbiamo assolutamente sentirci offesi o presi in giro se girando per una libreria della catena più grande e importante del paese ci troviamo, alla cassa, un piccolo gadget chiamato "Il Bowling delle Suore". Si tratta di una scatolina di dimensioni tascabili con un curioso disegno sul fronte: una palla da bowling "infuocata" ("palla di fuoco satanico" nella versione originale del gioco) e delle suore rigorosamente vestite di nero, in atteggiamento orante, con le mani giunte e un volto imbronciato dall'aspetto inquisitore. Certamente un gioco da tavola che tratti di suore e di bowling è una cosa abbastanza curiosa, quasi interessante, ma se poi scopri che non sono le suore a giocare, a lanciare la palla, ma sei tu a lanciarla contro di loro, la cosa diventa di cattivo gusto. suore bowling2Lo scopo del gioco, infatti, è quello di lanciare la palla contro suore-birillo per farle cadere. Un gioco divertente, pieno di humor, ma non è finita qui: oltre alle risate e al divertimento (assicurati!) si potranno trarre altri straordinari benefici personali come – ad esempio – vendicarsi delle cattive religiose, dei loro abiti e del loro messaggio: il senso di colpa per i peccati. E' tutto spiegato sul retro della scatolina con un linguaggio ricco di goliardica ironia:
Errare è umano, nessuno è perfetto. Il senso di colpa per i vostri peccati vi perseguita? Ora potrete dirgli addio e scoprire che peccare ha anche un risvolto divertente! Queste suore così devote e austere aspettano solo la vostra vendetta. Avete brutti ricordi dai tempi della scuola o del catechismo? O semplicemente non apprezzate i gusti delle monache in fatto di moda? Approfittate dei dieci birilli in tonaca, dell'infernale boccia di fuoco e del libro di 32 pagine per prendere finalmente la vostra rivincita!
Il gioco (che contiene una pallina, i birilli a forma di suora e un libretto di istruzioni) è frutto della mente della signora Jennifer Leczkowski, proveniente dalla patria di tutte le libertà, gli Stati Uniti d'America (d'altronde il suo cognome, così poco gringo, mette chiaramente la sua stirpe nella categoria degli "accolti").
nun phobiaIl titolo originale è "Nun Bowling" ed è stato prodotto per la prima volta nel 2007 dalla casa editrice Running Place in una piccola collana che contiene diversi titoli simili legati al famoso gioco della palla e i birilli. La collana consta di 4 titoli e quindi di quattro diverse categorie di "cattivi" a forma di birilli da buttare giù con la pesante palla: gli alieni, i zombi, i pinguini e le suore. Nell'immaginario collettivo questi gruppi sono da sempre considerati come estremamente pericolosi per il nostro mondo e per la sopravvivenza della specie umana (in modo particolare le ultime due categorie: i pinguini e le suore cattoliche).
La descrizione originale del gioco parla chiaramente: si tratta di un metodo economico per liberarsi dalla rabbia accumulata da tanti adulti contro le violenze subite e le sofferenze inferte dalle suore durante il loro periodo scolastico. Molti adulti infatti – recita la descrizione – soffrono ancora, dopo tanti anni, di "suorafobia" e questo kit rappresenta per loro un "cammino di guarigione".
Il gioco avrà avuto sicuramente un grande successo negli USA tanto che nel gennaio del 2013 la casa editrice Magazzini Salani ha deciso di tradurlo e di immettere il prodotto nel mercato italiano. Ora si può trovare nelle migliori e più grandi catene di librerie del nostro paese al ragionevole prezzo di € 8,90. Mancano invece le versioni italiane di Space Invaders Bowling, Zombie Bowling e Penguin Bowling. Forse il mercato italiano non è ancora pronto per queste tematiche così delicate come gli UFO o gli Zombi… oppure non si vuole ferire la sensibilità dei pinguini o degli alieni.
2014-09-13 19.03.06Si può parlare di suorafobia? Oppure si può dire che si tratta solamente di un gioco da tavola originale e simpatico che non ferisce ne offende nessuno? Il fatto è che la figura della suora (donna che dedica tutta la sua vita alla "sequela christi" nel carisma particolare della propria vocazione, rinunciando alla affermazione professionale, al progetto di una vita matrimoniale e al desiderio di maternità), suscita nel nostro mondo – aperto e accogliente verso tutte le più esotiche esperienze religiose – così tanta ilarità da essere considerate addirittura portatrici di cattiva sorte (il famoso "sora-tua e incroco le dita")! Tra i pregiudizi comuni sulle religiose cattoliche c'è l'accusa di antipatia, acidità, ignoranza… delle zitelle, sempliciotte e bigotte che scaricano le loro frustrazioni personali sui bambini a loro affidati nelle scuole…
monjaNon sarà forse che la scelta – libera e deliberata – di seguire Gesù in modo definitivo (per-sempre!), osservando i consigli evangelici e rimanendo sottomesse alla Chiesa, sia una fastidiosa conferma che la Chiesa è viva e il suo messaggio è vero?
 Non se ne curi, sorella, nessuno vuole offenderla! Si faccia una risata! D'altronde il gioco non è altro che il frutto della fantasia e della simpatia della signora Jennifer Leczkowski e – sa bene, sorella – che anche la signora Leczkowski ha il diritto di esprimere il suo pensiero e il suo credo. E' inutile che insista sorella, la sua provocazione non ha senso, se lei inventasse "Il Bowling della Leczkowski" sarebbe di cattivo gusto, una ripicca, una vera cattiveria e poi… lo capisce, perderebbe la causa e si troverebbe a pagare migliaia di euro per risarcimento di danni morali e di immagine (sarebbe Leczkowskifobia!). Lasci stare. Ma, insomma, lo vuole acquistare? Quanti esemplari desidera? Magari in convento, la madre superiora…
P.S. Questa suorafobia non colpisce, di solito, le suore che hanno come carisma particolare l'assistenza ai poveri come le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta. Esse godono, agli occhi del mondo, dello stesso fascino di San Francesco e Santa Chiara (oltre che della loro fondatrice e di pochi, pochissimi altri santi) grazie al loro servizio di utilità sociale. Per il mondo (per la mentalità materialista atea) l'unico carisma accettabile è quello dell'impegno sociale e della povertà. Insomma le suore povere e scalze vanno bene, quelle in cattedra le buttiamo giù come birilli. Obbedienza e castità sono sciocchezze, l'insegnamento e la catechesi, invece, appariono come esercizio improprio del potere e usurpazione di un ruolo che spetterebbe alla società civile e politica (a cui non spetta, a quanto pare, scendere nelle profondità della miseria umana).
http://testadelserpente.wordpress.com/2014/10/22/giochi-anticristiani-nelle-librerie-e-cristianofobia/
 Testa•del•Serpente
"Rinunciare a tutto per salvare la testa" • Un blog di Miguel Cuartero Samperi
02 oct 2013
Leave a Comment  
Islam: il grande inganno. Riflessioni religiosamente scorrette (parte 2).
Leggi la parte 1
L'Europa, e in generale tutto il mondo occidentale, vive in un pericolosissimo inganno: quello di pensare che l'Islam sia una religione, non solo amica, ma "sorella" del cristianesimo; che il dio dell'Islam sia, in fin dei conti, lo stesso Dio di Israele e di Gesù; che Maometto e Cristo siano ambedue profeti annunciatori di uno stesso messaggio d'amore; che i fedeli cristiani e quelli musulmani siano comunque fedeli, religiosi, amici di dio e degli uomini e che debbano condividere le stesse visioni sul mondo, su dio e sugli uomini; che le differenze che ci dividono siano solamente linguistiche e rituali ma che sostanzialmente siamo (dobbiamo essere!) veramente ed essenzialmente fratelli impegnati in una unica grande religione dell'amore e della fraternità universale che eleva un'unica preghiera allo stesso dio. Ma può un dio – onnipotente e misericordioso quanto vogliamo – dire cose così diverse a due gruppi differenti, creando due filoni religiosi così separati? O meglio, può un dio che si rispetti contraddirsi in questo modo? Può un dio buono decidere di rivelare il Verbo e di incarnarsi per gli uni e di rimanere nascosto e trascendente per gli altri?
siria Questo inganno in cui viviamo, oltre a rappresentare un grave debito nei confronti della verità, rappresenta un grosso danno per le nostre giovani generazioni. E' facile trovare ragazze occidentali che, invase dallo spirito buonista di matrice progressista in cui galleggiamo, pensano ancora che sposare un musulmano sia bere un bicchiere d'acqua e che un futuro radioso le attenda col loro emiro. Pensando che una vita comune con un musulmano sia decisamente più felice che sposare un cattolico convinto della propria fede, ignorano ciò che può succederle nel momento in cui diventano proprietà del di loro maomettiano. Donne nordamericane, sudamericane, europee, spose di musulmani, hanno dovuto rinunciare a libertà di pensiero, di vestito, di religione, trasferirsi in un mondo nuovo per diventare oggetto di proprietà privata e veder frustati i sogni di libertà e ogni speranza di vita felice. Cambiare nome, lingua, modo di vestire, tagliare ogni contatto con la famiglia, Consiglio a questo proposito il breve libro "Siria mon amour" dove una ragazza siriana, residente in Italia, prova a spiegare come funzionano i matrimoni combinati con il libretto degli assegni in mano e senza consultare la futura sposa. Un vero e proprio delitto, un attentato contro la libertà, raccontato dal punto di vista della vittima che ha sperimentato sulla propria pelle cosa significhi essere trattata come una schiava sequestrata dai propri parenti.
Molti europei, accecati dall'epidemica islamofilia che caratterizza sempre di più l'uomo occidentale, credono forse che la libertà di pensiero e di religione sia un concetto noto ai musulmani e che la loro sia una cultura e una religione improntata sul rispetto e il dialogo. A questi direi di leggere il libro di J. Fadelle Le prix a payer (Il prezzo da pagare) che narra il dramma di un iracheno convertito dall'Islam al cristianesimo costretto a scappare dai suoi parenti che cercavano di uccidere lui e tutta la sua famiglia.
Ma l'Europa sorride, strizza l'occhio, stringe la mano, propone un incontro di culture e una amicizia che a pochi interessa coltivare, un integrazione inopportuna, una fratellanza che – in termini filosofici, antropologici e teologici – non esiste. Troppo spesso dimentichiamo tutti gli attacchi ricevuto, le offese, gli omicidi, i sequestri, il sangue innocente versato dalla furia islamica. A questa grande contraddizione ha contribuito notevolmente (e continua a farlo) una cultura progressista di matrice socialista che poggia le sue basi sulle macerie di un comunismo mai del tutto estinto teoricamente. L'appiattimento delle differenze per formare un popolo veramente unito e una società egualitaria (un unico blocco si controlla meglio), il grande sogno della distruzione del cristianesimo e l'opzione per l'Islam come segno di apertura all'esotico "altro" (che può aiutare a sconfiggere il cristianesimo), sono i cavalli di una battaglia culturale, sociale e politica della sinistra più progressita.
islam_europe Dimentichiamo i martiri dell'Uganda trucidati dal re musulmano Mwanga II per non acconsentire ai suoi desideri omosessuali. Dimentichiamo il massacro dei cristiani in Turchia meglio conosciuto come Genocidio Armeno ad opera dei "Giovani Turchi" dove un milione e mezzo di cristiani furono letteralmente torturati per creare uno stato islamico puro (non guardate queste foto se vi impressionate facilmente). Dimentichiamo, tornando ai nostri giorni, i cristiani crocifissi nel 2009 in Sudan, i cristiani uccisi in Nigeria dai fanatici islamici di Boko Haram (letteralmente "tutto ciò che è occidente è cattivo"), uccisi mentre pregavano o celebravano il natale. Dimentichiamo l'assassinio di don Andrea Santoro, parroco romano ucciso in Turchia al grido "Allà è grande". Dimentichiamo Asia Bibi e tutte le donne uccise a sassate per colpe futili o senza colpe. Dimentichiamo Shahbaz Bhatti e tutti i cristiani uccisi per voler difendere la giustizia. Dimentichiamo tutti i sequestri di persone civili, i numerosi attentati alle nostre ambasciate, le bombe Kamikaze, gli attentati nelle metro di Madrid (2004. 191 morti e più di 2000 feriti) e di Londra (2005. 55 morti e 700 feriti). Dimentichiamo tutte le ragazze uccise in nome di una legge religiosa che non permette matrimoni misti. Dimentichiamo i martiri di Tibhirine (Algeria), sette monaci trappisti giustiziati da un gruppo islamico armato nel 1996, i cui corpi non sono stati mai ritrovati. Dimentichiamo la piccola sposa Rawan e tutte le bambine spose costrette alla prostituzione legalizzata. Dimentichiamo le chiese bruciate, le donne violentate in Siria e in tutti quei paesi dove nascere donne rappresenta una immensa sfortuna. Dimentichiamo il padre gesuita Paolo Dall'Oglio sequestrato dai ribelli siriani (islamici vicini ad al-Qaida) mentre trattava per liberare altri ostaggi e di cui ancora non sappiamo nulla mentre appoggiamo i suoi aguzzini.
sharia La storia, a noi, sembra non insegnare nulla. Ed è per questo che spalanchiamo le porte dei nostri paesi ai musulmani, gli costruiamo le mosche e offriamo cous-cous ai nostri figli nelle mense scolastiche, togliamo i presepi dai luoghi pubblici per non offendere chi non ci crede ed evitiamo di parlare di Gesù ai bambini per non discriminare chi pensa che Gesù non sia mai esistito. Provassimo noi a farlo a casa loro dove le, ormai poche, chiese che abbiamo ci cascano in testa mentre preghiamo, dove qualsiasi sospetto di eresia occidentalista è punito con le rigide (un eufemismo) regole della Sharia che impedisce, tra le tantissime altre cose, di credere in un altro dio che non sia il loro, pena – nel migliore dei casi – la morte. Se provassimo a farlo anche noi nei loro paesi forse, forse, ci renderemo conto del male che ci facciamo. Secondo la Sharia qualsiasi persona che parli contro loro dio dovrà subire la pena di morte e le offese possono essere di molteplice tipo, anche solo il rifiuto di adorarlo. Per questo, quando nel 2005 apparvero su un giornale danese delle vignette su Maometto, considerate offensive, ci furono rappresaglie con atti terroristici in tutto il mondo arabo contro le ambasciate occidentali e le chiese cristiane: l'offesa fu vendicata col sangue in Turchia, Siria, Somalia, Pakistan, Afghanistan, Nigeria…
Di fronte a chi afferma che queste macabre e deplorevoli azioni sono da attribuire, non all'islam, ma agli islamici estremisti, mi domando sinceramente: come mai, mentre i musulmani estremisti sono temibili e pericolosi terroristi, i cristiani più radicali ed estremisti sono invece uomini e donne sante? Perchè l'islam radicale è violenza e oppressione mentre il cristianesimo radicale è amore e dono completo di sé? Forse qualcosa non va nelle strutture ontologiche più profonde della religione in questione? O forse c'è qualcosa di potenzialmente pericoloso proprio nel loro Libro?
islamici armatiCosa possiamo fare di fronte a questa situazione? Non una guerra per abbassarci a diventare violenti come loro. Non uno sterminio per pagarli con la stessa moneta. Certamente una critica seria e documentata non implica né giustifica una reazione violenta ma aiuta a non continuare a coltivare false illusioni di una facile e placida convivenza civile multiculturale. Dobbiamo essere cristiani radicali e quindi perdonarli, ancora di più, amarli così come sono, accettarli con cuore aperto e spirito evangelico. Ma, se veramente vogliamo essere "astuti come serpenti", non dobbiamo scendere a compromessi con il male; non possiamo tradire noi stessi, quello che siamo, la nostra identità più profonda, dicendo che siamo tutti uguali, che abbiamo lo stesso dio; non dobbiamo essere fessi mentre loro, a loro modo astuti, cercano di promuovere la loro causa con ogni mezzo, sottile come un ragionamento politico o rumoroso come un'auto bomba in piena città.
Il nostro sfogo può essere considerato polemica sterile, ma quanto può essere ancora più sterile un dialogo univoco che dura il tempo di una conferenza o di un confronto pubblico tra le parti, per poi lasciare i cristiani in terre dell'Islam in balia alle passioni dei loro dominatori?
Ma noi, oggi, alle loro offese, ai loro attacchi terroristici, alla loro infame e sanguinosa cristianofobia rispondiamo con sorrisi, bontà, accoglienza, dialogo. Forse un giorno avremo modo di renderci conto che, difronte a tutto ciò, avremmo dovuto gridare e unirci al coro dei martiri innocenti il cui sangue grida già ora verso il cielo.
http://testadelserpente.wordpress.com/2013/10/02/islam-il-grande-inganno-parte-2/
 Testa•del•Serpente, Rinunciare a tutto per salvare la testa" • Un blog di Miguel Cuartero Samperi
09 sep 2014
"Immagine": la pace secondo John Lennon e la massoneria
Imagine john lennonE' considerata una delle canzoni più belle di sempre per il suo messaggio di pace e solidarietà tanto da essere ritenuta un vero e proprio inno della pace e della fraternità tra i popoli, le razze e le religioni. E' per questo che nella recente Partita Interreligiosa per la Pace, ispirata e voluta da papa Francesco, è stata cantata da Violetta, la giovanissima cantante argentina idolo di tanti bambini e teenager di tutto il mondo.
Peccato però che la canzone Imagine del cantante britannico John Lennon – componente dei famosi Beatles-, contenga invece un chiaro, inequivocabile, messaggio antireligioso. Frasi come "Imagine there's no heaven" oppure "and no religions too" sono risuonate come note fortemente stonate durante lo spettacolo (dallo spirito più religioso che sportivo) che ha coinvolto milioni di spettatori in tutto il mondo.
Evocare un mondo senza paradiso, senza inferno e senza religioni, non era esattamente ciò che intendeva il Papa quando ha suggerito un momento di gioco e di comunione tra le diverse religioni in favore della solidarietà e della pace. Evidentemente gli organizzatori dell'evento hanno cercato su Google "canzoni per la pace" e, ignorando il vero significato della canzone, hanno scelto il celebre brano di Lennon per inaugurare la manifestazione.
E' come se in un ipotetico raduno di atei di tutto il mondo, impegnati a far rinsavire il mondo accecato dall'oppio della religione e decisi a pianificare l'eliminazione della Chiesa e della fede, si cominciasse tutti in piedi, a mani giunte, cantando l'Ave Maria. Sembrerebbe molto strano e fuori luogo, perlomeno un po' contraddittorio. Forse tutto sarebbe più in ordine se in quell'ipotetico raduno di atei antireligiosi si fosse cantato Imagine mentre allo Stadio Olimpico, l'altra sera Violetta, o chi per lei, avesse intonato un Ave Maria.
Lennon OnoIl testo della canzone in questione rivela tutto lo spirito pacifista, ma anche nichilista, materialista e anticristiano, del suo autore. John Lennon fu un'icona pacifista degli anni sessanta, protagonista di numerose iniziative contro la guerra, ma fu anche un acerrimo nemico del capitalismo e del cristianesimo. Visse un'esistenza sregolata all'insegna della trasgressione e del libertinismo morale, abusando di alcol e droghe fin dall'adolescenza, promuovendo l'amore libero, l'abolizione di ogni morale e la disobbedienza ad ogni autorità religiosa e politica.
Personalità controversa e rivoluzionaria, contestatore e provocatore, John Lennon si schierò apertamente in diverse occasioni contro il cristianesimo con il suo stile di vita e con i suoi messaggi; in un'intervista, rilasciata nel 1966, con presunzione profetica ne preannunciò la scomparsa ("Il cristianesimo scomparirà, si ridurrà e svanirà") e con spavalderia assicurò: "Noi (Beatles) siamo più popolari di Gesù Cristo", frase che poi tentò di ritrattare a seguito delle numerose proteste provocate in tutto il mondo.
Molti studiosi e biografi hanno evidenziato i legami con l'occultismo e l'influenza satanica nella vita e nei versi di John Lennon e dei Beatles (incuriositi e attratti dall'induismo, dalla meditazione trascendentale, lo yoga, lo spiritismo e altre forme di misticismo orientale) ipotizzando che, alla radice del loro successo planetario, ci fosse un patto stipulato col Diavolo. In molti brani sono stati trovati numerosi messaggi subliminal: invocazioni a Satana, bestemmie, incitamenti a pratiche sessuali estreme o violente.
lennon for peaceIl mondo auspicato da John Lennon in Imagine è un mondo di pace e fratellanza universale, sogno utopico del pensiero New Age e massonico ma soprattutto dell'ideologia marxista e comunista: un mondo senza frontiere (Imagine there's no countries), senza religioni (…and no religion too), senza proprietà privata (Imagine no possessions). Un mondo senza paradiso (no heaven) né inferno (no hell below us), senza nulla per cui morire (Nothing to kill or die). Insomma, un nuovo ordine mondiale libero dalla religione, senza fede né speranza. Il succo del messaggio è che solo in un mondo senza Dio e senza religioni potrà realizzarsi il sogno di pace e la fraternità universale, solo sbarazzandoci di Dio avremo finalmente la pace.
Si tratta dell'avvento di una società senza classi ipotizzato e auspicato da Marx; un mondo privo di paradiso giacché il comunismo ha "chiuso" il cielo sopra l'uomo eliminando ogni speranza di vita ultraterrena. Fu proprio lo stesso Lennon a dire che la canzone Imagine era "virtualmente il Manifesto del Partito Comunista" di Marx, non un inno della pace ma un brano "anti-religioso, anti-nazionalista, anti-convenzionale e anti-capitalista".
Nulla di più lontano dalla Gerusalemme celeste annunciata dai profeti della Bibbia dove regneranno giustizia e pace e dove "Nessuna nazione alzerà la spada contro un'altra nazione" (Mi 4,3). Nulla di più lontano dall'idea di pace presente nel cristianesimo e auspicata da papa Francesco in questo momento storico così tristemente afflitto da violente guerre, persecuzioni e genocidi di massa. La Gerusalemme celeste – i cielo nuovo e terra nuova – rappresenta il fine ultimo del piano salvifico di Dio con gli uomini: è "la tenda di Dio con gli uomini! Egli abiterà con loro ed essi saranno suoi popoli ed egli sarà il Dio con loro, il loro Dio" (Ap. 21). Resta da capire come mai gli organizzatori della Partita Interreligiosa ispirata da papa Francesco siano scivolati così ingenuamente scegliendo questa canzone – evidentemente fuori luogo – per questo evento. Forse per non essere politicamente, o meglio, religiosamente scortesi, si è vista la necessità di scegliere un brano "laico" che non si identificasse con nessun dio né con nessuna religione… Se così fosse sembra che si sia un po' esagerato, perché Imagine è talmente laica da essere atea, da non rappresentare nessun dio, nessuna religione, nessun disegno di pace verosimilmente realizzabile. Come a dire, per non offendere nessuna religione, le hanno offese tutte!
Ovviamente non ci è stata nessuna protesta e tutti hanno applaudito calorosamente l'iniziativa. Non oso immaginare cosa si sarebbe scatenato se si fosse cantato (più esplicitamente, ma il concetto è lo stesso): "Image there's no Islam". Sarebbero stati guai seri, molto seri.
http://testadelserpente.wordpress.com/2014/09/09/immagine-la-pace-secondo-john-lennon/
 Magdi Allam, San Francesco e Lutero
lutero-francescoC'era una volta un giovane ricco, italiano, erede di una grande fortuna, allegro cavaliere dell'esercito di Assisi. La sua vita fu segnata da un incontro faccia a faccia con un crocifisso che gli disse: "Francesco, va', ripara la mia chiesa che tutta si distrugge". Decise allora di ricostruire una cappella, ma si rese conto che la Sua opera era molto più grande. Fu così che dedicò la sua vita al servizio e imitò, in tutto ciò che poté Colui che era nato povero tra i poveri 1200 anni prima in Giudea. Fece della sua Assisi una nuova Betlemme, "casa del Pane" che è Cristo. Si spense coi segni di Gesù sulle mani e sui piedi, lui si spense e si accese una luce che oggi illumina (e guida) la Chiesa. Povertà fu la sua regola, obbedienza il suo metodo.
C'era una volta un monaco tedesco che, esasperato dai peccati della Chiesa e dei suoi uomini, scandalizzato dalla distanza tra la Chiesa e il Vangelo, dalla sete di potere e di denaro, dal relativismo dilagante (in fede e morale), decise di migliorare la Chiesa condannandola; decise di riformarla criticandola, di salvarla bastonandola, di correggerla sculacciandola, deridendola e – infine – abbandonandola. Ne risultò uno scisma, una divisione, secoli di guerre, un'opera diabolica nel senso più pieno del termine (diabolos: divisore). Trecento anni dopo Francesco, la Chiesa era ancora da ricostruire, ancora "tutta si distrugge"; ma Lutero non ricostruì, calpestò a terra il moribondo corpo di Cristo per distruggerlo.
Una cosa accomunò i due, un sentimento: entrambi amarono Dio con fervore e dedizione: con tutte le forze (fisiche), con tutta la mente (l'intelletto), con tutto il cuore (il sentimento). Vissero, si dedicarono e si consumarono per servire Dio. Ma arrivarono a un punto in cui dovettero decidere se servire il proprio progetto o quello di Dio.
Una cosa li distinse: la riforma. Il primo – il giovane ricco – predicò il ritorno alle origini, alla semplicità e povertà evangelica; lo fece servendo i poveri, incarnando per primo ciò che predicava e, soprattutto, agendo sempre in obbedienza alla Chiesa e al Papa . Il secondo – l'anziano monaco – predicò il ritorno alla semplicità e alla purezza evangelica ma mise prima un piede e poi l'altro fuori dalla Chiesa Cattolica; si allontanò dal Papa, dalla Tradizione (apostolica) e infine smise di compiere ciò che predicava. Assieme a lui, milioni di cattolici si allontanarono dalla Chiesa.
I risultati furono opposti. Francesco, il poverello, riformò la Chiesa. Martino, il monaco, la divise, frantumò, infuocò. Dai loro frutti si riconoscono le loro opere. Furono opere di Dio o gesta personali? La Chiesa tedesca si chiama Luterana perché fondata da Lutero, la Chiesa di Roma invece si chiama Cattolica, che significa "universale", perchè fondata da Cristo, che è Dio. Se si chiamasse "Chiesa Francescana" vorrebbe dire che qualcosa è andato storto. La Chiesa è Cattolica. E il papa, oggi, si chiama Francesco.
magdi-allam-1C'era una volta un egiziano nato mussulmano nel 1952, diventato italiano e – nel 2008 – Cristiano. La sua conversione culminò in uno scenario spettacolare, nella Santa Notte a san Pietro in cui Benedetto XVI lo battezzò. Fu l'inizio di una nuova vita che egli stesso definisce "cinque anni di passione". Poi il ripensamento, la crisi di identità (cristiana), la crisi di coscienza, l'annuncio scioccante: "me ne vado". E fu così che colui che difese con invidiabile fervore le ragioni della Chiesa, ora, come in un delirante vaticinio notturno, attacca e abbandona la Madre che lo aveva (ri)generato. Incapace di coniugare (come predicava) ragione e fede, cercherà altrove quella Verità che già una volta per tutte si svelò e si rese tangibile.
Cosa insegnano questi tre profili se non che l'amore senza umiltà non è che passione?
http://testadelserpente.wordpress.com/2013/03/26/magdi-allam-san-francesco-e-lutero/
al MIO FRATELLO, Abd Allah bin Abd al-Aziz Al Saud, Re dell'Arabia Saudita Abdullah. per amarti? io non devo prendere il permesso da nessuno!
Rispondi · Mi piace · Non seguire più il post · 5 secondi fa

Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
il MODERNISMO ERESIA, come il "fumo di satana" è entrato nella Chiesa di Cristo, la aggressione dei marrani! LA NATURA UMANA(EVOLUTA SENZA DIMOSTRAZIONE SCIENTIFICA) ASSOLUTAMENTE INADATTA ED INCOMPATIBILE, PER IL REGNO DI DIO, A MOTIVO DEL PECCATO ORGINALE è DIVENUTA "BUONA" RIDICOLIZZANDO IL SACRIFICIO DELLA CROCE, e RENDENDO INCOMPRENSIBILE LA VITA DELL'UOMO SPIRITUALE, E DELL'UOMO DIVINIZZATO. I CARNALI GENDER, SCIMMIE EVOLUTE, HANNO AVUTO IL LORO MOMENTO DI GLORIA: questo è il POTERE DELLE TENEBRE! ] Teologi e Pastori scellerati invece di fondarsi su San Tommaso e il concilio Vatino II, come sul"Fides et Ratio" il solido magistero della Chiesa, attingono alla schiuma del demonio: Cartesio, Hume, Kant, Schelling, Hegel, Heidegher, Husserl, ecc...
Rispondi · Mi piace · Non seguire più il post · 4 secondi fa

Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
al MIO FRATELLO, Abd Allah bin Abd al-Aziz Al Saud, Re dell'Arabia Saudita Abdullah. il fatto che, in questo momento, il valore del Mio pensiero politico, sia: maggiormente apprezzato: e quantitativamente rilevante; NEL NWO, QUESTO NON CONDIZIONA IL MIO PENSIERO STESSO, perché, io sono Unius REI in eterno: in ogni modo, comunque, cioè, io sono l'unica speranza, che è rimasta, per tutto il genere umano, che farisei e salafiti hanno rovinato e condannato alla distruzione! IO SONO UNIUS REI, I MIEI OPPOSITORI SONO I CRIMINALI!
fine della storia! SE QUALCUNO CREDE, CHE, LA SUA VITA POSSA VALERE QUALCOSA PER LA VITA ETERNA? LUI STA CON ME! IL MIO PENSIERO è INVIOLABILE, PERCHé IO SONO LA METAFISICA VIVENTE, IL VIVENTE DECALOGO DI MOSé! IO SONO LA ATTUAZIONE POLITICA DELLA LEGGE NATURALE E DELLA LEGGE DEL TAGLIONE! C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Genere Umano" Benedetto. C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux. Croce sacra sii la mia Luce, N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux. Che il dragone non sia il mio duce V. R. S. Vadre Retro satana, Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana, Non mi persuaderai di cose vane, S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas, Ciò che mi offri è cattivo, I.V. B. Ipsa Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni, ESORCISMO (Al segno + ci si fa il segno della croce) + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto, Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen!
Rispondi · Mi piace · Non seguire più il post · Modificato · 5 secondi fa

Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
la giurisdizione del Regno di Dio dice: che, Se un popolo abita in un territorio per 40 anni ed un giorno, poi, ha diritto giuridico di possesso su quel territorio! E POI, LO SANNO TUTTI, A NESSUN POPOLO PUò ESSERE NEGATA LA PROPRIA PATRIA, ALTRIMENTI, DIVENTANO I SATANISTI FARISEI TALMUD AGENDA ROTHSCHILD IL FMI SPA, IL CAZZO NEL CULO!
! Benjamin Netanyahu, spesso soprannominato Bibi, io NON HO DEI DUBBI, CIRCA, IL FATTO CHE, IL MIO FRATELLO, Abd Allah bin Abd al-Aziz Al Saud, Re dell'Arabia Saudita Abdullah, MI POSSA NEGARE LA MADIANA, PER FARE UNA PATRIA A TUTTI GLI eBREI DEL MONDO! LUI è MOLTO PIù BRAVO RAGAZZO, DI QUELLO CHE IO DICO, contro di lui! questo è il mio problema: "Come, tu potrai costringere i Rothschild e tutti i parassiti usurai, come loro, a lasciare il loro potere nel NWO, ed il loro sacerdozio all'altare di Satana JaBullOn, per venire a vivere nel deserto Egiziano-Saudita?
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/10/23/mopresunto-attentatoreproblemi-mentali_cb5777e1-d0fb-498e-826f-9851e21da7f3.html
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
al MIO FRATELLO, Abd Allah bin Abd al-Aziz Al Saud, Re dell'Arabia Saudita Abdullah. CHI è STATO QUEL FIGLIO DI UNA TROIA DI ERDOGAN, CHE è VENUTO A DIRE A ME: "LA SICILIA è STATA NOSTRA: PER 8 SECOLI!" E POI, COME UN VIGLIACCO DI CODARDO CHE TI SPARA ALLE SPALLE, POI è FUGGITO, SPARITO?
Tu non dire come Erdogan "la terra islamica!" come a dire: "che importa che abbiamo fatto il genocidio, dei popoli precedenti, poi, questa è casa nostra shariah, nazi, ed a casa nostra noi possiamo fare i nazisti shariah!"
TU NON FARE COME ERDOGAN, NON DIRE LE SUE PAROLE, PERCHé ERDOGAN STA PER MORIRE COME UN CANE, INSIEME TUTTI I SUOI 1000.000 DI SOLDATI!!
C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Genere Umano" Benedetto. C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux. Croce sacra sii la mia Luce, N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux. Che il dragone non sia il mio duce V. R. S. Vadre Retro satana, Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana, Non mi persuaderai di cose vane, S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas
Ciò che mi offri è cattivo, I.V. B. Ipsa Venena Bibas, Bevi tu stesso i tuoi veleni, ESORCISMO (Al segno + ci si fa il segno della croce) + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto, Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen!
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
PRESTO QUESTO ABOMINIO Islam ABOMINIO FINIRà DI ESISTERE! Quella bambina di tre mesi che è stata uccisa: il suo vero nome è: Genere Umano! "PRESTO QUESTO ABOMINIO Islam ABOMINIO FINIRà DI ESISTERE!". TEL AVIV, 23 OTT - Lamentava problemi mentali emersi dopo aver scontato un periodo di detenzione in Israele Abdel Rahman al-Shaludi, il ventenne palestinese ucciso a Gerusalemme da un agente della polizia israeliana dopo che con la sua auto aveva investito un gruppo di passanti, provocando la morte di una bebe' e il ferimento di altre 8 persone. Secondo la polizia israeliana si e' trattato di un attentato. La agenzia Maan ha appreso che al-Shaludi aveva fissato un appuntamento con uno psichiatra. LO VANNO DICENDO TUTTI NEL REGNO DI DIO: "TUTTI I MUSULMANI HANNO GRAVI PROBLEMI PSICHICI! "
C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Genere Umano" Benedetto. C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux. Croce sacra sii la mia Luce, N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux. Che il dragone non sia il mio duce V. R. S. Vadre Retro satana, Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana, Non mi persuaderai di cose vane, S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas
Ciò che mi offri è cattivo, I.V. B. Ipsa Venena Bibas, Bevi tu stesso i tuoi veleni, ESORCISMO (Al segno + ci si fa il segno della croce) + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto, Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen!
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
My JHWH Holy -- quello che, io odio di questi satanisti farisei cabalisti luciferini talmud agenda FMI Banca MOndiale, Rothschild.. è che, loro si prendono sempre troppo tempo, e troppi cadaveri, per fare tutte le cose! C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Genere Umano" Benedetto. C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux. Croce sacra sii la mia Luce, N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux. Che il dragone non sia il mio duce V. R. S. Vadre Retro satana. Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana. Non mi persuaderai di cose vane, S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas. Ciò che mi offri è cattivo, I.V. B. Ipsa Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni, ESORCISMO (Al segno + ci si fa il segno della croce) + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto, Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen!
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
PRESTO QUESTO ABOMINIO Islam ABOMINIO FINIRà DI ESISTERE! gli atei evoluzionisti, le scimmie GENDER, non hanno nessun senso della logica, dal momento che, condannano a morte Israele, e tutto l'Occidente, per spianare la strada alla shariah, della LEGA ARABA, il peggiore nazimo CALIFFATO OTTOMANO della storia! Ma questa non è la agenda di questi coglioni sauditi salafiti spietati assassini.. NO! questa, è la agenda Rothschild talmud i satanisti DATAGATE NWO FMI SPA GMOS! Isis lapida uomo per adulterio in Siria. Due giorni dopo notizia su donna che ha subito stessa sorte. C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Benedetto. C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux. Croce sacra sii la mia Luce
N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux. Che il dragone non sia il mio duce V. R. S. Vadre Retro satana, Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana, Non mi persuaderai di cose vane, S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas, Ciò che mi offri è cattivo, I.V. B. Ipsa Venena Bibas
Bevi tu stesso i tuoi veleni, ESORCISMO (Al segno + ci si fa il segno della croce)
+ In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto, Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen!
=========================
Paolo Botti la domanda iniziale è se il piacere sessuale in sè sia peccato (ed è stato risposto che in sè non lo è purchè sia nel matrimonio e sia aperto alla vita o comunque rispettoso dei ritmi naturali di fecondità). Quanto al desiderare la donna d'altri e al peccare anche solo con il pensiero, è un peccato pensare anche solo di tradire o avere pensieri impuri ed assecondarli, ovvero continuare a seguire questi pensieri senza cercare di allontanarli con la preghiera, la riflessione, la ragione o la sana distrazione. Una cosa che consigliano padri spirituali ed esperti di affettività è di non stare a condividere questi pensieri con il marito/moglie/fidanzato/a , perchè fanno parte della sfera spirituale e possono creare solo problemi inutili alla relazione e sofferenze all'altro. Parlatene al confessore e al padre spirituale, bisogna combatterli con mezzi spirituali (e il buon senso). Paolo Botti provocazioni e divagazioni inutili. Al tema si è risposto ampiamente. Per la Chiesa il piacere non è un peccato:
Catechismo Chiesa Cattolica « Gli atti coi quali i coniugi si uniscono in casta intimità, sono onorevoli e degni, e, compiuti in modo veramente umano, favoriscono la mutua donazione che essi significano, ed arricchiscono vicendevolmente in gioiosa gratitudine gli sposi stessi ». 241 La sessualità è sorgente di gioia e di piacere:
« Il Creatore stesso [...] ha stabilito che nella reciproca donazione fisica totale gli sposi provino un piacere e una soddisfazione sia del corpo sia dello spirito. Quindi, gli sposi non commettono nessun male cercando tale piacere e godendone. Accettano ciò che il Creatore ha voluto per loro. Tuttavia gli sposi devono saper restare nei limiti di una giusta moderazione ». 242
==============================
tutti i martiri cristiani che il mio fratello, il MIO caro FRATELLO, Abd Allah bin Abd al-Aziz Al Saud, Re dell'Arabia Saudita Abdullah. HA UCCISO, ED UCCIDE TUTTI I GIORN DELL'ANNO! Giovanna la Pulzella ha condiviso la foto di Ordine Secolare Carmelitani Scalzi Fraternità di Santa Maria della Vittoria.
150 milioni di cristiani a rischio nel mondo. Petrosillo: sentirsi tutti coinvolti Almeno 150 milioni di cristiani rischiano la vita a causa di persecuzioni antireligiose. E' il dato impressionante contenuto nel volume "Il libro nero sulla condizione dei cristiani nel mondo", pubblicato dall'editrice francese Xoeditions, presentato oggi a Parigi tra gli altri dal prof. Andrea Riccardi, che è uno dei 70 autori del volume di oltre 800 pagine. Il libro verrà pubblicato in Italia da Mondadori il prossimo 6 novembre. Il servizio di Alessandro Gisotti: Tra 150 e 200 milioni di cristiani non possono vivere la loro fede liberamente nel mondo di oggi. Nel primo scorcio del XXI secolo, il 75 per cento delle violenze perpetrate contro una minoranza religiosa riguarda proprio i cristiani. Sono alcuni dei dati impressionanti del "Libro nero sulla condizione dei cristiani del mondo" che evidenziano che per tantissimi discepoli di Gesù il martirio non è solo un ricordo del passato. Nel volume, coordinato dal giornalista Samuel Lieven del quotidiano cattolico francese La Croix, decine di mappe, grafici e statistiche mostrano analiticamente e in modo oggettivo quanto i cristiani siano oggi sotto attacco in decine di Paesi del mondo. Se infatti, in Medio Oriente o in alcuni Paesi africani come la Nigeria, i cristiani sono entrati nel mirino degli islamisti, in alcune aree dell'Asia sono vittime di estremisti indù e buddisti. Ma i cristiani sono oggetto di minacce e violenza anche nella "cattolica" America Latina dove sacerdoti e operatori pastorali sono spesso bersaglio della criminalità organizzata e del narcotraffico. Un quadro drammatico dunque che si riflette nella domanda che pone il libro fin dalla copertina "Una civiltà in pericolo?". Sulle cause di questa persecuzione, abbiamo intervistato Marta Petrosillo, portavoce in Italia dell'associazione "Aiuto alla Chiesa che Soffre": R. – La prima ragione è che sono minoranza in tanti Paesi nel mondo. E' un dato numerico, che però si associa anche ad un altro dato, ovvero che, nei Paesi in cui i cristiani sono la maggioranza, non si verificano discriminazioni o persecuzioni di carattere religioso così gravi. Un altro motivo, per cui i cristiani sono perseguitati, risiede proprio negli stessi valori cristiani. Mi ricordo che un paio di anni fa parlavo con un ragazzo di Baghdad, un cristiano caldeo, e lui mi ha detto: "Tutti sanno che noi non reagiremo mai, che noi non porteremo mai una pistola e questo ci rende maggiormente vulnerabili". D. - Anche Papa Francesco, ultimamente, parlando dei cristiani del Medio Oriente, ha detto che queste persecuzioni avvengono nell'indifferenza di tanti... R. – E' sempre importante mantenere l'attenzione alta. Come ha detto Papa Francesco, durante l'ultimo Concistoro, non dobbiamo rassegnarci ad un Medio Oriente senza cristiani. E questo deve veramente coinvolgerci tutti, perché dobbiamo essere tutti molto coscienti di quanto stia succedendo. Negli ultimi mesi si è parlato molto di Iraq, però in pochi sanno che, al di là di quest'ultima e drammatica crisi, la comunità irachena sta soffrendo veramente da molti anni. Nel 1987 vi erano 1 milione e 400 mila cristiani e adesso, quando è iniziata questa crisi, quando è iniziata l'avanzata dello Stato Islamico, erano 300 mila. D. – "Aiuto alla Chiesa che soffre" pubblicherà proprio nei prossimi giorni un rapporto, che ha molto a che vedere con il tema di questa importante pubblicazione. Ci può dare qualche anticipazione, almeno a livello generale? R. – Il 4 novembre presenteremo la nuova edizione del "Rapporto sulla libertà religiosa nel mondo", che è un rapporto che fotografa la situazione di ogni Paese. Vi saranno 196 schede diverse e la situazione della libertà religiosa, con riferimento non soltanto ai cristiani, ma a tutti i gruppi religiosi. Purtroppo, anche quest'anno, non si riscontrano miglioramenti. Al fondamentalismo si associano anche scelte governative - per esempio, il Pakistan con la legge antiblasfemia – o situazioni come, ad esempio, in India, dove il nazionalismo sta colpendo fortemente le minoranze. Come diceva Giovanni Paolo II: "La libertà religiosa è la cartina di tornasole del rispetto dei diritti in ogni Paese". Lì dove la libertà religiosa è negata, probabilmente lo saranno anche tutti gli altri diritti umani. (Da Radio Vaticana)
Ordine Secolare Carmelitani Scalzi Fraternità di Santa Maria della Vittoria con Meditazione Cristiana e altre 4 persone presso Chiesa di Santa Maria della Vittoria
150 milioni di cristiani a rischio nel mondo. Petrosillo: sentirsi tutti coinvolti
Almeno 150 milioni di cristiani rischiano la vita a causa di persecuzioni antireligiose. E' il dato impressionante contenuto nel volume "Il libro nero sulla condizione dei cristiani nel mondo", pubblicato dall'editrice francese Xoeditions, presentato oggi a Parigi tra gli altri dal prof. Andrea Riccardi, che è uno dei 70 autori del volume di oltre 800 pagine. Il libro verrà pubblicato in Italia da Mondadori il prossimo 6 novembre. Il servizio di Alessandro Gisotti:
Tra 150 e 200 milioni di cristiani non possono vivere la loro fede liberamente nel mondo di oggi. Nel primo scorcio del XXI secolo, il 75 per cento delle violenze perpetrate contro una minoranza religiosa riguarda proprio i cristiani. Sono alcuni dei dati impressionanti del "Libro nero sulla condizione dei cristiani del mondo" che evidenziano che per tantissimi discepoli di Gesù il martirio non è solo un ricordo del passato. Nel volume, coordinato dal giornalista Samuel Lieven del quotidiano cattolico francese La Croix, decine di mappe, grafici e statistiche mostrano analiticamente e in modo oggettivo quanto i cristiani siano oggi sotto attacco in decine di Paesi del mondo. Se infatti, in Medio Oriente o in alcuni Paesi africani come la Nigeria, i cristiani sono entrati nel mirino degli islamisti, in alcune aree dell'Asia sono vittime di estremisti indù e buddisti. Ma i cristiani sono oggetto di minacce e violenza anche nella "cattolica" America Latina dove sacerdoti e operatori pastorali sono spesso bersaglio della criminalità organizzata e del narcotraffico.
Un quadro drammatico dunque che si riflette nella domanda che pone il libro fin dalla copertina "Una civiltà in pericolo?". Sulle cause di questa persecuzione, abbiamo intervistato Marta Petrosillo, portavoce in Italia dell'associazione "Aiuto alla Chiesa che Soffre":
R. – La prima ragione è che sono minoranza in tanti Paesi nel mondo. E' un dato numerico, che però si associa anche ad un altro dato, ovvero che, nei Paesi in cui i cristiani sono la maggioranza, non si verificano discriminazioni o persecuzioni di carattere religioso così gravi. Un altro motivo, per cui i cristiani sono perseguitati, risiede proprio negli stessi valori cristiani. Mi ricordo che un paio di anni fa parlavo con un ragazzo di Baghdad, un cristiano caldeo, e lui mi ha detto: "Tutti sanno che noi non reagiremo mai, che noi non porteremo mai una pistola e questo ci rende maggiormente vulnerabili".
D. - Anche Papa Francesco, ultimamente, parlando dei cristiani del Medio Oriente, ha detto che queste persecuzioni avvengono nell'indifferenza di tanti...
R. – E' sempre importante mantenere l'attenzione alta. Come ha detto Papa Francesco, durante l'ultimo Concistoro, non dobbiamo rassegnarci ad un Medio Oriente senza cristiani. E questo deve veramente coinvolgerci tutti, perché dobbiamo essere tutti molto coscienti di quanto stia succedendo. Negli ultimi mesi si è parlato molto di Iraq, però in pochi sanno che, al di là di quest'ultima e drammatica crisi, la comunità irachena sta soffrendo veramente da molti anni. Nel 1987 vi erano 1 milione e 400 mila cristiani e adesso, quando è iniziata questa crisi, quando è iniziata l'avanzata dello Stato Islamico, erano 300 mila.
D. – "Aiuto alla Chiesa che soffre" pubblicherà proprio nei prossimi giorni un rapporto, che ha molto a che vedere con il tema di questa importante pubblicazione. Ci può dare qualche anticipazione, almeno a livello generale?
R. – Il 4 novembre presenteremo la nuova edizione del "Rapporto sulla libertà religiosa nel mondo", che è un rapporto che fotografa la situazione di ogni Paese. Vi saranno 196 schede diverse e la situazione della libertà religiosa, con riferimento non soltanto ai cristiani, ma a tutti i gruppi religiosi. Purtroppo, anche quest'anno, non si riscontrano miglioramenti. Al fondamentalismo si associano anche scelte governative - per esempio, il Pakistan con la legge antiblasfemia – o situazioni come, ad esempio, in India, dove il nazionalismo sta colpendo fortemente le minoranze. Come diceva Giovanni Paolo II: "La libertà religiosa è la cartina di tornasole del rispetto dei diritti in ogni Paese". Lì dove la libertà religiosa è negata, probabilmente lo saranno anche tutti gli altri diritti umani. (Da Radio Vaticana)
===========================
STOCCOLMA, 24 OTT - La Svezia ha interrotto le operazioni di ricerche del 'sottomarino fantasma', la misteriosa unità straniera che sembra si aggiri da una settimana nel Mar Baltico davanti all'arcipelago di Stoccolma. Lo hanno annunciato le forze armate svedesi in un comunicato. Dal 17 ottobre scorso, navi da guerra, dragamine, elicotteri e oltre 200 uomini stavano setacciando il mare ad una cinquantina di km dalla capitale alla ricerca del sottomarino che centinaia di testimoni dicono di aver avvistato. IL BUCO NERO? VOI NON LO POTETE VEDERE! VOI NON LO POTETE SENTIRE... ma, lui vede tutto e sente tutto! TU SEI NEL SUO MIRINO! http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/10/24/sottomarino-svezia-interrompe-ricerche_33c848d6-2687-4bad-b76a-b1abc3f6096a.html
Andy Lee Joy https://www.facebook.com/aldo.maram.3 il fatto che non aggiornano questa notizia? NON è QUALCOSA DI NORMALE, COSA IL NWO VOREBBE NASCONDERE? Fabio Micchi https://www.facebook.com/manrandagio https://www.facebook.com/fabio.micchi LA CIA IN USA HA DETTO CHE SI FANNO 100.000, SACRIFICI UMANI SULL'ALTARE DI SATANA. [ una notizia di PIù DI SEI ANNI FA]. POI, NON PRENDONO MAI NESSUNO, QUINDI, SONO LORO LA CIA per FARE QUESTI SACRIFICI UMANI!
tu che sei un troll pagato dalla CIA? I cadaveri di almeno 4 neonati sono stati scoperti nell'armadietto di un'azienda a Winnipeg, in Canada. Lo riferiscono i media locali. I corpi erano in forte stato di decomposizione e sono stati trovati da alcuni dipendenti. "E' una tragedia al di la' di ogni immaginazione, una scoperta inquietante", ha commentato il portavoce della polizia di Winnipeg, Eric Hofley, evitando per il momento ogni ipotesi investigativa.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2014/10/21/canada-4-cadaveri-neonati-in-magazzino_e0801390-45f8-421a-bd6c-eb0c36d2ea79.html
LE RAGAZZE DEI SATANISTI PARTORISCONO IN SEGRETO, PER OTTENERE IL LORO SACRIFICIO UMANO A SATANA.. MA, QUESTI SONO INESPERTI, NON LEGATI AD ORGANIZZAZIONI GOVERNATIVE! PERCHé, IL SATANISMO ISTITUZIONALE DELLA CIA 322 BUSH E KERRY? NON FANNO DI QUESTE INGENUITà!
===================================
Dopo le proteste delle famiglie dei 43 ragazzi 'desaparecidos' QUESTI SONO I GIUDEI MASSONI, E LA AGENDA TALMUD BILDENBERG, IN TUTTE LE FALSE DEMOCRAZIE MASSONICHE SENZA SOVRANITà MONETARIA! ] Questi sono i veri assassini di Israele, la LEGA ARABA è soltanto un esecutore materiale! anche con Hitler hanno usato lo stesso sistema collaudato! [ IL GOVERNO MESSICANO è UNO DEI PRIMI GOVERNI MASSONICI, DEL PIANETA DOPO: FRANCIA INGHILTERRA ED USA! E IN JABULLON SINAGOGA, OGNI VERITà, ED OGNI GIUSTIZIA PUò ESSERE SOFFOCATA! ] IN QUESTI SISTEMI OCCIDENTALI LE DIMISSIONI DI QUALCUNO NON HANNO NESSUN SIGNIFICATO! [ CHILPANCINGO (MESSICO), 24 OTT - Il governatore dello stato messicano del Guerrero, Angel Aguirre, ha annunciato giovedì le sue dimissioni, per favorire l'inchiesta sulla sparizione di 43 studenti di una scuola, avvenuta un mese fa. Le dimissioni di Aguirre erano state chieste con insistenza dai parenti e dai compagni dei ragazzi spariti, che studiavano alla scuola di Ayotzinapa. I giovani erano stati rapiti dalla polizia, dopo un attacco che aveva fatto 6 morti, consegnati ai narcos dei Guerreros Unidos. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/americalatina/2014/10/24/messico-studenti-lascia-il-governatore_0c9b13e1-694c-42f4-8bed-25e50f697c7f.html
======================
in cul0 a Darwin! General Information     184.154.224.5/~creatio1/venom/Page2.jpg
http://184.154.224.5/~creatio1/venom/Page%201.jpg
http://184.154.224.5/~creatio1/venom/
 Scientific Evidence for Creation, a tremendous pyramid of evidence for design and recent creation is available for detailed study.
Romans 1:20 states: "For the invisible things of him from the creation are clearly seen, being understood by the things that are made, even his eternal power and Godhead: so that they are without excuse."
Scientific evidence for creation abounds in areas of objective observation. Scholars in various scientific disciplines have written about the incredible complexity in living systems and the structure of the universe. This complexity is beyond the possibility of natural development.
In the panel to the right, we begin with a brief summary of the Creation in Symphony Model by our Director.
Variant Protein Expression in Living Systems
Dependent upon Information Already
Present in Genome
  Original research carried out at the Creation Evidence Museum in Glen Rose, Texas in the mid-1990's utilized the physical atmospheric parameters of the hyperbaric biosphere on premise. Alteration of atmospheric parameters included increase of atmospheric pressure, oxygen and carbon dioxide ratios, and electromagnetic moment. Under these alterations physical structure and protein expression of snake venom were significantly changed. Comparison was made between ambient control conditions and hyperbaric biospheric conditions.
  In the independent analysis and correspondence related in the following pages some protein expressions were enhanced, some were diminished, some were eliminated, and some expressions not seen under ambient conditions were seen under hyperbaric conditions.
 A.M. Coffee Track" In 1934 Mr. A.M. Coffee of Stinnett, Texas, a pumper for the Gulf Oil Company, discovered a trail of nine "human-like footprints" in series on a rock ledge about four miles out of town. He worked one of the tracks loose and took it home. After he showed the artifact to a few friends including his boss, various interested persons took the rest of the tracks from the site. The discovery created an instant controversy among archaeologists, geologists and anthropologists, because the sedimentary rock system of the entire area is geologically assigned Permian (assumed to be 225 million years old). CONTINUE
 Coal: Evidence for a Young Earth" Evolutionary theory requires millions of years in the formation of coal in order to afford time for the development of living organisms whose fossils...CONTINUE
 Evidence for Creation (10 brief reasons)
 The Fossil Record...Evolutionists have constructed the Geologic Column in order to illustrate the supposed progression of "primitive"... CONTINUE http://184.154.224.5/~creatio1/index.php?option=com_content&task=view&id=75
 The Earth's Magnetic Field
 Many people know that the earth has a magnetic field, but few are aware that this field is shrinking. This decrease has been measured over a period of 150 years...CONTINUE
 Our Created Earth: Uniquely Designed for Life
 Of all the lessons which the Earth continually teaches us, perhaps the most obvious...CONTINUE
 Scientific Problems With Macroevolution: (Karl Popper's definition of the scientific method ) ... CONTINUED
 Mammoths
 The largest quantities of woolly mammoth remains are found in Arctic and sub-arctic...CONTINUED
 Carbon Dating
 A less-common form of the carbon atom, carbon-14, is used today by scientists...CONTINUED
 Evidence for Creation
 Scientific Allusions in Scripture
 Carbon-14 and Recent Creation: Various data and numerical statistics are discussed. Properly understood, these data render C-14 dating techniques relatively reliable only within a few thousand years before present and point to a recent creation.
 The Heavens and Recent Creation… Planet Earth travels 66,000 miles per hour as it orbits the sun. That specific speed perfectly offsets the sun's gravitational pull and keeps earth's orbit the proper distance from the sun. Earth's magnetic field is affected by the sun's rays, and any significant disruption of the earth-sun magnetic balance would bear consequences.... CONTINUED
Various aspects of the creation model such as the effects of the electromagnetic field, pink light, ultraviolet filtration, energized water, etc. have been incorporated into various products ( pink eyeglasses, energized water and stun guns) being sold to the general public...more info...
A Moment in History...
That a maker is required for anything that is made is a lesson Sir Isaac Newton was able to teach forcefully to an atheist-scientist friend of his. Sir Isaac had an accomplished artisan fashion for him a small scale model of our solar system which was to be put in a room in Newton's home when completed. The assignment was finished and installed on a large table. The workman had done a very commendable job, simulating not only the various sizes of the planets and their relative proximities, but also so constructing the model that everything rotated and orbited when a crank was turned. It was an interesting, even fascinating work, as you can image, particularly to anyone schooled in the sciences.
Newton's atheist-scientist friend came by for a visit. Seeing the model, he was naturally intrigued, and proceeded to examine it with undisguised admiration for the high quality of the workmanship. 'My! What an exquisite thing this is!' he exclaimed. 'Who made it?' Paying little attention to him, Sir Isaac answered, 'Nobody.'
Stopping his inspection, the visitor turned and said: 'Evidently you did not understand my question. I asked who made this. Newton, enjoying himself immensely no doubt, replied in a still more serious tone. 'Nobody. What you see just happened to assume the form it now has.' 'You must think I am a fool!' the visitor retorted heatedly, 'Of course somebody made it, and he is a genius, and I would like to know who he is.'
Newton then spoke to his friend in a polite yet firm way: 'This thing is but a puny imitation of a much grander system whose laws you know, and I am not able to convince you that this mere toy is without a designer and maker; yet you profess to believe that the great original from which the design is taken has come into being without either designer or maker! Now tell me by what sort of reasoning do you reach such an incongruous conclusion?'
Sir Isaac Newton Solar System Story (from the book: 'The Truth: God or evolution?' by Marshall and Sandra Hall, Baker Book House, Grand Rapids, MI)
MYSTERY SOLVED! The mystery and confusion can now be laid to rest.
A major discovery has been made in Glen Rose. During the 1930's a talented rock craftsman named George Adams fabricated a couple of human footprints, along with several dinosaur footprints. These were sold to passing tourists in order to make money during the great depression. One of his "human" footprints was so good that he buried it when a Smithsonian representative began asking to see the "astounding discovery."
The Adams family is held in high esteem among honorable citizens throughout the Glen Rose area. The most famous of the brothers was Ernest Tolbert Adams, an Oxford scholar and noted attorney. Ernest is credited with discovering the first dinosaur footprints and several human footprints in the sedimentary rocks of the Paluxy River. George Adams was well respected in his own right as a gifted painter and rock mason. I held extensive discussions with George's daughter and son-in-law during my early years in Glen Rose. These good people were friends of the museum and, being familiar with their father's skills, affirmed that none of the footprints in our possession were carved.
Each time our museum team discovers new human footprints in the sedimentary rock some evolutionist will refer to the 1930's carved footprints, and erroneously claim that we have simply re-discovered one of those prints, or perhaps carved them ourselves. Such was the case in the recent discovery of the marvelous "Delk" footprint.
http://184.154.224.5/~creatio1/index.php?option=com_content&task=view&id=5&Itemid=7
The mystery and confusion can now be laid to rest. Dennis Moore, a local pastor and friend of the museum, was searching through the rock and dirt at the old Adams home place. As the enclosed photo shows, he discovered the original carved footprint half buried near the cellar. With permission from the family we had CT Scans performed, and found no compression density under any of the carved print. All of our genuine footprints show clear density compression in the appropriate areas.
Thank you for your faithful support of our credible research and declaration of creation truth. We are pleased to be your representative in the cause for our Creator.
==============================
General Museum Hours, Thursday - Saturday
10:00am - 4:00pm. Thanksgiving Holiday Hours
Friday - Saturday
10:00am - 4:00pm, Creation Evidence in the 21st Century Webcast
Passing of P. Burton Stokes, One of the Creation Evidence Museum's finest Consultants and Team Members, P. Burton Stokes, has passed to his Eternal Home in the presence of our Lord. Burton assisted as Photo and Video Documentarian in the public excavations at Glen Rose and in the dinosaur excavations in Colorado for many years while he was in good health. He promoted the museum untiringly both publicly and privately.
Upon graduating from Tulane University with a degree in physics, the United States Air Force actually "sequestered" him in classified security development, due to his gifted intelligence in this field. He worked thirty years with the Air Force Security Service – developing electronic surveillance for the United States during the Cold War. Many of the patents he holds from these years are still classified today.
Upon retirement he became an ordained minister and pastored effectively for twenty-two years. His faith in the Bible as the inspired Word of God was firm and unshakable.
Burton held to a literal six-day recent creation as described in the Bible. As a scientist and physicist he was a staunch supporter of the Creation Model, and specifically the Canopy Theory as held by the Creation Evidence Museum.
He is survived by his dear wife, Betty, three daughters, six grandchildren, and eleven great-grandchildren. He was greatly loved and appreciated, and will be missed by all of us.
Noah's Ark Replica
Noah's Ark Replica Left Side
The Ark replica represents the tangible display of the "gopher technique" used to build the original Noah's Ark. Today this technique would be called structural interlamination, consisting of all components being laminated together with a strong hydrocarbon resin. Gopher, as mentioned in Scripture, was not a species of wood, but was an engineering technique with the use of wood.
Noah's Ark Replica Right Side
    The Creation Evidence Museum of Texas is a 501(c)3 non-profit educational museum chartered in Texas in 1984 for the purpose of researching and displaying scientific evidence for creation. As such the museum sponsors paleontological and archaeological excavations in addition to other extensive research projects. Carl Baugh, the museum's Founder and Director,
originally came to Glen Rose, Texas to critically examine claims of human and dinosaur co-habitation. He conducted extensive excavations along the Paluxy River, with appropriate permission of the landowners. These original excavations yielded human footprints among dinosaur footprints (see the Director's doctoral dissertation).He then realized that a museum needed to be established in order to appropriately display this evidence, along with sustained excavations and other areas of scientific research for creation.
To request a catalog containing our books and DVD's:
Creation Evidence Museum of Texas
P.O. Box 309 Glen Rose, Texas 76043-0309
(254)897-3200 FAX (254)897-3100
A video tape tour is given during regular hours. This includes an explanation of the creation significance of the various artifacts and fossils on display, and concludes with a brief explanation of the creation model. Personal lectures are available Tuesdays and Wednesdays for groups of 25 or more by appointment only.
Hours of Operation
Thursday thru Saturday 10:00 a.m. to 4:00 p.m.
Admission Fee - $5.00 per person
Children 5 and under – free
Alvis Delk Cretaceous Footprint     CREATION EVIDENCE MUSEUM ARTIFACT
"Alvis Delk Cretaceous Footprint" Abstract: http://184.154.224.5/~creatio1/index.php?option=com_content&task=view&id=48&Itemid=24
The Creation Evidence Museum is in possession of a set of Cretaceous footprints discovered by amateur archaeologist Alvis Delk[1] of Stephenville, Texas. This fossil of dense Glen Rose limestone consists of Dinosaur footprint (Acrocanthosaurus) and an eleven-inch human footprint intruded by the dinosaur print.
        Introduction:
In early July, 2000 Alvis Delk, assisted by James Bishop (both of Stephenville, Texas), was working in the Cretaceous limestone on the McFall property at the Paluxy River near Glen Rose, Texas and discovered a pristine human footprint intruded by a dinosaur footprint. This discovery was made in the vicinity of McFall I and II Sites where the Creation Evidence Museum team has excavated since the Spring of 1982. The eleven-inch human footprint matches seven other such footprints of the same dimensions in the "Sir George Series," named in honor of His Excellency Governor General Ratu Sir George Cacobau of Fiji.[2]
  Scientific Verification of Footprint Authenticity:
The fossil was transported to a professional laboratory where 800 X-rays were performed in a CT Scan procedure. Laboratory technicians verified compression and distribution features clearly seen in both prints, human and dinosaur. This removes any possibility that the prints were carved or altered.
       Importance of Discovery:
Professor James Stewart Monroe, writing in Journal of Geological Education candidly asserted that "Human footprints in geologically ancient strata would indeed call into doubt many conventional geological concepts."[3] Professor David H. Milne of The Evergreen State College, Olympia, Washington and Professor Steven D. Schafersman of the Department of Geology, Rice University, Houston, Texas made further admissions in writing that "Such an occurrence, if verified, would seriously disrupt conventional interpretations of biological and geological history and would support the doctrines of creationism and catastrophism."[4]
Professor Steven M. Stanley in The New Evolutionary Timetable opined that "any topsy-turvy sequence of fossils would force us to rethink our theory…As Darwin recognized, a single geographic inconsistency would have nearly the same power of destruction."[5]
[1] [1] Delk, Alvis has extensive field experience under direct supervision of state certified archaeologists. His personal discoveries range from early Texas Spaniard artifacts to early Texas military maps, etc. This current footprint discovery is in keeping with his tireless pursuit to explore Texas' historical treasures.
[2] Baugh, Carl E., Academic Justification for Voluntary Inclusion of Scientific Creation in Public Classroom Curricula, Doctoral Dissertation, Pacific College of Graduate Studies, Melbourne, Australia and Poplar Bluff, Missouri, USA, Fall 1989, p. 196
[3] Monroe, James Stewart, Journal of Geological Education, "Creationism, Human Footprints, and Flood Geology", V.35, p.93
[4] Milne, David H., and Schafersman, Steven D., Journal of Geological Education, 1983, V.31, p.111
[5] Stanley, Steven M., The New Evolutionary Timetable, 1981, p. 171
William E. Dannemeyer of the United States Congress carried the issue to its ultimate conclusion in writing to this researcher, stating that "This is a significant breakthrough with enormous implications for establishing the origin of mankind."[1]
       Photographic Evidence:
[1] Dannemeyer, William E., United States Congress, Personal Correspondence to Carl E. Baugh, 1983
===================
What Does My Creator Think of Me
ShareThis

He thinks I am so important, that He takes knowledge of my every action and thought.

"Thou knowest my downsitting and mine uprising, thou understandest my thoughts afar off. Thou compassest my path and my lying down, and art acquainted with all my ways." Psalm 139 vs. 2,3

He is always present with me. I cannot escape Him.

"If I ascend up into heaven thou art there: if I make my bed in hell, behold, thou art there." Psalm 139 v. 8

He created me in a wonderful fashion, for a purpose He planned for me in eternity past

"I will praise thee; for I am fearfully and wonderfully made: marvelous are thy works; and that my soul knoweth right well. Thine eyes did see my substance, yet being unperfect; and in thy book all my members were written, which in continuance were fashioned, when as yet there was none of them." Psalm 139 vs. 14,16

His continual loving care for me cannot be measured.

"How precious also are thy thoughts unto me, O God! How great is the sum of them! If I should count them, they are more in number than the sand: when I awake, I am still with thee." Psalm 139 vs. 17,18.


HOW SHOULD I RESPOND TO
MY CREATOR'S LOVE FOR ME?

Allow Him to show me my spiritual condition.

"Search me, O God, and know my heart: try me, and know my thoughts:

And see if there be any wicked way in me." Psalm 139 vs. 23,24a

"For all have sinned, and come short of the glory of God." Romans 3:23

Accept the plan He has designed for my life, beginning now with my salvation.

"and lead me in the way everlasting." Psalm 139 v. 24b

Realize that Jesus Christ, my Creator, so loved me that He, as God, took upon Himself human flesh, and came to this earth to be punished for my sin by dying on the cross.

"But God commendeth His love toward us, in that, while we were yet sinners, Christ died for us." Romans 5:8

Realize that because of His death, burial and resurrection for me, I can have the gift of spending eternity with my Creator.

"For the wages of sin is death; but the gift of God is eternal life through Jesus Christ our Lord." Romans 6:23

modernismo fumo di satana

eppure, i valori degli immobili collassano, i locali non si riescono ad affittare: gli inquilini non pagano l'affitto, ecc.. ecc.. ma, i mutui ipotecari del sistema bancario S.p.A. Rothschild Bildenberg regime: rimangono li a spingere le persone alla disperazione ed al suicidio! ] RESTITUITECI LA NOSTRA SOVRANITà MONETARIA! NON POSSIAMO ESSERE GLI SCHIAVI DI ROTHSCHILD! [ ROMA, 1 NOV - Buste paga più leggere per gli statali. Lo certificano i dati Istat, da cui emerge come dal 2010, anno in cui è partito il blocco, al 2014, ultimo aggiornamento, la perdita sia stata pari a 390 euro, guardando alla retribuzione lorda pro capite. Il calcolo è sulle somme correnti, senza considerare l'erosione dovuta all'inflazione.

papa BERGOGLIO ] sono consapevole che stai lottando contro tutto questo ed it.Aleteia.org sta facendo un ottimo lavoro! [ tu puoi riempire il mondo di cristiani modernisti, e di Vescovi che non credono alla esistenza del demonio! [ è tutto inutile se tu non ottieni cattolici biblici fondamentalisti! ] ai nostri tempi almeno imparevamo il catechismo di San Pio X, a memoria.. ADESSO almeno, SAREBBE PIù OPPORTUNO, FARE STUDI BIBLICI!
Erdogan SALMAN ] [ proprio voi, che voi siete una apostasia totale [ fottiti 666 inquisitore sharia ] voi fate la inquisizione ai SANTI? ok! voi avete trovato bene la strada dell'inferno, dato che la KaBBAlah esisteva già prima, che Maometto fosse nato! VOI SIETE UNA REALTà TEOLOGICA, giuridica E STORICA INQUIETANTE! MAOMETTO INCONTRò, SOLTANTO, ERETICI ARIANI E VANGELI APOCRIFI! Smettete di fare i maniaci religiosi: criminali impuniti, perché, questa questa storia di ISLAM, tutte le altre volte è sempre finita in tragedia! Maometto si è fatto ingroppare da tutti i demoni che lui ha incontrato sulla sua strada!
Erdogan sharia salafiti SALMAN ] [ io parlare male dello ISLAM? ] voi state pugnalando alle spalle il GENERE UMANO, voi state restituendo male per bene a tutti, voi ci avete fatti precipitare in un Medio EVO da incubo! e io cosa dovrei dire? "siete tutti bravi belli e buoni assassini, di criminali internazionali!"
to SALMAN SHARIA ERDOGAN E A OBAMA GENDER IL MANDANTE COMPLICE! ] ROMA, 1 NOV - La Farnesina "deplora l'ennesima barbara profanazione" del cimitero cattolico italiano Hammangi di Tripoli da parte di sconosciuti: "La profanazione di un luogo sacro è un gesto vile, di inciviltà e intolleranza, tanto più grave perché perpetrato quando in Italia e in altri Paesi è consuetudine recarsi nei cimiteri a salutare i defunti".
CON QUESTO USURAIO FMI ROTHSCHILD SPA MAOMETTO NAZISTA SHARIA 322 BUSH NWO? LA VITA è DIVENTATA UNA MINACCIA CONTINUA! ROMA, 1 NOV - L'aereo russo schiantatosi ieri nel Sinai si è spaccato mentre era in volo: lo scrive la Cnn online, citando fonti dell'aviazione civile russa ripresa dai media locali. Ai giornalisti russi, Viktor Sorochenko, direttore esecutivo della commissione interstatale dell'aviazione russa, ha detto: "La disintegrazione della fusoliera si è verificata in volo, e i frammenti sono distribuiti su un'area piuttosto ampia, circa 20 chilometri quadrati".
CHI HA IL DOVERE DI PROTEGGERE CONTRO ISLAM I MARTIRI CRISTIANI? CHI? ] [ CON QUESTO USURAIO FMI ROTHSCHILD SPA MAOMETTO NAZISTA SHARIA 322 BUSH NWO? LA VITA è DIVENTATA UNA MINACCIA CONTINUA! [ Christians  Rescue Christians Promo (RescueChristians.org)
di Rescue Christians Make a difference in the plight of persecuted Christians world-wide.
http://RescueChristians.org
 Rescue Christians 3:31 Rescued Christians: Venus
di Rescue Christians
http://rescuechristians.org
christian slaves in pakistan, rescued christian, help save christian lives, persecuted church
 Rescue Christians Rescued Christians: Maria
di Rescue Christians
http://rescuechristians.org
christian slaves in pakistan, rescued christian, help save christian lives, persecuted church
 Rescue Christians
Rescued Christians: Asifa
di Rescue Christians
http://rescuechristians.org
christian slaves in pakistan, rescued christian, help save christian lives, persecuted church
 Rescue Christians Rescued Christians: Nadeem
di Rescue Christians
http://rescuechristians.org
christian slaves in pakistan, rescued christian, help save christian lives, persecuted church
 Rescued Christians: Chanda
di Rescue Christians
http://rescuechristians.org
christian slaves in pakistan, rescued christian, help save christian lives, persecuted church
 Rescue Christians Rescued Christians: Munawwar
di Rescue Christians
http://rescuechristians.org
christian slaves in pakistan, rescued christian, help save christian lives, persecuted church
 Rescue Christians Freedom from Slavery di Rescue Christians
http://rescuechristians.org
christian slaves in pakistan, rescued christian, help save christian lives, persecuted church
 Rescue Christians Freedom from Slavery April 4 YouTube 360p
http://rescuechristians.org
christian slaves in pakistan, rescued christian, help save christian lives, persecuted church

Freedom from Slavery 6
di Rescue Christians
http://rescuechristians.org
christian slaves in pakistan, rescued christian, help save christian lives, persecuted church

Rescue Christians Liaqat Masih YouTube 360p
di Rescue Christians
http://rescuechristians.org
christian slaves in pakistan, rescued christian, help save christian lives, persecuted church
 Rescue Christians Freedom from Slavery April 5 YouTube 360p
di Rescue Christians
http://rescuechristians.org
christian slaves in pakistan, rescued christian, help save christian lives, persecuted church

Rescue Christians Freedom from Slavery April 3 YouTube 360p
di Rescue Christians
http://rescuechristians.org
christian slaves in pakistan, rescued christian, help save christian lives, persecuted church
 Rescue Christians Freedom from Slavery 9
di Rescue Christians
http://rescuechristians.org
christian slaves in pakistan, rescued christian, help save christian lives, persecuted church
 Rescue Christians Freedom from Slavery 10
di Rescue Christians
http://rescuechristians.org
christian slaves in pakistan, rescued christian, help save christian lives, persecuted church
 Rescue Christians Freedom from slavery di Rescue Christians
http://rescuechristians.org
christian slaves in pakistan, rescued christian, help save christian lives, persecuted church
DEAR YOUTUBE ] TUTTI I MIEI COMMENTI CHE IO HO REALIZZATO NELLE ULTIME 7 ORE? SULLA MIA PAGINA DI https://www.youtube.com/user/JHWH1OsannaUniusRei/discussion SONO ANDATI TUTTI PERDUTI!
IRAN [ TU PER ME, in assoluto, tu SEI IL MIGLIORE IN TUTTO IL MONDO ] ma a causa del nazismo della sharia, io sarò costretto a farti del male! TU MI DEVI DARE LO STATO LAICO: CHE SIGNIFICA LIBERTà DI COSCIENZA E RELIGIONE, NON è LO STATO SECOLARE! questa mia richiesta è tutto il contrario dello Stato SECOLARE!
IRAN [ TU PER ME, in assoluto, tu SEI IL MIGLIORE IN TUTTO IL MONDO ] ma tu hai fatto una religione di nazisti sharia, che, i cristiani sono costretti a combattere, contro di te: per sopravvivere: al 30%! e sono costretti a combattere contro la ARABIA SAUDITA per sopravvivere al 100% [ mentre, lo sanno tutti che, sono: l'ANTICRISTO: Merkel Cameron, e i farisei satanisti massoni usurai Rothschild Bildenberg: Darwin GENDER, Sodoma, che hanno preso il controllo dello Occidente: e quindi, noi non siamo più in grado di poterci difendere da te! [ EPPURE, ANCHE TU NON TI POTRESTI DIFENDERE, SENZA DI ME: PERCHé IO SONO IL RE DI ISRAELE: QUINDI IO SONO L'UNICO UOMO AL MONDO CHE PUò DISTRUGGERE LO STATO MASSONICO DI ISRAELE!
IRAN [ è VERO CHE IN TUTTO IL MONDO: tu sei l'unico che può guardare la trave nell'occhio di tutti ] ma, è anche vero che, tu non ti puoi condannare a morte soltanto perché: GESù di Betlemme, ti può apparire per fare di te un missionario cristiano!  https://www.youtube.com/watch?v=KWZMg0ctNPs
il cielo vomiterà tutto l'ISLAM all'inferno! ] [ Il cimitero cattolico italiano di Tripoli 'Hammangi' è stato di nuovo devastato. Lo fa sapere l'Associazione Italiana Rimpatriati dalla Libia (Airl), che invia all'ANSA le foto che testimoniano lo sfregio. "Sono immagini che si commentano da sole per la loro inciviltà e che completano il quadro tragico della situazione in Libia", afferma la presidente dell'Airl Giovanna Ortu. "Grazie a Dio non abbiamo bisogno di tombe materiali per pregare in ricordo di quei morti, e ci piace ricordare la lunga tradizione di rispetto fra le diverse religioni che ha caratterizzato la nostra vita laggiù. La preoccupazione per i vivi libici in pericolo a causa della lunga guerra fratricida che ha dato spazio a presenze inquietanti prevale sull'accorata preghiera per i nostri cari defunti", sono le parole di Giovanna Ortu e di Giancarlo Consolandi, presidente dell'Exlali, Associazione alunni scuole cristiane di Tripoli. Secondo le ultime informazioni disponibili, nel cimitero cattolico di Tripoli riposano i resti di circa 8000 italiani.
=====================
USA avvertono Gran Bretagna: se uscite dall'UE avrete barriere commerciali con l'America ] il nuovo ordine mondiale prevede la islamizzazione del mondo e la distruzione di Europa e ISRAELE: io vi ho avvisati! SOLTANTO DISTRUGGENDO LA CIVILTà EBRAICO CRISTIANA SATANA 322 ROTHSCHILD SPA FMI POTRà DOMINARE IL MONDO! ] ISLAMICI CREDONO DI POTER VINCERE QUESTA PARTITA, MA, NON HANNO NESSUNA SPERANZA: SENZA DI NOI! [ li Stati Uniti non sono entusiasti all’idea di definire un accordo di libero scambio separato con la Gran Bretagna, se questa dovesse lasciare l’Unione Europea, così dice il rappresentante USA per il commercio, Micheal Froman – si tratta del primo commento pubblico di un importante funzionario USA su questo tema.
=======================
Ad accomunare tutti IN EUROPA, LO DISSE GIOVANNI PAOLO II CHE DOVEVANO COSTRUIRE SULLE RADICI EBRAICO CRISTIANE: MA I DARWIN GENDER USURAI ROTHSCHILD, ANCORA UNA VOLTA, CI HANNO ROVINATO, E CI HANNO MESSO SUL BARATRO DELLA DISPERAZIONE! Quel che l’Europa NON capisce (e gli euroscettici capiscono benissimo) però, è il sentimento di sfiducia nei confronti di Bruxelles e del processo di costruzione europea. Quando masse così eterogenee, ma così numerose, si esprimono in maniera univoca, la risposta dell'Unione europea non può essere quella consueta, corporativistica, o meglio élitaria di chi pensa che si tratti di fenomeni marginali e trascurabili. Ventitré anni dopo Maastricht e quindici anni dopo l'euro, la Ue dovrebbe essere popolare e consolidata. Sta avvenendo esattamente il contrario: è sempre più impopolare e tellurica nelle sue fondamenta. E la sufficienza con cui certe élite negano a se stesse la realtà rischia di essere prodromica a sviluppi inimmaginabili, collettivi e diffusi. http://it.sputniknews.com/politica/20151101/1459649/Europa-Brexit-euroscettici.html#ixzz3qHAdJQYA
Donetsk accusa Kiev di manovre per escludere il Donbass da negoziati e coinvolgere gli USA  [ USA SPA FMI 322 NWO DELIBERATAMENTE SOFFIANO SUL FUOCO DI OGNI CRISI! DOVE IL LORO VERME NON MUORE E DOVE IL LORO FUOCO NON SI ESTINGUE! ] 01.11.2015( Le autorità ucraine prima vogliono accusare i filorussi della DNR di violazioni degli accordi di Minsk, per poi annullarli completamente e modificare la composizione dei negoziatori, ha dichiarato Eduard Basurin. Kiev sta facendo tutto il possibile per impedire alle autoproclamate Repubbliche Popolari di Lugansk e Donetsk di prendere parte al processo diplomatico: questo potrebbe portare ad una escalation del conflitto militare nel Donbass, ha detto ai giornalisti oggi il vice comandante delle milizie della DNR Eduard Basurin. "La leadership militare e politica dell'Ucraina continua a violare gli accordi di Minsk per ordine dei suoi sponsor stranieri, che "stanno cercando di trasformare il quartetto della Normandia in una organizzazione più favorevole per loro, di annullare gli accordi firmati in precedenza per escludere le Repubbliche del processo diplomatico, fatto che porterà automaticamente all'escalation del conflitto lungo la linea di contatto," — ha osservato Eduard Basurin. Secondo Basurin, per raggiungere questi obiettivi Kiev sta cercando di dare la colpa ai filorussi Repubblica della violazione degli accordi di Minsk. "Ecco, lo schema più comune è accusare il Donbass della violazione degli accordi di Minsk, per annullarli e condurre i negoziati in un formato diverso, ci esclude dal processo di negoziazione, coinvolgendo gli Stati Uniti," — ha detto il leader filorusso.
http://it.sputniknews.com/mondo/20151101/1460817/DNR-Basurin-Ucraina.html#ixzz3qHC40AIg
[ USA SPA FMI 322 NWO DELIBERATAMENTE SOFFIANO SUL FUOCO DI OGNI CRISI! DOVE IL LORO VERME NON MUORE E DOVE IL LORO FUOCO NON SI ESTINGUE! ] PROPRIO LA ARABIA SAUDITA HA DATO ORDINE DI FARE IL GENOCIDIO DI TUTTI I CRISTIANI E DI TUTTI GLI SCIITI SIRIANI!  [ Adel al-Jubeir, ministro degli Esteri dell'Arabia Saudita, ha dichiarato che il suo Paese potrebbe continuare a sostenere l'opposizione moderata in Siria nel caso in cui gli sforzi per trovare una soluzione politica falliscano. Se falliranno i tentativi per trovare una soluzione politica della crisi siriana, l'Arabia Saudita rafforzerà il suo sostegno all'opposizione moderata, ha dichiarato in Bahrain il ministro degli Esteri saudita Adel al-Jubeir.
http://it.sputniknews.com/mondo/20151101/1460213/Assad.html#ixzz3qHDzMdbA
LA GIURISPRUDENZA DI QUEL TRATTO DI MARE è SENZA VALORE GIURIDICO: PERCHé è IL RETAGGIO DI UNA POTENZA COLONIALE: CHE HA PERSO LA GUERRA! E QUINDI DEVE ESSERE COSTRUITA, DA UNA COMMISSIONE! IN QUESTA CIRCOSTANZA UNA GUERRA è LA PIù GRANDE CAZZATA! ]  La prepotenza degli USA rischia di far scoppiare una guerra con la Cina” [ USA SPA FMI 322 NWO DELIBERATAMENTE SOFFIANO SUL FUOCO DI OGNI CRISI! DOVE IL LORO VERME NON MUORE E DOVE IL LORO FUOCO NON SI ESTINGUE! ]  Gli Stati Uniti continuano a far valere il loro diritto di navigare liberamente nelle acque vicino alle isole che la Cina rivendica. In questo contesto i timori di una possibile guerra tra i due Paesi continuano a profilarsi all'orizzonte, ritiene l'esperto militare della rivista “The National Interest” Dave Majumdar: http://it.sputniknews.com/mondo/20151101/1460213/Assad.html#ixzz3qHFbuJkj
 I SATANISTI USA DEVONO ESSERE SANITARIZZATI ] TU NON PUOI STARE CON SATANA BUSH E ROTHSCHILD, E POI, PENSARE CHE IL TUO LAVORO POTREBBE GIUNGERE A BUON FINE! ] [ Il Giappone non ha dubbi, “necessario rafforzare la cooperazione con la Cina”  01.11.2015 (  OVVIAMENTE COREA E GIAPPONE SONO IN MALA FEDE! ) Durante un incontro a Seul, il primo ministro giapponese Shinzo Abe e il premier cinese Li Keqiang hanno discusso di cooperazione economica e dei modi per migliorare le relazioni bilaterali e dei diversi approcci alle interpretazioni storiche e di altre questioni. Il primo ministro giapponese Shinzo Abe e il premier cinese Li Keqiang hanno avuto un incontro a margine di un vertice trilaterale a Seul con la partecipazione del capo di Stato della Corea del Sud: http://it.sputniknews.com/politica/20151101/1460595/Abe-CoreadelSud-Seul-Asia.html#ixzz3qHHNzgt3
lorenzojhwh DominusUniusREI [ è la Bibbia che illumina la ARCHEOLOGIA! ] [ E’ Sodoma la città che è stata scoperta in Giordania? FORSE è GERICO! ] e le 5 città sotto il mar morto a chi appartengono? veramente, a me non mi sembra che, in questa città si sia abbattuta tutta l'IRA di DIO JHWH, contro GENDER 322 BUSH MASSONE 666 OBAMA ROTHSCHILD TALMUD BILDENBERG DARWIN MAOMETTO, in modo INFERNO sufficiente! [ Un gruppo di archeologi sostiene che il sito ritrovato lungo il Giordano coincide per età, posizione geografica, materiali alla città biblica distrutta da Dio.
lorenzojhwh Dominus Unius REI [ è la Bibbia che illumina la ARCHEOLOGIA! ] ERDOGAN SHARIA IRAN SALMAN [ come è quella storia che Maometto è salito al cielo da Gerusalemme, 7 anni dopo la sua morte? Ecco perché, voi avete bisogno di essere gli assassini!
Turchia, murales Sette nani ironizza sul popolo curdo al voto ] QUESTO INDICA IL RAZZISMO di ERDOGAN e DEGLI ISLAMICI IN GENERE: E DEI TURCHI IN SPECIE! tutte sintomatologie: di intolleranza fanatismo e massimalismo ideologico, CHE è UN SENTIMENTIMENTO GENOCIDARIO E NAZISTA DI PREDISPOSIZIONE AL DISPREZZO E AL GENOCIDIO DELLE DIVERSITà! ISLAM della sharia, è ignoranza, oscurantismo, una estrema minaccia per la sopravvivenza del genere umano!








il MODERNISMO ERESIA, come il "fumo di satana" è entrato nella Chiesa di Cristo, la aggressione dei marrani! LA NATURA UMANA(EVOLUTA SENZA DIMOSTRAZIONE SCIENTIFICA) ASSOLUTAMENTE INADATTA ED INCOMPATIBILE, PER IL REGNO DI DIO, A MOTIVO DEL PECCATO ORGINALE è DIVENUTA "BUONA" RIDICOLIZZANDO IL SACRIFICIO DELLA CROCE, e RENDENDO INCOMPRENSIBILE LA VITA DELL'UOMO SPIRITUALE, E DELL'UOMO DIVINIZZATO. I CARNALI GENDER, SCIMMIE EVOLUTE, HANNO AVUTO IL LORO MOMENTO DI GLORIA: questo è il POTERE DELLE TENEBRE! ] Teologi e Pastori scellerati invece di fondarsi su San Tommaso e il concilio Vatino II, come sul"Fides et Ratio" il solido magistero della Chiesa, attingono alla schiuma del demonio: Cartesio, Hume, Kant, Schelling, Hegel, Heidegher, Husserl, ecc...


http://www.paginecattoliche.it/modernismo2.htm
 II. L'antimodernismo sotto Pio xX, Testo del prof. Roberto de Mattei. tratto dall'opera "Don Orione negli anni del modernismo",
edita da Jaca Book, Milano 2002, pp. 320, Euro 23, ISBN 8816-30386-7. http://www.jacabook.it/ricerca/schedalibro.asp?idlibro=2714,
e curato da Don Flavio Peloso dell'Opera Don Orione, http://213.156.45.144/m2wa/donorione/messaggi/articolo.asp?ID=129 ,
qui riprodotto per gentile concessione del curatore e dell'editrice. 1. Il Magistero antimodernista di san Pio X. La reazione antimodernista all'interno della Chiesa si riassume emblematicamente nell'opera di magistero e di governo di Pio X anche senza evidentemente esaurirsi in essa. Il numero dei collaboratori pienamente fedeli agli orientamenti del Pontefice fu tuttavia meno consistente di quanto si possa immaginare e gli antimodernisti costituirono, come i modernisti, una minoranza all'interno della Chiesa.

Quando, il 4 agosto 1903, cardinale Giuseppe Sarto, patriarca di Venezia, venne elevato al soglio pontificio, il padre Semeria ne apprese la notizia da don Minocchi in Russia. «Chi han fatto Papa?», domandò. «Sarto – rispose Minocchi – con il nome di Pio X». «Un reazionario! Siamo fritti», rispose Semeria1.
Il «reazionario» Pio X, «fu nel medesimo tempo – come ben sottolinea Roger Aubert – uno dei più grandi pontefici riformatori della storia»2. Il suo programma di restaurazione della società cristiana, riassunto dalla formula Instaurare omnia in Cristo, implicava, oltre alla ferma difesa dell'ortodossia della Chiesa minata dal modernismo, anche un vasto programma di iniziative pastorali e di riforme, a cominciare da quella della Curia pontificia. La reazione di Pio X contro il modernismo non fu d'altra parte, semplice repressione, ma profonda riflessione e fermo giudizio sui problemi che esso sollevava. Ciò risulta chiaramente dalla enciclica Pascendi3, l'atto più significativo del suo regno e uno dei documenti pontifici di maggior spessore teoretico del secolo XX. La Pascendi venne preceduta dal decreto Lamentabili4 che sta ad essa come il Sillabo alla Quanta cura e fu seguita dal giuramento antimodernista Sacrorum antistitum, che ne costituisce il compimento.
L'ampio ed elaborato documento è diviso in tre punti in cui vengono analizzate e ricondotte a unità le diverse personalità che si fondono nei fautori del modernismo: il teologo, lo storico, il critico, l'apologeta, il riformatore. Seguono le istruzioni disciplinari che i vescovi debbono attuare nella scelta dei professori nei seminari e per l'incremento degli studi filosofici, teologici e delle materie profane ausiliarie.
Per Pio X, l'agnosticismo, secondo cui la ragione umana è ristretta interamente entro il campo dei fenomeni e non può innalzarsi a Dio, né conoscerne l'esistenza, sia pure per mezzo delle cose visibili, costituisce l'aspetto negativo del modernismo5. La dottrina dell'immanenza vitale ne costituisce l'aspetto positivo6.
L'immanenza, come ogni fenomeno vitale, nasce per i modernisti da un bisogno che sorge a sua volta da un «movimento del cuore», un sentimento religioso, la cui specificità è la fede che non poggiando su alcune premesse razionali è in realtà fideismo. La fede per essi non è l'adesione dell'intelligenza ad una verità rivelata da Dio, ma una esigenza religiosa che per «vitale immanenza» si sprigiona dall'oscuro fondo (subcoscienza) dell'anima umana. L'immanenza postula l'equivalenza tra coscienza e rivelazione intesa come l'apparire di Dio all'anima: di qui «la legge che erige la coscienza religiosa a regola universale sullo stesso piano della rivelazione e alla quale tutto deve essere sottoposto, perfino l'autorità suprema, nella sua triplice manifestazione, dottrinale, culturale, disciplinare»7.
L'immanenza viene applicata dal teologo alle formule e verità di fede con la conclusione che le rappresentazioni della realtà divina si riducono a «simboli», espressioni di particolari situazioni di coscienza la cui «formula intellettuale» muta a secondo dell'«esperienza interiore» del credente. Le formule del dogma, per i modernisti, non contengono verità assolute: esse sono immagini della verità che devono adattarsi al sentimento religioso8.
Il modernismo respinge i concetti della trascendenza teologica di Dio rispetto al creato, della divinità di Gesù Cristo, considerata unicamente presente nella coscienza del credente e della divinità della Chiesa, prodotto dell'esperienza collettiva. In ultima analisi l'unica formula valida della verità religiosa si risolve nella struttura che la coscienza dà a sé stessa di fronte ai singoli problemi della fede. In questo senso viene capovolta la prospettiva tradizionale secondo cui l'esperienza religiosa può essere soltanto un valore secondario e indipendente dalla Rivelazione e dal Magistero ecclesiastico e si riprende il tentativo dello gnosticismo di abbracciare tutte le istanze della verità attraverso un principio unico, la soggettività della verità e la relatività di tutte le sue formule9.
Il nucleo del modernismo per Pio X non consiste tanto nell'opposizione all'una o all'altra delle verità rivelate, ma nel cambiamento radicale della nozione stessa di «verità», mediante l'accettazione del «principio di immanenza» che sta a fondamento del pensiero moderno10, come riassume la proposizione 58 condannata dal Decreto Lamentabili: «La verità non è più immutabile dell'uomo stesso, giacché essa si evolve con lui, con lui per lui». Dio stesso si fa in noi e non sarà mai attuato in pieno perché il divenire non può arrestarsi. La conseguenza di quest'errore è la professione dell'evoluzione dei dogmi: il significato e valore dei dogmi non proviene più dal loro immutabile contenuto, ma dall'«esperienza religiosa» del credente, dall'emozione soggettiva che il dogma può suscitare in lui. Contrariamente ai principi di identità, di contraddizione e di causalità, il divenire è a se stesso la sua ragione, senza una causa superiore, in un vortice evolutivo in cui l'essere si confonde con il non essere, il vero con il falso, il bene col male.
Considerata nella sua struttura fortemente teoretica ed anche nel suo inconfondibile stile, la Pascendi può essere considerata come un documento fondamentale del Magistero della Chiesa e fra tutti gli atti di Pio X resta «il monumento più insigne del suo pontificato»11. Essa, come sottolinea Poulat12, è lo sbocco logico dell'orientamento vigorosamente affermato da Pio X, circa mezzo secolo prima, nel Sillabo (1864): «Pio IX denunciava gli errori ad extra (all'esterno della Chiesa) che correvano nel mondo; Pio X, al contrario, colpiva un fenomeno ad intra (all'interno della Chiesa), colpendo quegli stessi errori che si erano infiltrati nella Chiesa, dove avevano preso forme e radici»13.
La Pascendi costituirà un riferimento anche per l'enciclica Humani generis di Pio xii14 e la Fides et Ratio di Giovanni Paolo ii15.
Il documento di Pio x fu inaspettatamente elogiato per la sua potenza filosofica e la sua coerenza dai due principali pensatori «laici» dell'Italia del tempo, Benedetto Croce e Giovanni Gentile. Croce, dopo la pubblicazione dell'enciclica, scrisse un articolo sul «Giornale d'Italia» del 13 ottobre 1907, dal titolo Insegnamenti cattolici di un non cattolico. Benedetto Croce a Salvatore Minocchi in cui concludeva ponendo ai modernisti l'alternativa: «o andare innanzi o tornare indietro. Ossia, o ricongiungersi ritardatari alle schiere dei pensatori non confessionali: o, dopo essersi dibattuti vanamente per qualche tempo, ricadere nel cattolicesimo tradizionale»16. Gentile da parte sua scriveva che «in verità l'enciclica Pascendi dominicis gregis è una magistrale esposizione e una critica magnifica dei principi filosofici di tutto il modernismo: e l'accusa di sfiguramento (secondo il termine tolto a prestito dall'enciclica stessa) che l'enciclica avrebbe fatto di esso modernismo, è gridio di paperi, come avrebbe detto il Carducci. L'autore dell'enciclica ha visto fino in fondo e interpretato esattamente, da critico enunctae naris, la dottrina giacente nelle esigenze filosofiche, teologiche, apologetiche, storiche, critiche, sociali dell'indirizo modernista»17.
L'opera antimodernista di san Pio x fu coronata dal Motu proprio Sacrorum antistitum del 1 settembre 191018 e dal giuramento che esso imponeva. «Questo giuramento, senza nulla aggiungere di essenziale agli atti precedenti, ne è quasi un solenne riassunto»19: esso costituisce una positiva e diretta riaffermazione delle dottrine cattoliche alle quali si oppongono le eresie moderniste.
In particolare il giuramento respinge «l'eretica invenzione della evoluzione dei dogmi, secondo la quale tali dogmi cambierebbero di significato per riceverne uno diverso da quello che è stato dato loro dalla Chiesa agli inizi»20 e rigetta la concezione modernista che vede nella dottrina cristiana una «creazione della coscienza umana» che si sarebbe formata poco a poco con lo sforzo degli uomini e dovrebbe perfezionarsi indefinitamente. La Chiesa ribadisce che la «dottrina della fede» è stata «trasmessa dagli apostoli e dai Padri ortodossi» come un «deposito divino» e non come un prodotto umano, frutto del pensiero o della coscienza dell'uomo. Infine l'ultimo articolo, fondendo la dottrina del concilio Vaticano i e quella della Pascendi ricorda che la fede non è «un cieco sentimento religioso che erompe dalle oscurità del subcosciente», ma che essa è «un vero assenso dell'intelletto» alla verità rivelata da Dio21.
Nel corso del suo pontificato, Pio x seguì personalmente l'esecuzione delle disposizioni dell'enciclica e quelle relative al giuramento antimodernista. Questi interventi e le sanzioni ecclesiastiche che colpirono i protagonisti, circoscrissero la portata e gli effetti del movimento ma non valsero ad arrestarne il corso né a frenarne la profonda influenza.

2. I collaboratori di Pio X nella difesa dell'ortodossia
De gentibus non est vir mecum (Is. 63,3), aveva confidato Pio x a mons. Archi che era stato suo metropolitano a Venezia22. La croce del suo pontificato fu la solitudine nell'affrontare la lotta, con pochi veri e devoti collaboratori all'interno dell'episcopato italiano e della stessa Curia romana. Oltre alla sua segreteria, diretta da mons. Giambattista Bressan (1861-1950), Pio x fu coadiuvato soprattutto da due cardinali23, il segretario di Stato Rafael Merry del Val24 (1865-1930) e il prefetto della Congregazione Concistoriale per i Vescovi Gaetano De Lai25 (1853-1928). Se De Lai rappresentò, secondo alcuni, «l'uomo forte del pontificato»26, Merry del Val fu realmente unito a Pio x «cor unum et anima una»27, in undici anni di aspre lotte su molteplici fronti. Una unione intima e costante tra due uomini di così diverse provenienze che si spiega solo, come ben sottolinea Orio Giacchi, se si pensa «all'altissima atmosfera in cui le due anime vivevano»28: canonizzato il Pontefice, in attesa di beatificazione il suo Segretario di Stato, i due personaggi illuminarono indubbiamente con le loro personalità un'oscura epoca nella storia della Chiesa.
Mons. Alfonso Archi (1844-1938), chiamato nel 1905 alla diocesi di Como che resse fino al 1925, e mons. Giovanni Volpi29 (1860-1931) vescovo di Arezzo dal 1904 al 1919, furono i due presuli più vicini a Pio x, rappresentando «le due punte più in vista dell'antimodernismo all'interno dell'episcopato italiano»30. Entrambi furono, oltre che zelanti pastori, insigni direttori di anime. Mons. Archi fu direttore spirituale della visitandina Benigna Consolata Ferrero31 (1885-1916), di cui è in corso il processo di beatificazione; mons. Volpi, già vicario e vescovo ausiliare della diocesi di Lucca, lo era stato della beata Elena Guerra (1835-1914) e di santa Gemma Galgani (1878-1903)32. I loro nomi non avevano tuttavia il prestigio e l'influenza di altri vescovi, come il cardinale di Pisa, Pietro Maffi (1858-1931) e il cardinale arcivescovo di Milano Andrea Carlo Ferrari (1850-1921), favorevoli alla cosiddetta «stampa di penetrazione», avversata dal Pontefice che appoggiava quei giornali che affermassero apertamente e senza compromessi i principi cattolici in tutti i settori della vita cristiana33.

Il quotidiano «L'Unità cattolica» fondato nel 1863 a Torino da don Giacomo Margotti (1883-1887), poi trasferito a Firenze nel 1892 e affidato alla direzione di Giuseppe Sacchetti (1845-1906) era il più importante quotidiano intransigente dell'epoca e il più vicino a Pio x34. Esso fu diretto da due giovani sacerdoti, don Paolo de Toth35 (1881-1965) e poi don Alessandro Cavallanti36 (1879-1917).
A Breganze, nella diocesi di Vicenza, uscì dal 1890 al 1915, la rivista «La Riscossa, Per la chiesa e per la patria» dei fratelli Scotton37, Jacopo (1834-1909), Andrea (1838-1915) e Gottardo (1845-1916). Nella rivista, voce ufficiosa dell'Opera dei congressi, più volte incoraggiata dalla Segreteria di Stato38, Paul Sabatier vedeva, con l'«Unità Cattolica», lo «specchio del pensiero di Pio x»39.
A Genova infine, nel 1908, l'«Eco d'Italia» divenne «La Liguria del Popolo» sotto la direzione di don Giovanni Boccardo40 (1877-1956), membro, per un certo tempo, del Sodalitium Pianum41, legato a mons. Volpi, che gli affidò la direzione del seminario di Arezzo.
Nei momenti delle più calde polemiche, Pio x manifestò la sua simpatia e benevolenza, «con gesti ed espressioni pubbliche ed inequivocabili»42, verso questi giornali che sussidiava, come ricorda il suo segretario particolare mons. Pescini, perché combattevano contro il modernismo43.

3. Mons. Benigni e il Sodalitium Pianum (1909-1921)
Mons. Umberto Benigni44 (1862-1934), entrò in scena qualche anno più tardi, con la sua agenzia di informazioni «Corrispondenza romana» (1907)45, prima pubblicata in italiano e poi in francese e poi con il Sodalitium Pianum, o Sodalizio San Pio v (1909), sotto il patrocinio del Papa che aveva istituito il Sant'Uffizio e ottenuto la grande vittoria di Lepanto contro i turchi (1571).
Nato nel 1862 a Perugia dove aveva completato gli studi ecclesiastici, Benigni aveva iniziato una duplice attività nel campo storico e in quello giornalistico nella redazione di quotidiani intransigenti come il ligure «l'Eco d'Italia» e il romano «La voce della Verità». Personalità di forte ingegno e di vasta cultura, con notevoli doti di organizzatore, il 24 maggio del 1906, su proposta di mons. Gasparri, fu chiamato alla Segreteria di Stato come sottosegretario della Congregazione degli Affari Ecclesiastici straordinari e il 28 agosto 1906 venne nominato prelato domestico di Sua Santità46. Rimase in quella carica fino al 7 marzo 1911 quando gli successe l'allora monsignor Eugenio Pacelli47.
Fu certamente questo il periodo più importante della sua vita. Grazie alla sua conoscenza delle lingue e alle sue relazioni internazionali, egli si occupava in particolare del servizio stampa della Santa Sede, svolgendo, per la prima volta nella storia, un ruolo che lo rese l'antesignano di quella che sarà la «sala stampa» vaticana48.
Nella sua testimonianza al processo di beatificazione di Pio x, il cardinal Gasparri riferendosi al Sodalitium Pianum sottolinea «con dispiacere che questo fu approvato da Pio x e dalla Concistoriale audito Pontifice»49. Pur non avendo mai ricevuto un'approvazione canonica formale, il Sodalitium pianum fu effettivamente conosciuto e incoraggiato dalla Santa Sede: in particolare dalla S. Congregazione Concistoriale, di cui era prefetto il card. De Lai e dallo stesso Pio x che inviò tre autografi papali di benedizione ed assicurò una sovvenzione annuale; costituito nel 1909, il Sodalizio fu sciolto dopo la morte di Pio x per essere riattivato nel 1915, d'intesa con la Congregazione Concistoriale. Venne definitivamente sciolto in data 25 novembre 192150.
Da quel momento in poi e fino alla morte, il 26 febbraio del 1934, mons. Benigni non esercitò alcuna carica ufficiale, al di fuori dell'insegnamento51.
La storiografia contemporanea ha ripreso le accuse di «delazione» e di «spionaggio» già lanciate dai modernisti contro il prelato romano: Benigni sarebbe stato, in una parola, «il peccato di Pio x»52. Si dimentica però il «multiforme e fervido lavorio segreto»53 del modernismo, svolto, come scrive Bedeschi, da un «un reticolo inafferrabile e variegato»54 diffuso nelle principali città italiane (a Napoli Avolio, a Milano Casciola, a Roma Genocchi, a Genova Semeria); in particolare si deve a Sabatier «la creazione di una controinformazione vaticana e modernista»55 attraverso un efficace collegamento coi corrispondenti dalle capitali europee di autorevoli organi di infomazione, dal «Times» al «Journal des Débats», dal «Temps» a «Le Siècle», dal «Daily News» al «Morning Post». Così, nel 1907, Sabatier che era alla ricerca di notizie su Benigni per passarle al giornalista Maurice Pernot56, si rivolge all'oratoriano Mattia Federici per conoscere notizie sul passato genovese del direttore di «Corrispondenza Romana»57: metodi non molto diversi da quelli «spionistici» attribuiti al suo avversario.
Attorno a mons. Benigni e al Sodalitium pianum si è creata una vera e propria «leggenda nera», in maniera tale da impedire un giudizio obiettivo sul personaggio che ebbe un carattere difficile58, ma intese, come scrive il card. Antonelli nella Disquisitio, «mettere sé stesso, le sue molteplici qualità intellettuali, le sue vaste esperienze, soprattutto nel campo storico-culturale e sociologico, al servizio della Chiesa»59. Va tenuta in conto la obiettiva ricostruzione dell'opera del prelato romano e dei suoi collaboratori di uno studioso come Poulat, così come sono di grande valore storico le conclusioni che scaturiscono dalla Disquisitio, che poté basare il suo esame sul prezioso incartamento della S. Congregazione Concistoriale60.
1) Il Sodalitium pianum, considerato in sé e sulla base del suo Statuto e Programma, era un'organizzazione buona e destinata a buon fine.
2) Il Sodalitium pianum voleva essere un organo di penetrazione (vita esemplare dei membri in conformità a tutte le direttive pontificie: vita cattolica «integrale»), e di informazione (raccolta personale, rapida e sicura, di notizie su tutti i campi della vita religiosa, politica, sociale, culturale) a servizio della Curia Romana.
3) Il Sodalitium pianum nella idea primitiva di Benigni, avrebbe dovuto essere una specie di istituto ecclesiastico «secolare» sottoposto alla S. Congregazione Concistoriale, così come vivono e agiscono gl'Istituti religiosi sotto la S. Congregazione dei Religiosi.
Il Sodalitium pianum servì effettivamente la Santa Sede offrendo regolari informazioni, facendo uso alle volte, per garantire la sicurezza della corrispondenza, di un apposito cifrario61. Il padre Jules Saubat62 (1867-1949), procuratore generale dei Padri di Betharram, che fu indirizzato a Benigni dal cardinale Merry del Val63 e divenne segretario del Sodalitium pianum, testimonia che «mai nella lotta furono usati mezzi illeciti o disonesti; però tutte le arti umane, anche le più scaltre, furono messe al servizio della verità»64. Ma, depone ancora lo stesso Saubat: «Spia no: la spia è il male al servizio del male e per il male. Qui c'è la vigilanza attraverso mezzi umani sufficientemente onesti, per il bene. Altrimenti bisognerebbe dire: spie sono i Nunzi che sono incaricati di informare; spia il Segretario di Stato a cui tutte le mattine il Papa domanda: Custos quid de nocte? Il Segretario di Stato passa per la scala regia: Benigni passava per la scala di servizio; è tutta qui la differenza»65.
«In conclusione, e considerando oggettivamente le cose – afferma il card. Antonelli nella Disquisitio – il segreto e il cifrario erano in un certo senso mezzi necessari, per lo meno utili, certo non immorali, dal momento che Benigni non ebbe segreti verso l'autorità competente della Santa Sede con la quale si teneva in contatto»66.

4. La Compagnia di Gesù al centro della tempesta
Al centro dell'acceso scontro tra modernisti e antimodernisti si trovò la Compagnia di Gesù la cui rivista «Civiltà Cattolica», fin dalla sua fondazione legata alla Santa Sede, esprimeva il tradizionale spirito di attaccamento al Papato dell'Ordine, al cui interno tuttavia si erano manifestate gravi defezioni, a cominciare da quella del padre Tyrrell, espulso dalla Compagnia solo dopo il 1906.
All'inizio del secolo, la «Civiltà Cattolica», che era stata un bastione delle posizioni intransigenti, si era piegata al vento delle novità, avvicinandosi a poco a poco, come scriveva l'oratoriano genovese Mattia Federici, amico di Loisy, «alla scuola esegetica che prima riteneva fosse suo compito combattere»67.
Accanto a Pio x, si schierarono tuttavia le menti più fortemente speculative della Compagnia di Gesù come i padri Louis Billot68 (1846-1931) e Guido Mattiussi69 (1852-1925). Scrittore, conferenziere, professore, promotore del movimento tomistico in Italia70, Mattiussi «fu veramente il propugnatore della verità cattolica. Col suo ingegno potente ed acuto, penetrava con tale facilità le verità più alte, da dare la sensazione che ne avesse piuttosto un'intuizione che una qualunque cognizione»71 scrive il padre (poi cardinale) Paolo Dezza ricordandone «l'irremovibile fermezza nel difendere la verità»72.
Billot, nel suo volume De inspiratione Sacrae Scripturae (1903), confutava non solo Loisy, ma gli scritti, ispirati alla metodologia storico-critica loisista, dei suoi confratelli Franz-Xavier Funk (1840-1907) Franz von Hummelauer (1841-1914) e Ferdinand Prat (1857-1938), ospitati tra il 1902 e il 1903 da «La Civiltà Cattolica» al cui interno esistevano, intorno al 1902, una tendenza «conservatrice» e una tendenza «progressista»73. Il padre Angelo De Santi (1847-1922), esponente dell'ala «progressista», dimostrava una sorprendente benevolenza nei confronti di Harnack, definendolo «un critico giusto, leale ed erudito»74 e tentando, la ambigua operazione di prendere «il buono che seppe darci il professore berlinese, lasciando a lui e ai suoi il cattivo»75, mentre il padre Prat teorizzava il «terzo partito», tra eterodossia e ortodossia, «quello dell'esegeta geloso di conciliare l'ortodossia più rigorosa con il desiderio di essere del suo tempo»76. Quando la rivista dei gesuiti arrivò al punto di pubblicare un articolo sostanzialmente elogiativo nei confronti del filosofo positivista ed evoluzionista Herbert Spencer, morto nel 1903, scese in campo lo stesso padre Mattiussi.
Tra i gesuiti vicini a Pio x vanno ricordati inoltre lo storico Ilario Rinieri77 (1853-1941), il sociologo Giulio Monetti78 (1874-1948) e il padre Giuseppe Chiaudano79 (1858-1915), superiore della Provincia piemontese della Compagnia dal 1903 al 1910. Quando nel 1913 il padre Salvatore Brandi (1852-1915) fu colpito da apoplessia, Pio x, che stimava la pietà e la dottrina del padre Chiaudano, lo nominò inaspettatamente rettore del collegio degli scrittori della «Civiltà Cattolica», ma il padre Chiaudano sopravvisse di poco a Papa Sarto. Gli successe il padre Enrico Rosa80 (1870-1938), allievo del padre Sante Schiffini81 (1841-1906), mentre ferveva la polemica sul sindacalismo cattolico.
Pio X non nascose la sua diffidenza verso la nuova linea della Compagnia di Gesù. Il padre Franz-Xaver Wernz (1842-1914), preposito generale della Compagnia, gravemente malato, il 31 luglio 1914 scrisse una lunga lettera protestando la fedeltà sua e dell'ordine e chiedendo direttive al Papa. Papa Sarto non rispose e in un colloquio confidenziale col nuovo «assistente d'Italia» manifestò le sue preoccupazioni per la linea delle riviste «Etudes» e «Stimmen aus Maria Laach» e per la persona del padre Wlodzimierz Ledochowski (1866-1942), «assistente» del padre Wernz e dall'11 febbraio 1915 suo successore come generale dell'Ordine82.

5. L'affermazione della «terza forza»
Tra modernisti e antimodernisti esisteva un «terzo partito»83 impersonata fino al 1913 dal cardinale Mariano Rampolla del Tindaro84 (1843-1913), Segretario di Stato di Leone XIII e mancato Papa nel conclave del 1903. Rampolla, nel 1901, aveva scelto come suoi collaboratori diretti mons. Giacomo Della Chiesa85 (1854-1922) e mons. Pietro Gasparri86 (1852-1934); il primo lo aveva nominato segretario della Congregazione per gli Affari ecclesiastici ordinari e Sostituto alla Segreteria di Stato; il secondo, segretario della Congregazione degli Affari ecclesiastici straordinari. Pio X, dopo aver nominato segretario di Stato il card. Merry del Val, aveva allontanato dalla Segreteria di Stato entrambi i protetti del cardinal Rampolla, il primo sostituito da mons. Nicola Canali (1874-1961), il secondo da mons. Raffaele Scapinelli di Legniguo (1858-1933). Dopo il 1908, la Segreteria di Stato, diretta da un cardinale Segretario comprendeva due sezioni, alla prima delle quali, la congregazione per gli Affari ecclesiastici straordinari, vennero affidati i compiti propri della Segreteria di Stato, mentre la seconda si occupava degli Affari interni. Dal cardinale Segretario di Stato Merry del Val dipendevano monsignor Canali, sostituto della Segreteria di Stato, a cui erano affidati gli Affari ecclesiastici ordinari e monsignor Scapinelli di Legniguo, segretario della sezione degli Affari ecclesiastici straordinari, coadiuvato fino al 1911 dal sottosegretario Umberto Benigni; una terza sezione si occupava dei brevi pontifici.
Mons. Gasparri fu creato cardinale nel concistoro del 6 dicembre del 1907 per assumere il compito di stendere la nuova codificazione del diritto canonico; mons. Della Chiesa, nell'ottobre del 1907, fu nominato a sua volta arcivescovo di Bologna, dove attese per ben sette anni la sua elevazione al cardinalato, avvenuta il 25 maggio del 191487. Pio X morì il 3 agosto 1914; appena tre mesi dopo il conferimento della porpora, il 3 settembre 1914 mons. Della Chiesa venne eletto a sorpresa al soglio pontificio: «I retroscena del Conclave, ormai noti abbastanza nei circoli romani – scrive Buonaiuti a Houtin il 17 settembre 1914 – mostrano indubbiamente che l'elezione del card. Della Chiesa ha voluto rappresentare l'indicazione di un governo ecclesiastico che fosse l'antitesi perfetta del regime di Pio X»88.
Quattro mesi dopo la morte di Pio X, mons. Eudoxe Mignot (1842-1918), arcivescovo di Albi, fece pervenire al cardinal Ferrata, primo segretario di Stato del neoeletto Benedetto XV, un Memoriale in cui attaccava duramente il movimento di reazione antimodernista promosso da san Pio X e invitava la Santa Sede ad una politica di «riconciliazione» con i modernisti89. Il 13 ottobre 1914, nominando, dopo il cardinale Ferrata, il cardinale Pietro Gasparri suo Segretario di Stato90, Benedetto XV manifestò la sua decisa volontà di mutare l'orientamento del pontificato piano91, tornando alla linea di governo «rampolliana» abbandonata da Pio X.
Benedetto XV in accordo con il cardinale Gasparri smantellò il Sodalitium pianum92 e tese la mano, senza successo, a Buonaiuti93. Dopo la morte di Benedetto XV, l'ultima battaglia tra la tendenza ecclesiastica antimodernista che si richiamava a Pio X e la linea moderata impersonata dal card. Gasparri si svolse nel corso di un conclave che, secondo quanto avrebbe confidato lo stesso Gasparri, fu «uno dei più contrastati nella storia»94. Il cardinale arcivescovo di Milano Achille Ratti venne eletto Papa il 6 febbraio del 1922 con il nome di Pio XI. L'aspro dibattito che aveva contrapposto il modernismo all'antimodernismo andò estinguendosi. Si aprì una stagione di apparente tregua in cui il modernismo parve inabissarsi e l'antimodernismo dissolversi.
==================
Dialogo col modernismo – di P. Giovanni Cavalcoli, OP. By admin On 13 ottobre 2013. di P. Giovanni Cavalcoli, OP già commentato alcuni aspetti della nuova intervista rilasciata dal Papa a Scalfari a Casa Santa Marta ed avevo promesso di toccare altri due punti emersi in quell'incontro: la questione del modernismo e quella della coscienza. agenzia ZENIT del 1° ottobre scorso riporta, tra le parole del Papa, un accenno interessantissimo al "modernismo", che invece non compare nel testo pubblicato da Repubblica del medesimo giorno e da L'osservatore Romano del 2 ottobre, dove invece al suo posto appare l'espressione "cultura moderna", che è altra cosa, anche se non senza rapporto col fenomeno del modernismo, che è un approccio eretico alla cultura moderna a suo tempo condannato, come è noto, da S.Pio X, mentre i Papi del postconcilio hanno sempre – salvo rarissime eccezioni – evitato di usare la parola "modernismo", carica di drammatiche risonanze, ed hanno fatto presente molte volte come il confronto critico con la cultura moderna sia impellente dovere della Chiesa di oggi stimolata in ciò dal Concilio Vaticano II.
http://www.riscossacristiana.it/dialogo-col-modernismo-di-p-giovanni-cavalcoli-op/
 Il problema dell'assenza o presenza della parola "modernismo" appare all'interno di un brano delle parole del Papa riportato in modo diverso nelle fonti citate. Presento le due versioni parallele (ZENIT e Repubblica-OR), che non sono del tutto uguali; ma è difficile sapere quale è la fonte fedele. Si comprende altresì che entrambe intendono riferire la stessa sezione dell'intervista perché, al di là delle evidenti somiglianze, nei due casi l'ultima frase è addirittura la stessa, come possiamo vedere:
 Da Repubblica e da L'Osservatore Romano:
 I padri conciliari sapevano che aprire alla cultura moderna significava ecumenismo religioso e dialogo con i non credenti. Dopo di allora fu fatto molto poco in quella direzione. Io ho l'umiltà e l'ambizione di volerlo fare.
 Da ZENIT:
 Si rinvigorisce allora l'invito dei padri conciliari ad aprirsi al modernismo, nel senso di proseguire sulla via dell'"ecumenismo religioso" e del "dialogo con i non credenti". Dopo il Vaticano II – ha constatato – "fu fatto molto poco in quella direzione. Io ho l'umiltà e l'ambizione di volerlo fare".
 Come si spiega questa differenza? Che cosa veramente ha detto il Papa? Io qui, prendendomi tutta la responsabilità e con modestia, avanzo un'ipotesi, che applica un principio ben noto ai critici: la cosiddetta lectio difficilior: proprio la lezione più difficile ed insolita è quella che ha maggior probabilità di essere il vero pensiero dell'Autore, perchè suppone nell'ascoltatore l'attitudine a recepire quanto di nuovo è venuto dall'oratore: la novità desta infatti l'attenzione in chi ascolta e stimola quindi di più a registrarla, che non le cose risapute o di carattere ordinario. Per questo la notizia di una novità sorprendente è più credibile di quella che riporta cose usuali o scontate.
 Per questo trovo più credibile il testo di ZENIT che non quello delle altre due fonti, le quali, per l'imbarazzo che può suscitare la parola "modernismo", possono aver ritenuto opportuno tralasciarla sostituendola con quella più innocua e scontata di "cultura moderna", per il vantaggio che può venire all'attuale modernismo, il quale per evidenti motivi, preferisce tenersi celato ed ha sempre avuto l'interesse a non riconoscersi tale, preferendo l'autonomina di "progressismo" assai meno compromessa ed anzi lusinghiera, e che tanto successo gli ha procurato.
 Ora non è da escludersi una forte presenza modernista in Repubblica, ed inoltre, per indizi in mio possesso, oserei avanzare l'ipotesi di un'infiltrazione modernista moderata persino ne L'Osservatore Romano.
 Ciò però che può giocare a favore del testo Repubblica-OR è che l'articolista di ZENIT sembra riferire solo ad sensum e mette tra graffette solo alcune espressioni del Papa, mentre la parola "modernismo" è fuori: il che può far pensare ad un'inesattezza dell'articolista o ad una sua arbitraria interpretazione delle parole del Papa, cose che purtroppo ogni tanto capitano nei giornalisti.
 Se tuttavia il Papa non l'ha pronunciata, resta finissima l'interpretazione dell'articolista, perchè coglie in modo straordinariamente intelligente l'impostazione pastorale dell'attuale Papa, lanciato in una formidabile impresa di recupero mediante il dialogo di quanto di valido c'è nella cultura moderna e quindi nello stesso modernismo, il quale, per quanto sia un'eresia, tuttavia, come avviene sempre nelle stesse eresie[1], non è privo di un aspetto di verità, che è appunto il tentativo, benchè fallito, di assumere nel cattolicesimo gli aspetti validi del mondo moderno.
 Che interesse potrebbero aver avuto i modernisti ad evitare il riferimento al modernismo? Il Papa aveva fatto una mossa abilissima e sorprendente col citarlo e nel modo col quale lo aveva citato: un modo rispettoso che ovviamente non potrà dimenticare S.Pio X. Questo non era accaduto nei precedenti Papi del postconcilio, i quali, quelle pochissime volte che avevano citato il modernismo, lo avevano fatto nel senso negativo di S.Pio X. Ma questo Papa, lo sappiamo, non cessa di sorprenderci. Analogamente egli ha citato positivamente la teologia della liberazione, ma senza dimenticare la condanna pronunciata dal Beato Giovanni Paolo II.
 Questa volta il riferimento al modernismo, se è autentico, è semplicemente favoloso e denota una improvvisa e geniale svolta nella pastorale del Papato nei confronti di questo pericolosissimo fenomeno, vera iattura della Chiesa di oggi, fenomeno del quale già il Maritain, seguìto poi da molti altri studiosi, si era accorto nel 1966 e contro il quale aveva messo in guardia, problema che i Papi finora non sono riusciti a risolvere. Si era adottata la misura di non parlarne, senza apprezzabili risultati. Ora Papa Bergoglio mette le carte in tavola e se anche non ha pronunciato la parola, ormai è chiara la sua linea, che ZENIT ha capito benissimo, vorrei dire profeticamente.
 Papa Francesco ha cominciato, a quanto pare, ad affrontare l'enorme problema del modernismo col suo stile caratteristico del dialogo. Come S. Francesco, Papa Bergoglio è capace di dialogare anche con i lupi, quei lupi che da decenni devastano l'ovile di Cristo, perché i pastori mercenari sono scappati, per non dire dei pastori che sono diventati lupi, quei lupi che hanno spaventato anche Papa Benedetto, il quale pure all'inizio del suo pontificato aveva chiesto preghiere affinchè non avesse avuto paura dei lupi. Non sono bastate le preghiere o siamo davanti ad un misterioso piano della Provvidenza che vuole vincere i forti con la forza dei deboli? Ricordiamoci la vittoria del Crocifisso. Ricordiamoci il Magnificat. Certo il cristiano è un agnello in mezzo ai lupi, ma, come diceva il Card.Biffi, "poveri lupi"!
 Anche i santi comunque possono fuggire in ritirata strategica: Gesù stesso forse non scappò quella volta che volevano gettarlo giù dal monte nella sua cara Nazaret? (Cf Lc 4 16-30). Se poi sono cacciati o danno le dimissioni, questo non depone contro il loro coraggio, anzi ne è una conseguenza. Papa Bergoglio non vuole pastori attaccati al denaro, ma soltanto al gregge di Cristo. Più che annusare i soldi, devono annusare le pecore.
 Una delle insidie più pericolose e fascinose che vengono dal modernismo, un'insidia "moderna", è la tematica dell'io e della coscienza. Al riguardo il Maritain, riferendosi alla cultura moderna, parlava dell'"avvento dell'io". E difatti Scalfari non si smentisce, parlando dell'io cartesiano, principio dell'immanentismo moderno, quell'i'io cartesiano, come riferisce lo stesso Scalfari, che gli fece perdere la fede. Ma avrebbe potuto citare anche Lutero.
 Papa Bergoglio è tornato sul tema della coscienza con espressioni che sanno apparentemente di relativismo e soggettivismo, ma che, bene intese, sono in perfetta linea con il realismo e l'oggettività dei valori tradizionalmente insegnati dalla Chiesa.
 Dice Scalfari al Papa: "Lei, Santità, l'aveva già scritto nella lettera che mi indirizzò. La coscienza è autonoma, aveva detto, e ciascuno deve obbedire alla propria coscienza. Penso che quello sia uno dei passaggi più coraggiosi detti da un Papa".
 Risponde il Papa: "E qui lo ripeto. Ciascuno ha una sua idea del Bene e del Male e deve scegliere di seguire il Bene e combattere il Male come lui li concepisce. Basterebbe questo per migliorare il mondo".
 Osservo che dire che ciascuno ha la sua idea del bene e deve seguire quella, non esclude che esista un'idea universale ed oggettiva del bene, che però dev'essere applicata e concretizzata in ciascun caso secondo il legittimo punto di vista e le esigenze proprie di ciascuno.
 Inoltre dovrebbe essere evidente che quando il Papa dice che bisogna seguire la propria coscienza, fa riferimento alla coscienza in buona fede, la quale, anche se oggettivamente sbaglia senza saperlo, resta innocente e deve essere seguita, come riconosce lo stesso S.Tommaso[2].
 Questo ha voluto dire il Papa e non altro. Egli si è già pronunciato contro il soggettivismo, che è invece la pretesa del soggetto o io individuale di essere il principio primo ed assoluto della propria o altrui condotta. Il cogito cartesiano, caro a Scalfari, è principio di soggettivismo. Ciò fa scomparire la nozione di bene comune, sulla quale tanto insiste il Papa, crea un bellum omnium contra omnes, viene fuori l'homo homini lupus di Hobbes, e alla fine si nega l'esistenza di Dio – l'io al posto di Dio – come sommo e saggio ordinatore della condotta morale.
 E' chiaro quindi che l'"autonomia" della coscienza, di tipo cartesiano, della quale parla Scalfari, non coincide affatto con l'autonomia come la intende Papa Bergoglio, autonomia che evidentemente non è assoluta, ma occupa cristianamente uno spazio limitato di azione e di iniziativa che gli è concesso dal Creatore.
 Il Papa non entra nella questione di una concezione giusta o sbagliata del bene, determinabile in base a un criterio oggettivo ed universale. Egli semplicemente suppone la percezione del bene e sostiene la libertà da parte di ciascuno di realizzarlo secondo il proprio punto di vista, le proprie preferenze e le proprie possibilità, diverse da individuo a individuo.
 Alla domanda di Scalfari se concepisce un'"unica idea del bene", il Papa si accorge che Scalfari non fa una questione metafisica sull'essenza universale del bene, ma entra nella questione pratica politico-morale se è legittima una pluralità di concezioni del bene.
 Il Papa risponde abilmente riconoscendo senza difficoltà l'esistenza e la legittimità di questa pluralità secondo le modalità sopra espresse. Come ho detto, Papa Bergoglio lascia qui nell'ombra, ma non esclude affatto l'universalità metafisica del Bene, e quindi l'unicità del Bene divino, grande lascito di Platone, fondamento del monoteismo, e la conseguente oggettività della legge morale, costante insegnamento della Chiesa, né quindi nega – come potrebbe? – un Bene sommo che sia il Bene unico per tutti, benchè fruito e goduto in modo diverso da ciascuno.
 Caratteristica del bene, però, è la concretezza e la singolarità, a differenza del vero, che è sempre universale ed astratto, come già notava Aristotele. Questo lo diceva con la massima chiarezza un S.Tommaso, campione dell'universalità, ma sommo realista. Una morale o un governo ecclesiale o politico che, in nome di un falso universalismo o una falsa unità (pensiamo al comunismo), misconoscesse questa autonomia o libertà della coscienza dei singoli, sarebbero disastrosi per la salvezza dell'uomo e il bene della comunità. Questo sottintende il Papa.
 Conclusione. Finora al termine modernismo si è dato un senso totalmente negativo, più o meno accentuato. S.Pio X, come è noto, lo chiamava la "somma di tutte le eresie". Da qui un certo alone di disagio e di tensione che circonda da quasi un secolo questa fatidica parola, che è diventata una specie di tabù anche per il triste ricordo di eccessi compiuti con zelo indiscreto e a volte crudele nell'operare la repressione del dannoso e traumatico fenomeno. Oggi i modernisti si rifanno contro i cattolici delle angherie subìte dai loro predecessori, con la differenza che se prima questi erano castigati dai cattolici, oggi sono i poveri cattolici a soffrire sotto i colpi degli eretici.
 Papa Francesco, con la sua evangelica semplicità, mette le carte in tavola e noi siamo invitati a trattare serenamente della grave questione con senso di responsabilità: raccogliamo il suo input sulla scia del Concilio e del principio del dialogo, senza per questo dimenticare gli errori condannati da S.Pio X.
 Occorre trovare il positivo anche nei fenomeni più aberranti, sull'esempio di Cristo che non spezza la canna fessa e non spegne il lucignolo fumigante o, se volete, mutatis mutandis, sull'esempio dei gatti, i quali trovano qualcosa di buono da mangiare anche nel bidone delle immondizie. Qualcosa del genere il Papa lo ha fatto con la teologia della liberazione.
 Sono convinto che i modernisti si stanno accorgendo della piega che stanno prendendo le cose e cercano di correre ai ripari con un'autodifesa impropria ed affannosa, ma penso che ormai sia per loro troppo tardi. Viene ad essi offerta la strada del dialogo, ma dovranno tener presente che il Papa non può cedere sui punti della fede. Egli pare ormai deciso a togliere dalla Chiesa quella "sporcizia" della quale parlava Papa Benedetto, ed a condurla sulla via di quel vero progresso della vita cristiana, che è stato voluto dal Concilio, al di là di resistenze anacronistiche anticonciliari e nella libertà dai rigurgiti modernisti, che falsamente si richiamano al Concilio.
[1] Mi permetto al riguardo di rimandare al mio libro La questione dell'eresia oggi, Edizioni Vivere In, Monopoli (Bari) 2008.
[2] Cf Summa Theologiae, I-II, q.19. aa.5-6.
http://www.riscossacristiana.it/dialogo-col-modernismo-di-p-giovanni-cavalcoli-op/
========================
il MODERNISMO ERESIA! ] http://tradizionalistacattolico.blogspot.it/2010/12/papa-pio-x-giuramento-antimodernista.html
Sacrorum Antistitum [giuramento antimodernista]
lunedì 6 dicembre 2010
San Pio X – Giuramento Antimodernista - Motu Proprio Sacrorum Antistitum
Papa Pio X Io Walter fermamente accetto e credo in tutte e in ciascuna delle verità definite, affermate e dichiarate dal magistero infallibile della Chiesa, soprattutto quei principi dottrinali che contraddicono direttamente gli errori del tempo presente.
Primo: credo che Dio, principio e fine di tutte le cose, può essere conosciuto con certezza e può anche essere dimostrato con i lumi della ragione naturale nelle opere da lui compiute (cf Rm 1,20), cioè nelle creature visibili, come causa dai suoi effetti.
Secondo: ammetto e riconosco le prove esteriori della rivelazione, cioè gli interventi divini, e soprattutto i miracoli e le profezie, come segni certissimi dell'origine soprannaturale della religione cristiana, e li ritengo perfettamente adatti a tutti gli uomini di tutti i tempi, compreso quello in cui viviamo.
Terzo: con la stessa fede incrollabile credo che la Chiesa, custode e maestra del verbo rivelato, è stata istituita immediatamente e direttamente da Cristo stesso vero e storico mentre viveva fra noi, e che è stata edificata su Pietro, capo della gerarchia ecclesiastica, e sui suoi successori attraverso i secoli.
Quarto: accolgo sinceramente la dottrina della fede trasmessa a noi dagli apostoli tramite i padri ortodossi, sempre con lo stesso senso e uguale contenuto, e respingo del tutto la fantasiosa eresia dell'evoluzione dei dogmi da un significato all'altro, diverso da quello che prima la Chiesa professava; condanno similmente ogni errore che pretende sostituire il deposito divino, affidato da Cristo alla Chiesa perché lo custodisse fedelmente, con una ipotesi filosofica o una creazione della coscienza che si è andata lentamente formando mediante sforzi umani e continua a perfezionarsi con un progresso indefinito.
Quinto: sono assolutamente convinto e sinceramente dichiaro che la fede non è un cieco sentimento religioso che emerge dall'oscurità del subcosciente per impulso del cuore e inclinazione della volontà moralmente educata, ma un vero assenso dell'intelletto a una verità ricevuta dal di fuori con la predicazione, per il quale, fiduciosi nella sua autorità supremamente verace, noi crediamo tutto quello che il Dio personale, creatore e signore nostro, ha detto, attestato e rivelato.
Mi sottometto anche con il dovuto rispetto e di tutto cuore aderisco a tutte le condanne, dichiarazioni e prescrizioni dell'enciclica Pascendi e del decreto Lamentabili, particolarmente circa la cosiddetta storia dei dogmi.
Riprovo altresì l'errore di chi sostiene che la fede proposta dalla Chiesa può essere contraria alla storia, e che i dogmi cattolici, nel senso che oggi viene loro attribuito, sono inconciliabili con le reali origini della religione cristiana.
Disapprovo pure e respingo l'opinione di chi pensa che l'uomo cristiano più istruito si riveste della doppia personalità del credente e dello storico, come se allo storico fosse lecito difendere tesi che contraddicono alla fede del credente o fissare delle premesse dalle quali si conclude che i dogmi sono falsi o dubbi, purché non siano positivamente negati.
Condanno parimenti quel sistema di giudicare e di interpretare la sacra Scrittura che, disdegnando la tradizione della Chiesa, l'analogia della fede e le norme della Sede apostolica, ricorre al metodo dei razionalisti e con non minore disinvoltura che audacia applica la critica testuale come regola unica e suprema.
Rifiuto inoltre la sentenza di chi ritiene che l'insegnamento di discipline storico-teologiche o chi ne tratta per iscritto deve inizialmente prescindere da ogni idea preconcetta sia sull'origine soprannaturale della tradizione cattolica sia dell'aiuto promesso da Dio per la perenne salvaguardia delle singole verità rivelate, e poi interpretare i testi patristici solo su basi scientifiche, estromettendo ogni autorità religiosa e con la stessa autonomia critica ammessa per l'esame di qualsiasi altro documento profano.
Mi dichiaro infine del tutto estraneo ad ogni errore dei modernisti, secondo cui nella sacra tradizione non c'è niente di divino o peggio ancora lo ammettono ma in senso panteistico, riducendolo ad un evento puro e semplice analogo a quelli ricorrenti nella storia, per cui gli uomini con il proprio impegno, l'abilità e l'ingegno prolungano nelle età posteriori la scuola inaugurata da Cristo e dagli apostoli.
Mantengo pertanto e fino all'ultimo respiro manterrò la fede dei padri nel carisma certo della verità, che è stato, è e sempre sarà nella successione dell'episcopato agli apostoli (1), non perché si assuma quel che sembra migliore e più consono alla cultura propria e particolare di ogni epoca, ma perché la verità assoluta e immutabile predicata in principio dagli apostoli non sia mai creduta in modo diverso né in altro modo intesa (2).
Mi impegno ad osservare tutto questo fedelmente, integralmente e sinceramente e di custodirlo inviolabilmente senza mai discostarmene né nell'insegnamento né in nessun genere di discorsi o di scritti. Così prometto, così giuro, così mi aiutino Dio e questi santi Vangeli di Dio. [ Stemma Papa Pio X ] Papa Pio X – Giuramento Antimodernista - Motu proprio Sacrorum Antistitum
===============
http://www.riscossacristiana.it/home/edith-stein/
====================
la giurisdizione del Regno di Dio dice: che, Se un popolo abita in un territorio per 40 anni ed un giorno, poi, ha diritto giuridico di possesso su quel territorio! E POI, LO SANNO TUTTI, A NESSUN POPOLO PUò ESSERE NEGATA LA PROPRIA PATRIA, ALTRIMENTI, DIVENTANO I SATANISTI FARISEI TALMUD AGENDA ROTHSCHILD IL FMI SPA, IL CAZZO NEL CULO!
! Benjamin Netanyahu, spesso soprannominato Bibi, io NON HO DEI DUBBI, CIRCA, IL FATTO CHE, IL MIO FRATELLO, Abd Allah bin Abd al-Aziz Al Saud, Re dell'Arabia Saudita Abdullah, MI POSSA NEGARE LA MADIANA, PER FARE UNA PATRIA A TUTTI GLI eBREI DEL MONDO! LUI è MOLTO PIù BRAVO RAGAZZO, DI QUELLO CHE IO DICO, contro di lui! questo è il mio problema: "Come, tu potrai costringere i Rothschild e tutti i parassiti usurai, come loro, a lasciare il loro potere nel NWO, ed il loro sacerdozio all'altare di Satana JaBullOn, per venire a vivere nel deserto Egiziano-Saudita?
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/10/23/mopresunto-attentatoreproblemi-mentali_cb5777e1-d0fb-498e-826f-9851e21da7f3.html
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
PRESTO QUESTO ABOMINIO Islam ABOMINIO FINIRà DI ESISTERE! Quella bambina di tre mesi che è stata uccisa: il suo vero nome è: Genere Umano! "PRESTO QUESTO ABOMINIO Islam ABOMINIO FINIRà DI ESISTERE!". TEL AVIV, 23 OTT - Lamentava problemi mentali emersi dopo aver scontato un periodo di detenzione in Israele Abdel Rahman al-Shaludi, il ventenne palestinese ucciso a Gerusalemme da un agente della polizia israeliana dopo che con la sua auto aveva investito un gruppo di passanti, provocando la morte di una bebe' e il ferimento di altre 8 persone. Secondo la polizia israeliana si e' trattato di un attentato. La agenzia Maan ha appreso che al-Shaludi aveva fissato un appuntamento con uno psichiatra. LO VANNO DICENDO TUTTI NEL REGNO DI DIO: "TUTTI I MUSULMANI HANNO GRAVI PROBLEMI PSICHICI! "
C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Genere Umano" Benedetto. C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux. Croce sacra sii la mia Luce, N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux. Che il dragone non sia il mio duce V. R. S. Vadre Retro satana, Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana. Non mi persuaderai di cose vane, S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas, Ciò che mi offri è cattivo, I.V. B. Ipsa Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni, ESORCISMO (Al segno + ci si fa il segno della croce) + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto, Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen!
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
My JHWH Holy -- quello che, io odio di questi satanisti farisei cabalisti luciferini talmud agenda FMI Banca MOndiale, Rothschild.. è che, loro si prendono sempre troppo tempo, e troppi cadaveri, per fare tutte le cose! C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Genere Umano" Benedetto. C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux. Croce sacra sii la mia Luce. N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux. Che il dragone non sia il mio duce V. R. S. Vadre Retro satana. Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana. Non mi persuaderai di cose vane, S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas. Ciò che mi offri è cattivo, I.V. B. Ipsa Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni, ESORCISMO (Al segno + ci si fa il segno della croce) + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto, Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen!
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
PRESTO QUESTO ABOMINIO Islam ABOMINIO FINIRà DI ESISTERE! gli atei evoluzionisti, le scimmie GENDER, non hanno nessun senso della logica, dal momento che, condannano a morte Israele, e tutto l'Occidente, per spianare la strada alla shariah, della LEGA ARABA, il peggiore nazismo CALIFFATO OTTOMANO della storia! Ma questa non è la agenda di questi coglioni sauditi salafiti spietati assassini.. NO! questa, è la agenda Rothschild talmud i satanisti DATAGATE NWO FMI SPA GMOS! Isis lapida uomo per adulterio in Siria. Due giorni dopo notizia su donna che ha subito stessa sorte. C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Benedetto. C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux. Croce sacra sii la mia Luce, N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux. Che il dragone non sia il mio duce V. R. S. Vadre Retro satana, Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana, Non mi persuaderai di cose vane, S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas, Ciò che mi offri è cattivo, I.V. B. Ipsa Venena Bibas, Bevi tu stesso i tuoi veleni, ESORCISMO (Al segno + ci si fa il segno della croce)
+ In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto, Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/10/22/confine-egitto2-militari-israele-feriti_d6a9b2db-b5bb-4019-88d1-d5c4cb82b139.html
al MIO FRATELLO, Abd Allah bin Abd al-Aziz Al Saud, Re dell'Arabia Saudita Abdullah. tu lo sai, le guerre sono utili, anche, per ridurre un forte incremento demografico! Quindi, se noi facciamo la mia FRATELLANZA UNIVERSALE, e la PACE UNIVERSALE: poi, voi non potete più pensare di fare: i poligami pedofili, che: devono fare morire, un 70% del popolo in guerra! come ha detto Erdogan alle sue cagne: "figliate! voi fate più figli!" e poi, lui va dicendo in giro, che, con 1.000.000 di soldati bene armati, lui deve conquistare Iraq, Siria, Israele, Egitto, Grecia, e tutti i balcani per rifare l'Impero Ottomano!
Benjamin Netanyahu, spesso soprannominato Bibi, QUESTO è SCIENTIFICO! L'UNICO MOTIVO PER LA CIA 666 DATAGATE 322 ROTHSCHILD, DI ENTRARE NEI MIEI BLOGGERS, è QUELLO DI DISATTIVAME LA FUNFIONE DI PUBBLICAZIONE AUTOMATICA, DEGLI ARTICOLI, ATTRAVERSO MAIL! quando io trovo disattivata questa funzione? POI, SOLTANTO LORO POTREBBERO ESSERE STATI!
===========================
al MIO FRATELLO, Abd Allah bin Abd al-Aziz Al Saud, Re dell'Arabia Saudita Abdullah. CHI è STATO QUEL FIGLIO DI UNA TROIA DI ERDOGAN, CHE è VENUTO A DIRE A ME: "LA SICILIA è STATA NOSTRA: PER 8 SECOLI!" E POI, COME UN VIGLIACCO DI CODARDO CHE TI SPARA ALLE SPALLE, POI è FUGGITO, SPARITO? Tu non dire come Erdogan "la terra islamica!" come a dire: "che importa che abbiamo fatto il genocidio, dei popoli precedenti, poi, questa è casa nostra shariah, nazi, ed a casa nostra noi possiamo fare i nazisti shariah!"
TU NON FARE COME ERDOGAN, NON DIRE LE SUE PAROLE, PERCHé ERDOGAN STA PER MORIRE COME UN CANE, INSIEME TUTTI I SUOI 1000.000 di SOLDATI!! C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Genere Umano" Benedetto. C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux. Croce sacra sii la mia Luce, N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux. Che il dragone non sia il mio duce V. R. S. Vadre Retro satana. Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana. Non mi persuaderai di cose vane, S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas. Ciò che mi offri è cattivo, I.V. B. Ipsa Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni, ESORCISMO (Al segno + ci si fa il segno della croce) + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto, Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen!
=======================
Usa: un messaggio ai sacerdoti Celebra le "nozze" gay o vai in galera di Massimo Introvigne23-10-2014 Non dite che non ve l'avevamo detto. Su questo giornale spieghiamo da tempo che dove passano le leggi sull'omofobia, dove si riconoscono le unioni civili e i «matrimoni» omosessuali, dove si sostiene che i diritti degli omosessuali a non essere discriminati prevalgono su ogni altro diritto, è solo questione di qualche anno e poi si andranno a prendere e portare in prigione anche i preti e i pastori che si rifiutano di «sposare» persone dello stesso sesso. Oggi dobbiamo confessare ai lettori che ci eravamo sbagliati. Pensavamo fosse questione di qualche anno: ma si trattava di qualche mese. Negli Stati Uniti, che pure sono un Paese con una grande tradizione di rispetto per la libertà religiosa, ci siamo già arrivati. Il 13 maggio 2014 la Corte d'Appello Federale per il Nono Circuito ha ordinato allo Stato dell'Idaho di cominciare a celebrare «matrimoni» fra persone dello stesso sesso il 15 ottobre di quest'anno, in una delle tante decisioni in cui i giudici calpestano in nome dei diritti degli omosessuali la volontà delle autorità statali elette dai cittadini e degli stessi elettori che si sono espressi in senso contrario mediante referendum. Il 15 ottobre nell'Idaho gli omosessuali hanno cominciato a «sposarsi»: s'intende, in municipio. Ma bastava leggere le pubblicazioni LGBT per sapere che, vinta la battaglia con lo Stato, la loro lobby e i loro avvocati si preparavano a combattere quella successiva, con le Chiese e comunità religiose, per obbligare preti e pastori a «sposarli». Due giorni dopo la data del 15 ottobre, il 17 ottobre, due omosessuali hanno preso contatto con i coniugi Donald ed Evelyn Knapp, pastori della Chiesa del Vangelo Quadrangolare nella ridente cittadina di Coeur d'Alene, Idaho. Che la cittadina sia ridente non è una semplice nota di colore. Gode di una straordinaria posizione su un lago che offre numerosi angoli pittoreschi e romantici, e subito alle spalle ci sono alte montagne coperte dalla neve per parecchi mesi. Celebrata da tante canzoni, Coeur d'Alene è una meta amata dai turisti, ma soprattutto da un tipo di turista particolare. A Coeur d'Alene si va per sposarsi, e per farsi fotografare vestiti da sposi con lo sfondo dei suoi panorami mozzafiato. Una causa relativa a matrimoni a Coeur d'Alene ha dunque tutte le carte in regola per diventare un caso nazionale. Quanto alla Chiesa del Vangelo Quadrangolare, è una delle maggiori denominazioni del protestantesimo pentecostale, presente tra l'altro anche in Italia. Per chi fosse stupito dall'aggettivo «quadrangolare» e pensasse a dottrine bizzarre, precisiamo che il nome della comunità fa riferimento ai quattro Vangeli e ai quattro ruoli di Gesù Cristo che salva, battezza nello Spirito Santo (dopo tutto si tratta di pentecostali), guarisce e regna.
I coniugi Knapp sono anziani pastori di questa comunità – stanno per celebrare le loro nozze d'oro, giacché sono sposati da quarantasette anni – molto conosciuti e rispettati a Coeur d'Alene. La Chiesa del Vangelo Quadrangolare rifiuta il «matrimonio» omosessuale, come tantissime altre Chiese e comunità religiose. Quando dunque ricevono la richiesta di «sposare» due uomini, i due pastori rifiutano in nome della loro dottrina. A questo punto scende in campo il sindaco Steve Widmyer, il quale fa parte di un partito indipendente di sinistra, Balance North Idaho, che a sorpresa ha sconfitto sia i repubblicani, egemonici dello Stato, sia i democratici in diverse elezioni comunali celebrate nel 2013. Che sia il sindaco a muoversi induce a riflettere, perché si tratta di una strategia ormai internazionale degli attivisti LGBT: contare sulla politica e sulla magistratura, ma corteggiare e cercare di fare intervenire anche i sindaci, come avviene in Italia in modo spettacolare in questi giorni con primi cittadini che violano la legge e sfidano i prefetti trascrivendo «matrimoni» omosessuali celebrati da italiani all'estero.
In molti Stati americani i sindaci hanno poteri di polizia e possono effettivamente mandare in prigione chi viola i loro ordini. Il sindaco ha dunque fatto notificare ai coniugi Knapp un ordine che ingiunge loro di celebrare subito il «matrimonio» fra i due omosessuali. Diversamente dovranno pagare una multa di mille dollari per ogni giorno di ritardo nella celebrazione del «matrimonio». Inoltre saranno arrestati e sconteranno 180 giorni di carcere, sempre per ogni giorno di ritardo. Come il sindaco – che dev'essere più forte in matematica che in tema di libertà religiosa – ha spiegato, questo significa che se i due anziani pastori dovessero mantenere il loro rifiuto per un mese, cioè trenta giorni, dovrebbero poi pagare trentamila dollari di multa e rimanere in prigione quattordici anni, dunque verosimilmente trascorrere in galera tutto il tempo che resta loro da vivere.
Il sindaco sostiene che in tutto questo non c'è nessuna violazione della libertà religiosa, perché – a differenza di quanto avviene nella Chiesa Cattolica, ma con modalità comuni a molte denominazioni protestanti – i matrimoni nella comunità dei pastori Knapp non sono gratuiti, ma sottoposti al pagamento di una quota fissa. Inoltre, a richiesta, la chiesa si occupa anche dei fiori e della musica e, per regolarità fiscale, emette una fattura che parte da una società appositamente costituita. Si potrebbe pensare che questo metta al riparo almeno i cattolici, ma è evidente che la lobby LGBT vuole costruire un caso pilota: dopo di che sosterrà che anche nella Chiesa Cattolica chi si sposa normalmente fa un'offerta, che costituisce un pagamento mascherato, e naturalmente se li vuole paga i fiori e la musica.
Evangelicamente convinti che si debba obbedire a Dio piuttosto che agli uomini, i due pastori hanno rifiutato di «sposare» gli omosessuali, dichiarando che preferiscono andare in prigione. Fortunatamente, come sanno i lettori di questa testata, negli Stati Uniti esiste una grande e agguerrita organizzazione di giuristi e avvocati che si battono per la causa della libertà religiosa, della vita e della famiglia, l'Alliance Defending Freedom, molto temuta dalla lobby LGBT perché ha vinto il 75% delle cause in cui ha partecipato. Nello scorso mese di luglio, abbiamo pubblicato un'intervista esclusiva con il suo presidente, il cattolico Alan Sears, che di interviste non ne concede molte. L'Alliance Defending Freedom ha capito la posta nazionale in gioco nel caso di Coeur d'Alene e ha preso in mano il caso dei coniugi Knapp, notificando alla città dell'Idaho un atto di citazione, che ha anche reso pubblico, il quale ha già avuto come primo risultato quello di bloccare l'esecuzione dell'ordine del sindaco, per cui per il momento i due pastori pentecostali non andranno in prigione. La battaglia legale si annuncia lunga, e decisiva per la libertà religiosa negli Stati Uniti. Ha un parallelo in una grande città, Houston, in Texas, dove una strabiliante ordinanza del sindaco – come si vede, è proprio il momento dei sindaci – ha chiesto a una serie di pastori «sospetti» di registrare, far trascrivere e trasmettere al comune i testi di tutte le loro prediche dove si menzioni l'omosessualità, in modo che possa verificare se sono passibili di incriminazione secondo le leggi sull'omofobia. Anche qui, i pastori sono difesi dall'Alliance Defending Freedom.
Da noi non succederà? «Illusione, dolce chimera sei tu», cantava tanti anni fa Claudio Villa. Potreste preferire la versione di Aurelio Fierro, ma le cose non cambierebbero. Le lobby gay hanno già annunciato che dopo gli Stati anche le Chiese dovranno essere obbligate a «non discriminare» e a «sposare» gli omosessuali. Impossibile nei Paesi dove la Costituzione protegge la libertà religiosa? Ma in teoria nessuno Stato la protegge di più degli Stati Uniti, e guardate che cosa succede. Quanto all'Europa, la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo ci ha spiegato nel caso «Ladele» del 2013 relativo a una funzionaria di stato civile cristiana inglese che non voleva celebrare un'unione civile fra due persone dello stesso sesso, che il diritto degli omosessuali a non essere discriminati prevale sulla libertà religiosa. L'appello è stato rigettato e la sentenza è definitiva.
I preti in Italia sono protetti dal Concordato? Forse pensava lo stesso anche il cardinale Fernando Sebastián quando rilasciava con tranquillità un'intervista dove affermava che gli atti omosessuali sono una «forma deficiente» di espressione della sessualità. È vero, poteva usare un'altra parola: ma non voleva offendere, spiegava che «deficiente» significa etimologicamente mancante di qualcosa. Ma dopo tutto, avrà pensato, in Spagna c'è il Concordato, e io non sono neppure un semplice prete, sono appena stato nominato cardinale, sono amico del popolarissimo Papa Francesco e ho 84 anni. Il 6 febbraio 2014 il cardinale Sebastián è stato iscritto sul registro degli indagati per incitamento alla discriminazione degli omosessuali e omofobia. Rischia due anni di prigione. Non so voi, ma io comincerei a preoccuparmi. http://www.lanuovabq.it/it/articoli-usa-un-messaggio-ai-sacerdoticelebra-le-nozze-gay-o-vai-in-galera-10714.htm
========================
SCHEGGE DI VANGELO
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-la-sapienza-del-cuore-10727.htm
Quando vai con il tuo avversario davanti al magistrato, lungo la strada cerca di trovare un accordo con lui, per evitare che ti trascini davanti al giudice e il giudice ti consegni all'esattore dei debiti e costui ti getti in prigione. Io ti dico: non uscirai di là finché non avrai pagato fino all'ultimo spicciolo.
(Lc 12,54-59)
==================
La castità non è più una virtù? Riflessioni sul Sinodo. di Enrico Cattaneo20-10-2014 Penso che non solo i Padri sinodali, ma anche tutti i cattolici e tutte le persone di buona volontà abbiano vissuto con molta sofferenza interiore il dilemma dibattuto al Sinodo tra l'essere fedeli alla parola di Cristo sul matrimonio e nello stesso tempo il venire incontro a tante situazioni di fragilità, di fallimento, di crisi della famiglia. Questa lacerazione interiore, presente certamente in tutti i Padri sinodali e in tutti gli altri partecipanti (coppie, religiosi e osservatori di altre confessioni), impedisce di classificare semplicisticamente le varie posizioni, contrapponendo i "conservatori" agli "aperti", i "rigidi" ai "misericordiosi".
Anche la relazione-sintesi della prima settimana, fatta dal card. Erdő, rifletteva questa lacerazione, e indicava delle possibili vie per affrontare i problemi della famiglia, tenendo salda la dottrina. Le cose positive presenti in questa relazione sono molte, però altre lasciano un senso di disagio. Tra le cose positive va sottolineato l'atteggiamento di fondo da assumere di fronte alla crisi dell'istituto familiare, ed è quello di presentare "il Vangelo della famiglia", e cioè tutta la bellezza del matrimonio e della famiglia cristiana, testimoniata da tanti sposi e da tante famiglie. Questa "bellezza", frutto della grazia, passa certamente per la via della croce, fino all'eroismo dell'amore oblativo. La relazione del card. Erdő toccava anche tante situazioni che sono più o meno direttamente in connessione con la famiglia, e cioè le convivenze (e quindi i rapporti prematrimoniali), le unioni di fatto, i matrimoni civili tra battezzati e la questione omosessuale.
Ora ci chiediamo: invece di prospettare soluzioni ambigue, che non fanno che disorientare i fedeli, perché non è stata detta nessuna parola sulla "bellezza della castità", come valore autenticamente umano e cristiano? O forse che la castità non è più una virtù? O forse che la Chiesa non ha più il coraggio di indicare ai giovani, ai fidanzati e anche alle coppie sposate, il valore della castità e della verginità per il Regno di Dio? Non sarebbe questo il vero messaggio profetico per il nostro tempo?
Del resto, i primi cristiani, che erano immersi in un mondo corrotto sotto tutti i punti di vista, si sono presentati proclamando da una parte la bellezza del matrimonio cristiano, monogamico e indissolubile, segno dell'unione di Cristo con la Chiesa, ma anche proponendo la superiore bellezza della verginità, abbracciata a motivo di Cristo e del Vangelo. Gesù non era vergine? E la Madre di Gesù, Maria, non è sempre stata proclamata "sempre vergine"? Certo, i tempi moderni esigono una presentazione adeguata alle problematiche di oggi. Ma è mai possibile che non esistano oggi teologi, pastori, medici, psicologi, sociologi, che sappiano illustrare la bellezza della castità come valore umano, e soprattutto la verginità per il Regno? Questo sarebbe il lavoro da fare, e speriamo che lo si faccia nell'anno della vita consacrata (novembre 2014-2015).
Che il Sinodo abbia del tutto ignorato questo aspetto, sembra una cosa sconcertante e preoccupante. Se la Chiesa non sa più proporre integralmente il messaggio evangelico sulla sessualità, allora significa che la mentalità del mondo è entrata pure nella Chiesa. E volendo andare un po' a fondo alla questione, c'è un motivo di questo offuscamento, che è avvenuto da quando si sono volute livellare tutte le vocazioni, tutti i carismi, dicendo che la scelta della verginità per il Regno non è "migliore" della scelta matrimoniale. Non dice Paolo di "aspirare ai carismi più grandi" (1Cor 12,13)? E non dice forse che chi si sposa "fa bene", ma chi non si sposa per essere tutto del Signore "fa meglio" (cf. 1Cor 7,32-38)? E non è stata sempre questa la posizione della Chiesa cattolica nei suoi duemila anni di storia? O Dio non è libero di dare i suoi doni, e di offrire all'uno cinque talenti, a un altro due e a un altro ancora uno solo? Toccherà poi a ciascuno fare fruttare al massimo il dono ricevuto, e su questo il Signore valuterà la santità della persona.
Tornando al Sinodo, dovrebbe essere chiaro che la crisi della famiglia è dovuta anche alla crisi della morale sessuale. Ora, invece di spruzzare un po' di acqua santa su situazioni oggettive di peccato (ed è stato notato come nella relazione-sintesi manchi proprio questo concetto), perché non fare anche nei riguardi della sessualità quella proposta positiva che si vuole fare per la famiglia? In altre parole, ci sono due "bellezze" evangeliche da presentare: la "bellezza della famiglia", scuola di oblatività, di fecondità e di comunione, e la "bellezza della castità", scuola di autodisciplina e di elevazione dell'amore umano e cristiano.
Se poi la riflessione sulla famiglia che andrà avanti fino al Sinodo ordinario dell'anno prossimo, si riducesse a copiare gli ortodossi per quanto riguarda la comunione ai divorziati risposati; a copiare i protestanti nel considerare il Vangelo come un ideale, lasciando alle coscienze dei singoli decidere nelle situazioni concrete; a copiare gli anglicani nell'intendere la sinodalità come un risolvere le questioni a forza di maggioranza, allora non si capisce dove stia quella "creatività" che è stata sollecitata da papa Francesco.
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-la-castita-non-e-piu-una-virturiflessioni-sul-sinodo-10688.htm
==========================