siriana DAMASCO SHARIA CANNIBALI ONU

O ME, O LORO ] Benjamin Netanyahu anche tu SCEGLI IL TUO DESTINO! [ Caro Signor Scarola, comprendo e condivido il Suo anelo per salvare il mondo, ma non invierò la Sua email ai miei contatti. Nel giorno del giudizio avrò l'assoluzione per insufficienza di prove a mio carico (si sta illudendo!) e siccome discendo da una famiglia di banchieri ebrei, profitto personalmente del sistema del signoraggio. Che Allah la protegga! BC http://www.forum-mirabella.com/ ----- Messaggio originale -----Da: lorenzo scarola jhwhinri@gmail.com A: info@forum-mirabella.com;

Benjamin Netanyahu ] quando, io ieri ho scritto l'ultimo articolo [ "L'INFERNO è STATO SPALANCATO SULLa TERRA DELLE SCIMMIE SODOMA DARWIN GENDER!" ] voi vi siete fatti tante risate.. MA I TUOI FARISEI SPA FED, HANNO CONVINTO TUTTI, CHE SONO DELLE SCIMMIE GENDER IN SODOMA, PER POTERLI MEGLIO: INGANNARE, SCHIAVIZZARE E DERUBARE!

e NOI cosa dobbiamo dire? "è LA NATO dei terroristi islamici, CHE STA FACENDO UNA GUERRA DI AGGRESSIONE CONTRO LA SIRIA! " L’artiglieria turca ha aperto il fuoco contro una base aerea a nord di Aleppo 13.02.2016, L'esercito turco ha sparato colpi di artiglieria contro le posizioni dei combattenti delle forze di autodifesa curde nel territorio della base aerea Minneh di importanza strategica. Lo hanno riferito i media locali. Il canale televisivo "Al-Mayadin" riferisce che i rappresentanti delle forze di autodifesa curde hanno annunciato che l'artiglieria delle forze armate turche ha aperto il fuoco sull'aeroporto militare di Minneh, a nord di Aleppo. "L'artiglieria turca ha aperto il fuoco sulle posizioni dei combattenti delle forze di autodifesa curde nella zona della base aerea Minneh e del villaggio Marinaz a nord di Aleppo" ha detto il rappresentante del comando delle forze di autodifesa curde al canale televisivo. La base aerea di Minneh era stata occupata dal gruppo terroristico "al-Nusra" nel 2013. L'aeroporto ha un'importanza geografica strategica: la base si trova su una strada statale che conduce dal confine turco. Una fonte nella milizia territoriale l'11 febbraio ha comunicato a RIA Novosti che i miliziani sono stati in grado di attaccare la base aerea, e i guerriglieri si sono ritirati verso la Turchia. Ventiquattro ore dopo, l'omonima città è passata sotto il controllo dei curdi. Così, gli stessi miliziani hanno interrotto ai guerriglieri la via di rifornimento che dalla Turchia attraversa la città di confine di Azaz in fondo alla provincia di Aleppo. Sabato è stato reso noto che un gruppo di terroristi ha attaccato una zona residenziale nel centro della città di Aleppo, dove vivono i curdi. Secondo i miliziani, tali azioni rappresentano la reazione di risposta al successo delle forze di autodifesa curde nel nord di Aleppo. Non è la prima volta che l'artiglieria turca bombarda il territorio siriano. Circa una settimana fa, le forze armate turche hanno sparato contro le posizioni dell'esercito siriano nel nord della provincia di Latakia. Uno dei proiettili è esploso nella zona di un centro abitato uccidendo alcuni civili: http://it.sputniknews.com/mondo/20160213/2089967/artiglieria-turca-bombarda-siria.html#ixzz404sDRuzI

CHI AVEVA DETTO CHE, ANCHE LA TURCHIA, ERA PARTE DI TERRORISTI ISLAMICI, IN QUESTA GUERRA CIVILE DI INVASIONE? ISTANBUL, 13 FEB - I bombardamenti compiuti dall'artiglieria turca contro le postazioni dei curdo-siriani del Pyd nel nord della Siria hanno colpito la zona dell'aeroporto militare di Menagh, nelle campagna a circa 30 km a nord di Aleppo, che era stato conquistato nei giorni scorsi da alcune milizie curde. Lo riportano fonti locali.
===================
ECCO TUTTO IL MALE CHE LA PIRAMIDE MASSONICA, OCCHIO DI LUCIFERO: il grande fratello SPA FED, HA PIANIFICATO DI FARE AI DANNI DI TUTTI I POPOLI DEL PIANETA: "L'INFERNO è STATO SPALANCATO SULLa TERRA DELLE SCIMMIE SODOMA DARWIN GENDER!" Brutalità polizia sui migranti a Calais. Denuncia umanitaria: ogni settimana almeno 12 feriti
==================
aaah Assad si è impenato in patti che non mantiene? QUALI SONO QUESTI PATTI? VOI VIETE DEI CRIMINALI: CALUNNIATORI INCALLITI, INFATTI, VOI SIETE FARISEI SATANISTI E MASSONI! Se il presidente siriano Assad non terrà fede agli impegni presi e l'Iran e la Russia non lo obbligheranno a fare quanto hanno promesso, la comunità internazionale non starà certamente ferma a guardare come degli scemi: è possibile che ci saranno truppe di terra aggiuntive". Così il segretario di Stato Usa John Kerry in un'intervista a Orient Tv di Dubai, ripresa da Interfax.
===============
E PERCHé I FARISEI SATANISTI MASSONI CAMERON IL DEMONIO, LORO NON FANNO UN ATTACCO DI TERRA IN ARABIA SAUDITA E IN Bahrein? MANAMA, 13 FEB - Cinque anni dopo un'ondata di proteste che chiedeva ampie riforme e che sconvolse il Bahrein, le speranze di un riconoscimento delle responsabilità per le violazioni dei diritti umani passate e presenti sono svanite. Lo ha denunciato Amnesty International alla vigilia del quinto anniversario delle proteste di massa iniziate nel, alle quali le forze di sicurezza del Bahrein risposero con estrema violenza, causando morti e feriti tra i manifestanti. Altre persone morirono in carcere dopo essere state torturate. "Cinque anni dopo la rivolta, in Bahrein si continua a torturare, a eseguire arresti arbitrari e a reprimere con violenza gli attivisti pacifici e chiunque osi criticare il governo - ha dichiarato James Lynch, vicedirettore del programma Medio Oriente e Africa del Nord di Amnesty International - Nonostante le autorità si fossero impegnate a processare i membri delle forze di sicurezza responsabili delle violazioni dei diritti umani nel 2011, la popolazione del Bahrein attende ancora giustizia".
=====================
Poroshenko: 'Non c'é una guerra civile in Ucraina'. Noi e Russia viviamo in universi differenti. QUESTO CRIMINALE E TUTTI I SUOI COMPLICI: BILDENBERG AIPAC NEOCON FARISEI SALAFITI MASSONI E SATANISTI CIA BANCHE CENTRALI SPA? NON MERITANO DA ME ALCUNA RISPOSTA!

è IMPOSSIBILE RICONOSCERE UNA LEGITTIMA OPPOSIZIONE SIRIANA: 1. CHE è STATA FINANZIATA DALLA ARABIA SAUDITA, 2. CHE HA FATTO IL GENOCIDIO DI TUTTI I CRISTIANI E SCIITI, 3. E CHE NON ACCETTA IL CESSATE IL FUOCO PERCHé IMPONE LE DIMISSIONI DI ASSAD: A DISPETTO DELLA SOVRANITà DEL POPOLO SIRIANO, CHE USA VILIPENDE LA SOVRANITà DEL POPOLO SIRIANO! 4. CHE AL 60% NON SONO SIRIANI! ] QUINDI VOI AVETE DECISO DI FAR DIVENTARE SIRIANI I TURCHI ED I SAUDITI! [ Kerry ha però anche intimato alla Russia di smettere di bombardare l'opposizione siriana: "Finora la maggior parte degli attacchi è stata volta a colpire la legittima opposizione siriana", ha denunciato.

KERRY 322 NWO SATANA ] SE TU SEI SCEMO? QUESTO è UN TUO PROBLEMA! ma, le tue truppe di terra verranno respinte! in Siria e IRAQ è nato il genere umano, e quì deve morire! NOI NON POSSIAMO FARE nulla, PER EVITARE LA GUERRA, e VOI, che CI AVETE AGGREDITI! MOSCA, 13 FEB - "Se il presidente siriano Assad non terrà fede agli impegni presi e l'Iran e la Russia non lo obbligheranno a fare quanto hanno promesso, la comunità internazionale non starà certamente ferma a guardare come degli scemi: è possibile che ci saranno truppe di terra aggiuntive". così il segretario di Stato Usa John Kerry in un'intervista a Orient Tv di Dubai, ripresa da Interfax.

tranquilli! noi NON POSSIAMO FARE NULLA PER EVITARE LA GUERRA MONDIALE! MA, è indispensabile IMPEDITE A TRUPPE STRANIERE DI ENTRARE IN SIRIA E IRAQ! QUI NACQUE IL MONDO DEGLI UOMINI E QUì DEVE MORIRE: non ha senso vivere come pecore a sodoma SpA Banche Centrali spa rothschild il fariseo!

google 666 youtube ] lo giuro, non c'è una magia nei miei canali: io non so più, come entrare in questo mio channel "lorenzoJHWH" [ il mio canale youtube lorenzojhwh, mai penalizzato, è sganciato da un gmail, quindi collegatelo a questo account! grazie! lorenzojhwh@gmail.com

Medvedev l’importante è mantenere unita la Siria, 13.02.2016, Il mondo non può sopportare un’altra Libia, un altro Yemen e un altro Afghanistan. ] se sei convinto di quello che hai detto, allora devi scendere sul campo con le truppe di terra! [ MA, IL MONDO DOVRà SOPPORTARE TUTTA LA MALVAGITà DEI SATANISTI FARISEI MASSONI SALAFITI, sono pochi satanisti e rovineranno il genere umano perché la loro natura è da satana! [ Lo ha dichiarato il Primo ministro russo Dmitri Medvedev alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco di Baviera. Il Premier russo Dmitri Medvedev ha annunciato sabato durante la Conferenza di Monaco sulla sicurezza che è necessario preservare l'unità dello stato siriano e non permettere la sua disgragazione per cause confessionali, dato che le conseguenze di questo scenario sarebbero catastrofiche per l'intero Medio Oriente: http://it.sputniknews.com/mondo/20160213/2087560/medvedev-unione-siria.html#ixzz4038fxdFT

Toner: "il presidente siriano Assad è un sovrano illegittimo e un illuso" QUESTA CALUNNIA di essere illegittimo? è LA migliore DICHIARAZIONE di una GUERRA MONDIALE! SAPPIAMO TUTTI CHE ASSAD HA FATTO DI TUTTO PER DIALOGARE, ED HA MODIFICATO ANCHE LA COSTITUZIONE, PER ANDARE INCONTRO ALLE OPPOSIZIONI, MA, è STATA LA ARABIA SADITA CHE HA SEMPRE DETTO DI "NO!" 13.02.2016, Il portavoce del Dipartimento di Stato Americano sulla possibile soluzione militare al conflitto in Siria. "Noi non crediamo che [il governo di Assad] abbia alcuna legittimità". Lo ha affermato il portavoce del Dipartimento di Stato Americano rispondendo alle dichiarazioni fatte da Assad in un'intervista rilasciata all'Agenzia di stampa France Press (AFP) in cui il leader siriano ha annunciato l'intenzione di riprendere il controllo dell'intero paese, compresa la parte in mano alle forze ribelli. "Non è un leader legittimo per il suo popolo — ha proseguito — e un illuso se pensa che ci sia una soluzione militare al conflitto in Siria". Toner ha poi parlato all'indomani dell'incontro tra il Segretario di Stato americano John Kerry e il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov nell'ambito del Gruppo di sostegno Siria International (ISSG) che si è tenuto a Monaco di Baviera per cercare di stabilire un cessate il fuoco fra le forze di governo e l'opposizione siriana entro la settimana: http://it.sputniknews.com/politica/20160213/2086842/toner-assad-crisi-siria.html#ixzz4038A2Gav

TUTTA LA DISPERAZIONE CHE CI STANNO REGALANDO I SATANISTI MASSONI FARISEI SALAFITI: DI UNA GUERRA MONDIALE PIANIFICATA ED INEVITABILE: UNA CONGIURA CONTRO ISRAELE, E CONTRO LA CIVILTà EBRAICO CRISTIANA! Medvedev: la situazione è drammatica, l'Europa unita non c'è più. 13.02.2016 (Il premier Dmitry Medvedev ha dichiarato sabato alla Conferenza di Monaco di Baviera sulla sicurezza che la situazione nel mondo è drammatica, non c'è una grande Europa unita come non c'è mai stata, i rapporti tra UE e Russia si sono deteriorati, la guerra civile in Ucraina, i conflitti nel Medio Oriente si aggravano, la migrazione è al collasso. "Prima di venire alla Conferenza ho incontrato il presidente Putin. Abbiamo discusso della sua presenza qui, a Monaco, nel 2007. Allora lui disse che gli stereotipi ideologici, i doppi standard nei rapporti internazionali non aiutano a ridurre la tensione nei rapporti internazionali, ma la rafforzano, e alla comunità mondiale restano sempre meno possibilità di prendere decisioni politiche significative" ha detto Medvedev. Medvedev si è chiesto se allora non siano state troppo caricate le tinte e le valutazioni fossero eccessivamente pessimistiche: "Purtroppo, devo constatare che il quadro oggi è perfino più grave. Lo sviluppo degli eventi dal 2007 è risultato molto più drammatico. La grande Europa unita non c'è e non c'è mai stata, le nostre ecomomie, tutte le economie crescono lentamente. I conflitti in Medio Oriente e nel Nord Africa si sono insapriti. La migrazione è al collasso. I rapporti tra EU e Russia si sono deteriorati e in Ucraina è in corso una guerra civile" ha sollolineato il Premier: http://it.sputniknews.com/politica/20160213/2086319/medvedev-monaco-europa-unita.html#ixzz4037iBcsq

[ In difesa dei cristiani perseguitati DAI MASSONI FARISEI SALAFITI ] Incontro storico: Patriarca e Pontefice in difesa dei cristiani, 13.02.2016 Il primo incontro della storia tra il Patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill e Papa Francesco è avvenuto a Cuba e si è concluso con la promulgazione di dichiarazioni congiunte sui problemi comuni del Cristianesimo. L'incontro tra il Patriarca Kirill e Papa Francesco è durato più di due ore. I due leader hanno esortato la comunità internazionale a scongiurare l'esclusione dei cristiani dal Medio Oriente e a conservare i valori tradizionali del Cristianesimo in Europa. Hanno espresso la speranza di superare i dissidi in Ucraina sulla base delle norme canoniche e hanno fatto una serie di altre importanti dichiarazioni sugli attuali problemi della società contemporanea. [ In difesa dei cristiani perseguitati ] Il motivo principale della dichiarazione, come previsto, è stato l'incremento delle persecuzioni nel mondo cristiano. "Abbiamo rivolto il nostro sguardo, prima di tutto, a quelle regioni del mondo dove i cristiani vengono perseguitati. In molti paesi del Medio Oriente e dell'Africa settentrionale i nostri fratelli e sorelle in Cristo vengono sterminati da intere città… Con gran dolore noi osserviamo l'esodo di massa dei cristiani da quei territori dove ha avuto inizio la diffusione della nostra fede" si legge nel testo del documento. Il Patriarca e il Papa hanno esortato la comunità internzazionale "ad azioni immediate per la prevenzione di uleriori persecuzioni dei cristiani in Medio Oriente", e alla compattezza "per porre fine alla violenza e al terrorismo". Gli esponenti delle due Chiese hanno prestato particolare attenzione alla crescita della tensione in Ucraina, dove lo scontro ha causato "innumerevoli sofferenza ai civili e ha fatto sprofondare la società in una crisi economica e umanitaria". Nella dichiarazione congiunta il Patriarca Kirill e Papa Francesco hanno esortato le loro Chiese a non appoggiare l'uleriore sviluppo del conflitto nel paese, e hanno espresso la speranza che il dissidio tra gli ortodossi ucraini sarà superato in base alle norme canoniche esistenti, che "tutti gli ortodossi cristiani d'Ucraina vivranno in pace e uniti, e la comunità cattolica del paese dovrà contribuire allo scopo": http://it.sputniknews.com/mondo/20160213/2085858/incontro-storico-patriarca-papa.html#ixzz4036XOsRV

SONO I SAUDITI CHE DEVONO RISPONDERE DI QUESTO DELITTO! QUINDI TUTTO è DIVENTATO UNA MINACCIA PER ISRAELE, CHE è ACCERCHIATO DA UNA SOLA ENTITà ISLAMICA!  yt, fonti Egitto, Regeni preso da agenti ] http://www.ansa.it/webimages/img_457x/2016/2/5/93b640d96f378b21e4ab02f5ae64ba73.jpg UNA PERSONA CON IL CONCETTO DELLA DIGNITà VIENE SCAMBIATO PER UN DURO? E TUTTE LE MENZOGNE DEL GOVERNO EGIZIANO DOVE LE DOBBIAMO ARCHIVIARE? [ Giornale cita 3 funzionari sicurezza, 'pensavano fosse una spia'.  ROMA, 13 FEB - "Tre funzionari della sicurezza egiziana coinvolti nelle indagini affermano che Regeni è stato preso" da alcuni agenti il 25 gennaio. Lo scrive il New York Times. Il ragazzo "ha reagito bruscamente, si è comportato come un duro", sostengono le fonti. Tutti e tre, intervistati separatamente - scrive il Nyt - dicono che Regeni aveva sollevato sospetti a causa di contatti trovati sul suo telefono di persone vicine ai Fratelli Musulmani e al movimento 6 Aprile, considerati nemici dello Stato. Chi ha fermato Regeni "ha pensato fosse una spia", aggiungono le fonti. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/02/13/nyt-fonti-egittoregeni-preso-da-agenti_fb46df25-6088-47be-8c78-d97088393bc9.html

ci sono oggi nel mondo due soli complotti che minacciano tutto il genere umano il complotto islamico ed il complotto dei farisei Banche Centrali sistema massonico!  e "mai dimenticare che abbiamo sconfitto complotti di coloro che cospirano contro l'Egitto", riferiscono tweet della tv Al Arabiya. IL CAIRO, 13 FEB - Per la prima volta dal 2010, un presidente egiziano rivolge un discorso al parlamento del Cairo: lo sta facendo stamane Abdel Fattah Al Sisi

Erdogan minaccia Europa: "o soldi o terroristi!" QUANDO SCRIVO SU blogger o sul mio computer, tutto viene letto da milioni di persone in tempo reale: ed io percepisco la loro carica emotiva nei lobi del mio cervello (forse a motivo delle connessioni neuronali aliene che sono state messe nel mio cervello? CERTO, perché, Dio non usa questi strumenti volgari per manifestarsi) ED IO CONOSCO LUI NEL MIO SPIRITO PERSONALMENTE! MA IO NON SO DIRE, SE COLORO CHE MI LEGGONO SONO tutti VIVI (umani terrestri), OPPURE SONO I MORTI (alieni, anime demoniache (nel lobo sinistro del mio cervello ) e anime sante del Purgatorio e Paradiso (nel lobo destro del mio cervello )! ecco perché, se mi è possibile? io cerco sempre di ritrascrivere i miei commenti sulla pagina di youtube!

MA FARISEI E SALAFITI HANNO soltanto, il CONCETTO DI un ASSOLUTO VALORE UMANO, SOLTANTO, PER LA LORO VITA, ED ENTRAMBI HANNO INTERESSE ALLA GUERRA MONDIALE, ED ANCHE SE, I LORO INTERESSI NON SONO COERENTI, PER ORA A LORO CONVIENE ESSERE COMPLICI: in questo delitto! Medvedev: nessuno ha bisogno di un “terzo shock mondiale” 13.02.2016 Il Primo ministro russo crede che il sistema di sicurezza europeo ha una serie di problemi ed è soggetto a fallimenti. ... Il Premier russo ha ricordato che l'architettura contemporanea della sicurezza europea è stata costruita sulle rovine della seconda guerra mondiale e ha permesso di vivere più di settanta anni senza conflitti mondiali, poiché era fondata su principi comprensibili a tutti. Prima di tutto si tratta dell'assoluto valore della vita umana, ha aggiunto Medvedev: http://it.sputniknews.com/mondo/20160213/2088602/medvedev-terzo-shock-mondiale.html#ixzz403wpRgW4

avete CAPITO ANCHE VOI, CHE, David Cameron STA LEGITTIMANDO IL NAZISMO ISLAMICO SHARIA, E STA CONDANNANDO A MORTE ISRAELE? IMMEDIATAMENTE RUSSIA E ISRAELE DEVONO CHIUDERE LE LORO AMBASCIATE CON UK! "In un mondo in cui la gente vede l'estremismo e incolpa la miseria o la politica estera dell'Occidente, noi dobbiamo dire: no, non si tratta di ideologia, che usa l'islam per i propri crudeli scopi e avvelena la mente dei giovani" ha aggiunto il Premier britannico: http://it.sputniknews.com/mondo/20160213/2088778/cameron-fronteggiare-minacce-russia.html#ixzz403xyt41U

Cameron: la Gran Bretagna deve restare nell’UE, per fronteggiare le aggressioni della Russia, NEL SISTEMA MASSONICO ROTHSCHILD BILDENBERG LA GUERRA MONDIALE NUCLEARE è GIà STATA DECISA! TUTTI DEVONO PRENDERE ATTO DI QUESTO! 13.02.2016 Il quotidiano britannico Guardian ha scritto che David Cameron ha invitato i paesi dell’UE ad unirsi contro le forze che, secondo lui, rappresentano un pericolo per i valori europei e minacciano la sicurezza globale. La Gran Bretagna deve votare contro l'uscita dall'Unione Europea per contrastare insieme agli altri paesi le aggressioni della Russia, della Corea del nord e del Daesh. Lo ha dichiarato il Primo ministro britannico James Cameron alla cena organizzata da Angela Merkel ad Amburgo. "In un mondo in cui la Russia invade l'Ucraina e uno stato canaglia come la Corea del nord testa armi nucleari, noi dobbiamo fronteggiare insieme queste aggressioni ed utilizzare la nostra potenza economica per fare pressioni su ciò che calpesta le regole stabilite e minaccia la sicurezza dei nostri popoli" ha detto Cameron, citato dal Guardian: http://it.sputniknews.com/mondo/20160213/2088778/cameron-fronteggiare-minacce-russia.html#ixzz403yhOGdH

in cosa CONSISTE LA SCHIZOFRENIA? è UCRAINA CHE HA SEMPRE AGGREDITO IL DONBASS, E CHE HA SEMPRE VIOLATO I trattati di Minsk, PERò POI, LA COLPA è SEMPRE DELLA RUSSIA CHE DEVE ESSERE COLPITA CON LE SANZIONI! QUESTI CRIMINALI DELLA NATO UE USA? CI FARANNO MORIRE TUTTI! Gli esperti prestano attenzione anche all'incontro avvenuto a Zurigo nel mese di gennaio tra il segretario di Stato John Kerry e il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov. Due giorni dopo, intervenendo al Forum economico internazionale di Davos, il politico americano ha fatto sapere della possibilità di revocare le sanzioni contro la Russia "nei prossimi mesi" e ha nuovamente avvisato che il presupposto per questa decisione è il completo rispetto dei trattati di Minsk: http://it.sputniknews.com/mondo/20160213/2088949/compromesso-usa-russia.html#ixzz4041txtj7

Media Occidentali a corto di verità sulla Siria. I mass media occidentali l’hanno fatto di nuovo – hanno raccontato spudorate bugie e mezze verità su città siriane prive di cibo, che sarebbero state liberate dall’assedio. False immagini di bambini emaciati vengono pubblicate per rafforzare la loro narrazione fraudolenta. http://it.sputniknews.com/mondo/20160213/2089537/erdogan-conflitto-siria.html#ixzz4044hMWEW

MARIO DRAGHI HA DETTO CHE GLI USA FED SPA SONO I NOSTRI NEMICI! ] [ PERCHé CI SONO I LOSCHI GIOCHI DELLA FINANZA? PERCHé, LA FINANZA NON è LEGATA ALLA MATEMATICA, QUINDI è UNA TRUFFA: DEI BANCHIERI FARISEI ROTHSCHILD, E SUE SPA BANCHE CENTRALI, CONTRO TUTTI I POPOLI DEL MONDO!  [ Prezzo del petrolio e rischi geopolitici. 13.02.2016 ( Mario Draghi ha recentemente smosso le acque torbide della finanza affermando che «ci sono forze nell’economia globale di oggi che concorrono a mantenere bassa l’inflazione». E' la sua seconda dichiarazione di grande impatto politico ed economico. La prima fu nel luglio 2012  quando disse «faremo tutto quello che è necessario» per difendere l'euro dagli attacchi speculativi internazionali. In entrambi i casi è chiaro che non si riferisce a giochi interni all'Europa ma a forze politiche di oltreoceano. Sulla questione del crollo dei prezzi delle commodity ed in particolare di quello del petrolio è doveroso fare qualche approfondimento. Innanzitutto il prezzo del petrolio è stato più volte, per non dire sempre, oggetto sia di grandi operazioni speculative che di interventi e decisioni di interesse squisitamente geopolitico. ... Leggi tutto: http://it.sputniknews.com/opinioni/20160213/2087751/geopolitica-prezzi-petrolio.html#ixzz4045mmrxO

EPPURE è LUI Cameron L'AGGRESSORE! INFATTI è LUI CHE HA FATTO IL GOLPE A KIEV E IL POGROM NEL DONBASS: CONTRO IL SUO POPOLO COSTITUZIONALMENTE ORGANIZZATO! Cameron: Gran Bretagna deve restare nell’UE per fronteggiare le aggressioni della Russia

Ucraina: Poroshenko, in Donbass non c'é guerra civile! ] [ questo è il livello criminale, di menzogne, e delitti, che ha aggiunto alla infamia, tutti i nostri politici europei!
==============
E DOVE è LA RESPONSABILITà DEI CRISTIANI: NELLA EUROPA DEI FARISEI MASSONI? QUESTE SONO TUTTE LE STRONZATE CHE ERDOGAN E SALMAN VANNO RACCONTANTO PER IL MONDO PER OTTENERE IL GENOCIDIO DEI CRISTIANI!  13 FEB - Gli Shabaab hanno rivendicato l'attentato ad un aereo di linea somalo del 2 febbraio scorso, che aveva provocato lo squarcio della fusoliera, costringendo il pilota ad un atterraggio d'emergenza. Lo riporta la Bbc.  "Harakat al-Shabaab al-Mujaheddin ha condotto un'operazione in rappresaglia per i crimini commessi dalla coalizione dei crociati occidentali e dei loro servizi di intelligence ai danni dei musulmani somali", ha detto il gruppo jihadista in un comunicato.
=====================
il REGNO DI DIO è L'UNICA ENTITà INCROLLABILE: è vero! ECCO è QUI IL REGNO DI ISRAELE, IO SONO! “Watchman, what of the night? Watchman, what of the night?” The watchman said, “The morning comes, and also the night.” (Isaiah 21:11–12) Dear lorenzo,
"Watchman, what of the night?” is the desperate cry for help that was heard in the times of Isaiah the prophet. Israel had just witnessed the rise of the Assyrian Empire, one of the most ruthless empires in recorded history. Their influence rapidly spread through the entire ancient world and was even at Israel’s doorstep. In this time of trouble, when violence and lawlessness increased, the desperate cry to the watchman became: “What about this increasing darkness in our world? What is happening to us? Watchman, do you have an answer for us?” As we enter the year 2016, this cry for help and clarity is also heard today. Dark clouds are everywhere. In the United States, the church finds itself in a battle for the very soul of their nation. Europe has been inundated by an unprecedented flood of more than one million mostly Muslim refugees. At the same time, a new level of terrorism descended on France while Germany entered into the New Year with high-level security threats from Islamic terrorism. The economic success story of the European Union is endangered not only by the Greek national crisis, but also the combined pressures of escalating terrorism and an influx of refugees. If we look at Africa, we see an increased presence of radical Islamist groups like Boko Haram. The Middle East remains in a state of severe instability; not only are Iraq and Syria falling apart before our eyes, but we also see instability in other countries like Jordan, Egypt, and Saudi Arabia. The Islamic Republic of Iran is being released by the West from its economic sanctions, while continuing to utter threats and incite violence against Israel and the USA. At the same time, the European Union is issuing a labeling law against Israel, the only democracy in the region. All Israeli products from so-called “occupied territories” are expected to be labeled and are thus under the scrutiny of the boycott. While the USA continues to withdraw as an ordering world power, Russia, China, and Turkey have quickly filled the resulting power vacuum in the Middle East.
In short, our world is undergoing significant changes, which will dramatically alter world history and future events. The result is insecurity - even within the church. As in the time of Isaiah, “Watchman, what of the night?” is the desperate question many people have in their hearts today. The Morning Comes
However, what is far more intriguing is the brief answer offered by Isaiah’s watchman: “The morning comes, and also the night.” This surprising response was contrary to natural laws, and to any human experience. Never did the night and the morning arrive at the same time. The watchman seems confused, and not able to make up his mind about which is coming, the night or the day.
Regardless of how illogical this answer may sound, it is the answer given by God to the people throughout history. Oftentimes, as circumstances grew darker and darker, suddenly the morning star announced divine hope and redemption. The pages of the Bible are full of hopeless situations, where it appeared darkness was spreading, unchallenged and ever increasing, but it was precisely at these moments when the greatest triumphs were then achieved.
All seemed hopeless when the Midianites harassed the nation of Israel, when the strongmen Goliath and Haman each threatened the people of Israel, or when the army of Egypt descended upon the Jews, without a means of escape at the shores of the Red Sea. It was exactly at that moment, when all hope was gone and night came like a flood that godly men cried out, “The morning comes!” The Morning Star, One of the names referring to Jesus in the Bible is the “bright and morning star” (Rev 22:16). This tells us that no matter how dark it is around us, if Jesus lives in our hearts, there is always hope for a breakthrough.
The morning star is often seen as a glaring light in the dark sky, announcing the imminent arrival of the dawn. There is something unique about the morning star. Since ancient times the planet Venus, which is the brightest of the night luminaries, was referred to as the morning star. But surprisingly enough, Venus is not only considered to be the “morning star,” but at certain times of the year it is also the “evening star,” announcing the approaching night. Isn’t it amazing how the very same sign in the sky can be both the herald of the approaching night, and the harbinger of the coming morning?
In my experience, there are two types of Christians who, although they both read the very same Bible, have very different perspectives. Many Christians – often western – read the prophecies of the Bible about the future and see a rather devastating message of darkness, gloom, and decay awaiting the church and the world. However, if you visit some home churches of China you would hear a completely different message. A brother from China recently told me: “In China we are so excited, because the prophetic word promises us that the whole earth will be covered by the knowledge of the glory of the Lord like the waters cover the sea!” He clearly was expecting global revival! Not long ago we visited a large church movement in Nigeria, which is actively training young Christians in prayer and academics to become the future leaders of their country. In some Latin American countries, like Guatemala, more than 50% of the population have become born-again believers. These are churches filled with hope for what God can do!
In other words, some believers are evening star Christians, and some are morning star Christians. Reading the same Bible, some see mainly darkness approaching, while others are filled with hope. The truth is that the watchman saw both. He was enough of a realist to see the night coming, but the first response that passed his lips was to announce the coming morning dawn.

il REGNO DI DIO è L'UNICA ENTITà INCROLLABILE: è vero! ECCO è QUI IL REGNO DI ISRAELE, IO SONO! “Watchman, what of the night? Watchman, what of the night?” The watchman said, “The morning comes, and also the night.” (Isaiah 21:11–12) Dear lorenzo, The God of Hope
We need to remember that one of the three main trademarks of the church is to bring hope (1 Cor. 13:13). Hope does not disappoint (Rom. 5:5), and it provides an anchor for our souls (Heb. 6:19). God is called a God of hope (Rom. 15:13), which means He identifies His own character with hope. Therefore, we should never give up our confession of hope (Heb. 10:23). No matter what the newspapers, political pundits, and even end-times experts might be telling you, never give up your hope! The answer that the watchman gave some 2,700 years ago in the time of Isaiah is still valid today: “The morning comes and also the night!” Yes, darkness is spreading across the world in many places. The world is shaking and insecurity is increasing on many levels. But, there remains one rock that cannot be shaken and that is the Kingdom of God! I was greatly encouraged by the extraordinary story of Rees Howells in the book The Intercessor. In the midst of Europe’s darkest hour, when Hitler’s armies were advancing on every level, a group of 100 intercessors gathered at a Bible college in Wales. There they prayed strategically not only for the downfall of Hitler, but they also declared victory over Nazi Germany when they appeared to be invincible. The two main things that inspired and motivated Howells were his understanding that the Gospel of Jesus Christ needed to go out to “every creature,” and that the return of the Jews to their homeland was imminent. Therefore, he concluded that it was impossible for Hitler to succeed in his operation. In one of the darkest chapters of European history, Howells could see the morning star, even though his hope was deferred for several years.
As the Babylonian, Egyptian, and Assyrian threats pressed in against the Kingdom of Israel, the prophet Isaiah brought a message of incredible hope. In a time when huge international players threatened the sovereignty of his homeland, and with moral decay spreading throughout Israel, Isaiah found hope in the promised Messiah. “The government will be upon His shoulders. And His name will be called Wonderful, Counselor, Mighty God, Everlasting Father, Prince of Peace. Of the increase of His government and peace there will be no end…” (Isaiah 9:6–7). Supreme authority is given in heaven and on earth to Jesus Christ. The Apostle Paul understood that every “throne, dominion, principality and authority” (Col 1:16) are under His sovereignty and need to serve His purposes.
Kingdom Expansion But Isaiah saw something that excites me even more, He not only revealed these powerful attributes of our Savior, but also boldly stated that His Kingdom is in an endless mode of expansion and growth: “Of the increase of His government there is no end.” Therefore, it did not surprise me to hear from a friend in Lebanon that in the midst of ISIS causing havoc in the name of Islam, the churches are full of men with long beards and women in hijabs who are seeking Jesus. They also reported that a wonderful move of God is taking place among Muslim refugees.
From another mission’s leader we even heard of underground church growth in Saudi Arabia and in Iran, where a historic revival is taking place. My son, who attends a Bible school in Germany, reported a few weeks ago that in one evening service at their camp nine Syrian refugees gave their lives to Jesus! A pastor from Berlin also shared with us that several churches in his city are packed with refugees coming to Christ.
It is true that at times God will shake a nation, and even our lives, in order to accomplish His purposes. The prophet Haggai foresaw a great and final shaking which will come “once more” over the entire world and even the heavenlies. But the ultimate outcome will be that in the midst of these troublesome times, God will build His temple: “For thus says the LORD of hosts: ‘Once more (it is a little while) I will shake heaven and earth, the sea and dry land; and I will shake all nations, […] and I will fill this temple with glory,’ says the LORD of hosts. […] ‘The glory of this latter temple shall be greater than the former,’ says the LORD of hosts …” (Haggai 2:6–9). The apostle Paul also saw the church as triumphant, greeting her bridegroom as a beautiful and spotless bride. True, some will give in to pressure, temptation, and the attractions of this world. But it is the grace of God which can carry us through and make us overcomers!
No darkness can stop the Kingdom of God! On the contrary, often it is darkness that He uses as His vehicle to come to our rescue (Ps. 18:4-12). The prophet Daniel saw that even in a time when unprecedented trouble and darkness comes “…such as never was since there was a nation,” there will be those “who are wise shall shine like the brightness of the firmament, and those who turn many to righteousness like the stars forever and ever” (Daniel 12:1-3).
Therefore, as times grow more difficult, it is not a time to despair but to strengthen our foundations on that which cannot be shaken. The only unshakable entity is – and will be – the Kingdom of God, so it needs to be our top priority. Let us surrender completely to our King and set our priorities right where they need to be, His Kingdom and His righteousness need to be our highest aspiration. Its expansion can be expected even in our times; there is hope for the church in every nation. Since the morning comes to break every darkness, make a resolution today to be a morning star Christian.
In Christ, Dr. Juergen Buehler Dr Jürgen Bühler ICEJ Executive Director
===============
Schiavi del XXI secolo: lavoro, sesso e gravidanze in affitto, Un libro necessario: aprire gli occhi sull’orrore “Mercanti di Schiavi: tratta e sfruttamento nel XXI secolo”, è questo il titolo del nuovo libro della giornalista Anna Pozzi pubblicato dalle edizioni San Paolo. Duecentoquindici pagine dolorose, ma estremamente necessarie per renderci conto che la nostra società – la società della tecnologia, delle comunicazioni e del benessere ... http://aleteia.us7.list-manage1.com/track/click?u=e747b6da5b523d93de77f3f8b&id=37b0581bf8&e=42f38c5160

La Cirinnà fu sottoposta ad esorcismo ai tempi della scuola cattolica. ] non c'è NULLA fuori di te che può aiutarti ad essere migliore o ad essere peggiore, perché servire il regno di Dio o il regno di SATANA è una scelta metafisica, e quindi non potrebbe mai essere una scelta religiosa, ecco perché soltanto Dio sa chi è stato predestinato alla salvezza! ANCHE SE OPPORSI DELIBERATAMENTE ALLA BIBBIA è GIà UN DESTINO DI CERTA DISTRUZIONE! [ Un aneddoto curioso nel passato della relatrice del ddl Unioni Civili. A confermarlo, il marito. Molly Holzschlag, Gelsomino Del Guercio/Aleteia. 12 febbraio 2016, ITALY-GAY-RIGHTS-PARLIAMENT-HOMOSEXUALITY, Un esorcismo per Monica Cirinnà. L’ideatrice del ddl sulle Unioni Civili avrebbe avuto una  “disavventura” piuttosto curiosa e drammatica ai tempi della scuola cattolica che frequentava. “RAPPORTO CONFLITTUALE”. Nel corso della trasmissione Un Giorno da Pecora (Radio 2, 10 gennaio) Gabriele Albertini, senatore ed ex sindaco di Milano, che lavora con la Cirinnà in Commissione giustizia, ha detto: «Monica Cirinnà, con le scuole cattoliche, ha un rapporto conflittuale». (Ascoltare dal 41’10 in poi) “FU SOTTOPOSTA A ESORCISMO” Albertini racconta «di un episodio di quando era piccola che mi raccontò: nella serra della scuola che frequentava, aveva visto una suora che copulava col giardiniere. E aveva raccontato l’episodio a casa, ai propri genitori». E poi cosa successe? «La mamma andò a parlare con la suora superiora, responsabile della scuola, che rifiutò la circostanza pensando che la Cirinnà avesse un delirio demoniaco. Per questo, la sottoposero ad esorcismo». IL MARITO: ME LO HA RACCONTATO LA MADRE, Mentre Albertini raccontava la vicenda, al telefono con Giorgio Lauro e Geppi Cucciari, conduttori della trasmissione, c’era anche Esterino Montino, marito della stessa Cirinnà, il quale ha confermato i fatti. «Ai tempi non la conoscevo, ma lo confermo, perché ho sentito più volte anche la madre di Monica raccontarlo. Ovviamente, dopo quell’episodio cambiò scuola», ha raccontato a Radio2 Montino (Giornalettismo, 11 febbraio 2016). Cirinna’ in effetti ha abbandonato la scuola privata delle suore per diplomarsi al Liceo Classico Statale Tacito di Roma. http://it.aleteia.org/2016/02/12/monica-cirinna-esorcismo-scuola-cattolica-giardiniere-suora-sesso

¡Buenos días, lorenzo! El Papa llega este viernes a México, la segunda iglesia local por el número de católicos después de Brasil, en medio de la alerta sanitaria por el virus del Zika y el resurgimiento del debate sobre el aborto en América. Aquí tienes la página oficial para seguir la visita. La visita, de seis días, estará precedida de un encuentro con el Patriarca de la Iglesia Ortodoxa Rusa, durante una escala en La Habana: Francisco, en tránsito a México; Kiril, de regreso a Rusia después de visitar Brasil. Para la prensa mundial, el momento culminante del viaje será una misa en Ciudad Juárez –se espera que multitudinaria–, ciudad de frontera que simboliza la epopeya de la emigración de millones de latinoamericanos hacia los Estados Unidos, pero también la enfermedad social de la violencia y la corrupción causadas por el narcotráfico.  Emigración, corrupción y violencia estarán en el centro de la agenda de la visita, al decir de los observadores, que también esperan algún mensaje del Santo Padre sobre el uso de las lenguas indígenas en la Eucaristía, y –especialmente ahora– sobre las reformas legales para extender el aborto que están en marcha en la región o que son activamente promovidas por la ONU en el contexto de la crisis del zika. Al encuentro de Francisco con el presidente Enrique Peña Nieto lo precederá una polémica nacional sobre la nulidad eclesiástica del primer matrimonio de la primera dama, Angélica Rivera. 

LA TRAGEDIA DI UNA FAMIGLIA DISTRUTTA DAGLI USURAI (PER INSORGENZA di una qualche FATALITà) VITE DISTRUTTe DAL MUTUO IPOTECARIO! INVENTANO I SOLDI DAL NULLA E TI TRASFORMANO IN UNO SCHIAVO, PER COLPA DELLO STATO MASSONE!  Case delle banche a prezzi agevolati ... Dopo le misure contenute nella legge di Stabilità, il governo pensa ancora al settore immobiliare. Lo fa attraverso un progetto di housing sociale che prevede l'utilizzo di 20-25mila immobili dell'incagliato bancario da mettere sul mercato a prezzi agevolati. A spiegarlo a idealista news è il Viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Riccarco Nencini, in un'intervista rilasciata a margine della convention Re Italy a Milano.

E' genocidio ISLAMICO DELLA LEGA ARABA. Il Parlamento Europeo riconosce il dramma dei cristiani perseguitati, Gentile sostenitore, Ora, dalla parola bisogna passare ai fatti. Il primo passo è stato compiuto, lo avevamo annunciato la scorsa settimana: al Parlamento Europeo si sarebbe votata una risoluzione per riconoscere le persecuzioni e le uccisioni sistematiche dei cristiani e di altre minoranze in Iraq come un vero e proprio GENOCIDIO.
Ebbene: il Parlamento Europeo questa volta ha avuto il coraggio di chiamare con il giusto nome quello che decine di migliaia di cristiani stanno subendo in medio oriente per mano dell’ISIS. Con una larga maggioranza è stata infatti approvata la risoluzione proposta dal parlamentare europeo Lars Adaktusson, (Democratici cristiani, Svezia). Il consenso, cosa rara, è stato trasversale ed è arrivato al termine di un ampio dibattito avviato il 20 gennaio scorso, al quale ha partecipato anche l’alto rappresentante dell’Unione Europea per gli Affari esteri e la politica di sicurezza, Federica Mogherini. Ora, come ti scrivevo prima, dalle parole, seppure importanti e fondamentali, bisogna passare ai fatti! E al momento il Parlamento Europeo non si è ancora deciso a fare nulla di concreto! Perché servono azioni concrete a sostegno dei cristiani e delle minoranze perseguitate! http://email.luci-sullest.it/

Ferma la Cristianofobia! Considerato:  1. l’acuirsi dei casi di persecuzione contro i cristiani nei paesi dove è forte il fondamentalismo di matrice islamica, dove esiste ancora un regime comunista e dove l’identità nazionale è determinata esclusivamente a partire da una particolare religione;  2. l’incremento, in Occidente, di segnalazioni di intolleranza, di discriminazione e di violazione della libertà religiosa a danno di persone di fede cristiana; Soltanto una vasta mobilitazione dell’opinione pubblica potrà sollecitare le istituzioni europee e internazionali affinché prendano le misure necessarie a porre rimedio alle discriminazione e alle persecuzione ai cristiani a causa della loro fede.  Chiediamo dunque che i parlamentari europei si esprimano con fermezza contro tutti gli atti di intolleranza e di discriminazione verso i cristiani e condannino in maniera inequivocabile quello che è un vero e proprio genocidio delle minoranze religiose ad opera dell’Isis in Iraq e in altri paesi del Medio Oriente. Petizione indirizzata al Presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz
Fine: 27 Marzo 2016 http://www.luci-sullest.it/petizione-ferma-cristianofobia/?origine=DNqdrd-nvqj-ehyu

'Stab a Jew' Attacks Spreading to New York City? Jewish man seriously wounded in New York stabbing, A Jewish man was stabbed in the back in an apparently unprovoked attack in New York's Crown Heights neighborhood on Wednesday morning. The victim is in his 30s, and suffered from stab wounds to his upper back. The attack occurred at a check cashing center at Kingston Ave and Empire Boulevard, according to the JP Updates site. The New York Police Department say they are searching for a black male who fled the scene immediately after the attack. Investigators now believe the incident was a hate crime. Video from the scene shows the attacker - in a blue hoodie - fleeing the scene. Watch Here: ‘Stab a Jew’ Attacks Spreading to New York City? NYPD Releases Photo of Man Wanted in Crown Heights Stabbing of a Jewish Man. https://youtu.be/Ivc1MXwQr2w Pubblicato il 11 feb 2016. Detectives on Thursday released a photo of a man wanted in connection with a stabbing in Brooklyn that is being investigated as a possible hate crime.  Hatzalah paramedics evacuated him to hospital in serious but stable condition, with a collapsed lung. The victim - a yeshiva student - later told police he had never seen his attacker before or even exchanged words with him.
=================
The hidden vessels of King Solomon’s Temple finally revealed?  The ARK Report - Sequel, The Hidden Vessels of King Solomon's Temple Pubblicato il 01 feb 2016
https://youtu.be/ww-Kfpzte9I A short film showing where the secret clues lie today.
A new Moskoff-Media (Israel) Production with exclusive interviews. Released Feb. 1, 2016
============
Dichiarazione comune di Papa Francesco e del Patriarca Kirill di Mosca e di tutta la Russia
Questo venerdì, al termine dell’incontro di due ore avvenuto in una sala dell’aeroporto dell’Avana dopo quasi mille anni di separazione, papa Francesco e il patriarca Kirill hanno firmato una dichiarazione comune in cui si parla dei cristiani perseguitati con la richiesta alla comunità internazionale di fermare la loro espulsione dai rispettivi Paesi e di porre fine Leggi tutto… http://it.aleteia.org/2016/02/13/dichiarazione-comune-di-papa-francesco-e-del-patriarca-kirill-di-mosca-e-di-tutta-la-russia/?utm_campaign=NL_it&utm_source=daily_newsletter&utm_medium=mail&utm_content=NL_it-Feb%2013,%202016%2007:19%20am

I diritti delle coppie omosessuali in Italia? Già esistono! Molly Holzschlag
Gelsomino Del Guercio/Aleteia
13 febbraio 2016   
lesbians-839875_1280
Pixabay.com/Public Domain
Diritti per le coppie omosessuali e possibilità di adottare un bambino: una novità esclusiva del ddl Cirinnà? Sembra proprio di no. Perché in Italia esiste già un’ampia e documentata legislazione anche a tutela delle coppie non eterosessuali.
Insomma, se è realmente l’amore, come vanno ripetendo ormai da settimane i sostenitori del mondo Lgbt, il collante di una coppia a prescindere dall’orientamento sessuale, allora la nuova legge sulle unioni civili si può considerare persino una forzatura che maschera altri obiettivi. E vi spieghiamo il perché.
LA TUTELA DELLA COPPIA
In Italia ai conviventi, dello stesso sesso o di sessi diversi, sono riconosciuti i diritti e i doveri relativi alla sanità, alle carceri, alla locazione, ai risarcimenti. Non esiste un problema di tutela dei conviventi in quanto legge o giurisprudenza li stanno già tutelando (La Nuova Bussola Quotidiana, 11 febbraio).
FAMIGLIA E CONVIVENZA
La norma che rappresenta la base formale per il riconoscimento di molti diritti dei conviventi è rappresentata dal DPR n.223/1989 (approvazione del regolamento anagrafico della popolazione residente) che parifica le famiglie alle convivenze, stabilendo che «l’anagrafe della popolazione residente è la raccolta sistematica dell’insieme delle posizioni relative alle singole persone, alle famiglie e alle convivenze che hanno fissato nel comune la residenza»; addirittura precisa che «l’anagrafe è costituita da schede individuali, di famiglia e di convivenza».
NORME PRO COPPIE GAY
Ma sempre spulciando il dossier de La Nuova Bussola Quotidiana, le norme che tutelano le convivenze anche tra persone dello stesso sesso sono diverse: ad esempio l’art. 3 Legge n.91/1999 in materia di trapianti di organi stabilisce che all’inizio del periodo di osservazione ai fini dell’accertamento di morte, i medici forniscono informazioni sulle opportunità terapeutiche per le persone in attesa di trapianto nonché sulla natura e sulle circostanze del prelievo, al coniuge non separato o al convivente; Legge n.53/2000 Disposizioni per il sostegno della maternità e della paternità, per il diritto alla cura e alla formazione e per il coordinamento dei tempi delle città, riconosce ad ogni lavoratore il diritto a permessi retribuiti per decesso o grave infermità del coniuge, del parente entro il secondo grado e del convivente.
CONSULTORI E TESTAMENTO
E ancora la legge n.405/1975 Istituzione dei consultori familiari, prevede l’assistenza della famiglia e della coppia (e dunque dei conviventi); la Corte di Cassazione con sentenza n.2988/1999 ha riconosciuto al convivente la risarcibilità del danno patrimoniale in caso di morte del convivente provocata da fatto ingiusto altrui; Art. 411 codice civile le disposizioni testamentarie in favore del convivente amministratore di sostegno sono valide.
CATTIVA CONDOTTA DEL CONIUGE
Importanti sono anche gli Art. 342bis e 342ter codice civile: prevedono che quando la condotta del coniuge o di altro convivente è causa di grave pregiudizio all’integrità fisica morale ovvero alla libertà dell’altro coniuge o convivente il giudice può disporre l’allontanamento da casa, prescrivendo il divieto di avvicinarsi ecc. Complessivamente sono 15 le norme citate a tutela dei diritti di una coppia convivente (sia etero che omosessuale).
CASA, SOSTEGNO, PROCESSI
In tempi non sospetti anche La Repubblica (gennaio 2013) evidenziava in un articolo che la materia successoria e perfino la pensione di reversibilità non sono negati ai conviventi gay. Come si chiede il giornalista e sociologo Giuliano Guzzo, sul suo blog (gennaio 2013): «dov’è il fantomatico “vuoto legislativo”?».
Visto che le coppie di fatto godono già oggi, per citarne alcuni, dei diritti di stipulare di accordi di convivenza per interessi meritevoli di tutela [ex art. 1322 cc], di successione nel contratto di locazione a seguito della morte del titolare a favore del convivente [Cfr. C.C. sent. n. 404/1988], di vista in carcere al partner [Cfr. D.P.R 30 n. 230 del 2000], di nomina di amministratore di sostegno [artt. 408 e 417 cc], di astensione dalla testimonianza in sede penale [art. 199, terzo comma, c.p.p.], di proporre domanda di grazia [art. 680 c.p.].
ADOZIONE GIA’ POSSIBILE
Ma andiamo oltre. E vediamo come in realtà, anche se lo dicono in pochi, l’adozione di bambini da parte di coppie omosessuali sia già possibile in Italia. Insomma la stepchild tanto decantata dai sostenitori della Cirinnà, è tutt’altro che un’assoluta novità.
LE MODIFICHE ALLA LEGGE 184
In Italia esistono già alcune sentenze che, fanno riferimento all’articolo 44 della legge 4 maggio 1983, n. 184, che regola le adozioni in casi particolari.  L’articolo 5 del ddl Cirinnà si intitola, alla lettera, “Modifiche alla legge 4 maggio 1983, n. 184”. La modifica prevista alla legge sulle adozioni è la seguente: «All’articolo 44, comma 1, lettera b), della legge 4 maggio 1983, n. 184, dopo la parola: «coniuge» sono inserite le seguenti: «o dalla parte dell’unione civile tra persone dello stesso sesso» e dopo le parole: «e dell’altro coniuge» sono aggiunte le seguenti: «o dell’altra parte dell’unione civile tra persone dello stesso sesso» (Vita.it, 20 gennaio 2016).
14 ADOZIONI DI COPPIE GAY
In Italia esistono già alcune sentenze che, facendo riferimento all’articolo 44 lettera d) della legge 184, poi modificata nel 2001, hanno disposto l’adozione da parte della convivente del figlio della madre biologica, all’interno di una coppia convivente omosessuale. «Sono 14, almeno fino al 31 dicembre 2015, quando sono andata in pensione», spiega sempre a Vita.it Melita Cavallo, ex presidente del Tribunale per i Minori di Roma. «Nella maggior parte dei casi si tratta di due donne, in un caso di una coppia di uomini». Di adozioni con l’articolo 44 d) «se ne sono fatte centinaia, in tutti i tribunali: se non si fosse detto che le due persone in questione sono conviventi sarebbe andato tutto liscio. Ma il giudice non può discriminare in base all’orientamento sessuale, lo dice la Costituzione».
4 RAGIONI
Per capire come sia possibile, tecnicamente, basta leggere la sentenza della Corte d’Appello di Roma pubblicata il 23 dicembre, che ravvisa quattro ragioni:
1) come nella legge italiana, per l’adozione in casi speciali, non vi sia divieto di adottare per la persona singola (la condizione del matrimonio è richiesta solo per l’adozione piena o legittimante che non rientra nei casi di adozione particolari previsti dalla legge 184);
2) come non vi siano limitazioni in riferimento all’orientamento sessuale delle persone adottanti;
3) come non sia necessario lo stato di abbandono del bambino per procedere a un’adozione in casi speciali;
4) come sia prioritario valutando se questo sia l’interesse del bambino, «dare una forma legale a ciò che di fatto già sussiste nella realtà della vita quotidiana e delle relazioni familiari» «a tutela del minore stesso», dice la sentenza della Corte d’Appello. GENITORE BIOLOGICO E MADRE ADEGUATA
Secondo questa sentenza, spiega Cavallo «l’adozione si può fare anche se non c’è convivenza con il genitore biologico e anche in presenza di una madre adeguata. È capitato che una vicina di casa tenesse il bambino perché la madre aveva gravi problemi di salute, poi la madre si sia resa conto di come la vicina fosse considerata dal figlio un punto di riferimento importante e abbia acconsentito all’adozione. anche qui erano due donne, senza legame affettivo. Oppure un medico single che ha adottato un bambino con frequenti ricoveri in ospedale, la madre era single e ha dato consenso. La novità ovviamente è l’elemento della convivenza e della relazione affettiva, ma come dicevo prima il giudice non può discriminare per questo».
QUESTIONE DI COMMI
Cosa cambierebbe quindi con il comma il ddl Cirinnà e con l’introduzione in una legge della stepchild adoption? «Sul piano pratico non cambia nulla», dice Cavallo. «Finora si è lavorato con la lettera d), forse con il ddl si lavorerà di più tramite la lettera b) del comma 44, ma c’è sempre la valutazione, che ritengo opportuno rimanga, senza automatismi. Ho visto differenze nelle situazioni e mi è capitato di vedere un bambino che non accettava la compagna della madre: in quel caso ho disposto un approfondimento con nuove indagini, ci stanno ancora lavorando».
 http://it.aleteia.org/2016/02/13/i-diritti-delle-coppie-omosessuali-in-italia-gia-esistono/?utm_campaign=NL_it&utm_source=daily_newsletter&utm_medium=mail&utm_content=NL_it-Feb%2013,%202016%2008:52%20am

ECCO TUTTO IL MALE CHE LA PIRAMIDE MASSONICA, OCCHIO DI LUCIFERO: il grande fratello SPA FED, HA PIANIFICATO DI FARE AI DANNI DI TUTTI I POPOLI DEL PIANETA: "L'INFERNO è STATO SPALANCATO SULLa TERRA DELLE SCIMMIE SODOMA DARWIN GENDER!" Brutalità polizia sui migranti a Calais. Denuncia umanitaria: ogni settimana almeno 12 feriti

il mondo è tutto sbagliato! C'è chi appoggia i nazisti islamici sciiti, e chi appoggia i nazisti islamici sunniti! ORA I DELITTI DEI SUNNITI SONO 100 VOLTE PEGGIORI, MA VENGONO TOLLERATI PERCHé SONO GLI ALLEaTI DELLA NATO! l'Occidente quindi, non può rimproverare nulla ad Assad, che è sempre stato il migliore di tutti loro, ed infatti, nessuno faceva volenza ai cristiani sotto Assad, prima che Obama li sterminasse tutti con i suoi Obama's moderate terrorist! Obama NON POTREBBE MAI FARE LA DEMOCRAZIA O I DIRITTI UMANI IN SIRIA CON I SUOI CANNIBALI Obama's moderate terrorist.

cosa la tua fede di una scimmia Darwin plasma intorno a te? tutto un mondo Sodoma GENDER: pedofilia poligamia bestialismo: tutto sharia intorno a te

per Poroshenko: 'Non c'é una guerra civile in Ucraina' perché i russofoni nel Donbass che hanno votato in modo plebiscitario per la secessione non esistono! NON RIUSCIRETE A SCRIVERE QUESTE COSE SUI LIBRI DI STORIA, PERCHé PER UN CRIMINALE PAZZO MANIPOLATO DALLA CIA? VOI STATE PER FARE LA GUERRA MONDIALE!

BUSH 322 KERRY ] ma, se fin'ora con due occhi, tu non sei ancora riuscito a conquistare il mondo califfato NWO, come potresti riuscirci con il monoculo di Allah Polifemo Lucifero sulla punta di un cazzo invisibile piramide SpA FED?

begone satana Bush Hillary ] [ esci FUORI Fariseo SpA FED Satana Scimmia Talud Sodoma GENDER PARASSITA USURAIO immondo: padre Bestia delle SpA Banche CENTRALI!
Obama Gender SCIMMIE allah akbar NWO sharia
Obama tu sei l'uomo più infelice della storia del genere umano, tu nell'inferno passerai per il "custode SCIMMIE sharia al cimitero GENDER SODOMA Allah akbar la bestia di Gigante monoculo Polifemo califfato cazzone nazista saudita: 5miliardi di morti ammazzati"

Benjamin Netanyahu ] e questo è il vero motivo perché tutti odiano ISRAELE [ MA che cazzo se ne fanno: tutte le scimmie DARWIN: doppia fica: buco del culo sodoma GENDER allah maometto akbar: è un pedofilo poligamo, sharia il nazismo ONU, che, SONO TUTTI GLI ANIMALI CHE, I TUOI FARISEI ENLIGHTENED BANCA SPA ROTHSCHILD DI INGHILTERRA, proprio loro HANNO CREATO? allora, tu Muori in silenzio coglione e non mi dare più fastidio!

Benjamin Netanyahu ] si risente il tuo King Davide, perché tu di lui hai fatto un massone!



Special Events

Director's Lecture Series
Director's Lecture Series (June)

Series Title: “Wonders of Creation..Soaring in Splendor"


Day: First Saturday of Every Mo
nth
Time: Starts at 11:00 am and again at 2:00 pm

event 1
Dinosaur Excavations

Creation Evidence Museum will be holding the annual Public Excavation. Experience the fun of a real archilogical excivation. For information see below.

Excavation Details, Registration and Liabilty Waiver

Day & Time: June 29th - July 3rd from 8:00 am - 1:00 pmIsrael -- Eih gli hacher della CIA mi stanno creando dei problemi con gli IP del sito blogger http://jhwh1osannauniusrei3.blogspot.com/
 my ISRAEL, come che cosa mi hanno fatto i cannibali hacher della CIA? ] [  1. mi hanno creato un: "abba 36" bis, 3. mi hanno messo entrambi i documenti in prima pagina, 3. mi hanno bloccato il server blogspot, ed, 4. io sono stato costretto a resettare il modem
IO SONO UNA CREATURA INVINCIBILE ] è VERO CHE [ 1. MISTAFIELD; or: 2. SYNNEK1; or: 3. 187AudioHostem; lui era il potente Direttore di youtube: "in my name are been closed: one milion of site youtube said him", ed ora per colpa mia, lui fa il disoccupato, che, lui va in giro a vedere i fuochi di artificio per curare il suo esaurimento! Ma, è proprio quello che Gesù di Betlemme ha detto: a Rothschild e a tutti i complici, del sistema massonico, SpA, Fmi "che vale che, tu diventi il padrone del mondo intero, se poi, tu perdi la tua anima?"

I am immortal creature CREATURA DIVINA ] [ NO! non sono stato io che, io ho fatto impazzire 187AudioHostem, ma è stata la sua coscienza, CHE HA FATTO IMPAZZIRE LUI.. è vero che lui beveva sangue di porco, per soffocare la sua coscienza: ma questa è la verità: " LA SUA COSCIENZA è STATA PIù FORTE DI LUI!"

666 PRIEST IhatenewLayout ] io so che tu non fai i sacrifici umani sull'altare di satana, e che, tu hai 2 bambini bellissimi, mentre, purtroppo, 187AudioHostem LaVey Kerry 322? lui si è mangiato tutti i suoi figli sull'altare di satana!

Lorenzojhwh Kaduri

666 PRIEST IhatenewLayout ] no! amico mio, tu non ti preoccupare! quando io scenderò all'inferno per venire a trovarti? io non aggiungerò le mie percosse a quelle dei demoni! no, amico mio, io scenderò per proteggerti da loro, e per darti un poco di sollievo, in attesa del tuo giudizio universale!

666 PRIEST IhatenewLayout ] io sono un poco preoccupato per, il nostro amico: 187AudioHostem. tu ricordi quando io dissi a lui: "non ci potrebbe mai essere una donna che ti potrebbe amare", e poi, su questa pagina di:  /user/youtube/discussion , uscì una ragazza a rimproverarmi ora, io temo, che, il suo super poteri cazzo sacerdote di satana Kerry 322 LaVey, gli abbiano tolto quella moglie per punirlo, e forse gli hanno dato una moglie più brutta.. perché non c'è l'impressione che le moglie dei satanisti siano date a loro per sempre!

666 PRIEST iHATENEWlAYOUT ] [ io so che tu hai, una moglie molto giovane e bellissima, ma, io spero per te, che, tu non appartieni, al gruppo satanisti di 1187AudioHostem, che anche tu, metti tua moglie in mezzo al gruppo, la nella tua chiesa Kerry 322 LaVey di satana, anche tu!

666 PRIEST iHATENEWlAYOUT ] [ non lo so, che, tipo di preghiere voi andrete a fare, PER PROTEGGERE IL VOSTRO FEGATO, di fronte al vostro gender di satAna, ma, di un cosa sono sicuro: "NON POTREBBERO MAI FUNZIONARE!" .. però, se, voi andate in gruppo del rinnovamento carismatico: a gridare alleluia a Gesù di Betlemme? allora, si che la vostra salute migliorerà!

my JHWH ] amen alleluia [ loro per lo più stanno facendo un lavoro per satana, ed il minimo che io posso fare loro? è quello di farli ammalare tutti di fegato!

BARAK OBAMA ] volermela prendere io contro un politico come te? sarebbe come dare tutte le colpe del Capo Ufficio: Rothschild 322 Bush SpA Fmi al suo portaborse strozzino! Perché è questo che tu sei: un tragico attore di strozzino di portaborse!

my JHWH holy holy holy ] è interessante stare in questa comunità mondiale di scimmie Darwin evolute: "non vedo, non sento, non parlo!" tutto quello che, la feccia Rothschild Bush e Maometto, gli assassini ladri andavano cercando! MA IO SONO QUì, ora e loro hanno un problema.. ED, infatti, IO SONO VICINO AD UNA CRISI DI NERVI! PERCHé TUTTI LO SANNO, LA PAZIENZA DI UNIUS REI NON è QUELLA DI UN SANTO: INFATTI IO SONO UN TIPO PRaTICO PRATICO, ECCO PERCHé, IO VOGLIO TUTTO E SUBITO! .. e questo è il motivo per cui, sempre più persone sono infelici e si vanno facendo del male in tutto il mondo
The worst thing is, not, the 3rd WW with 5 billion dead, which will be done to destroy Israel completely. A Satanist told me, lorenzojhwh: "You have blocked the evolution of mankind!" 1. Who, masonry SpA FMI, gave thhttps://www.blogger.com/homeese monsters, the aim of winning, the whole human race? 2. Who gave a body to the demons, for to creating aliens and flying saucers? -ANSWER-[unius REI. ♰ king Israel: MANE ♰ ♰ THECEL PHARES]. Only the enlightened Jews, the Pharisees of the IMF 322, freemasonry, 666, only they could commit this monstrosity! 1. This message is for the whole planet. 2. THIS is the shame of all: Illuminati: Jews, Freemasons, all politicians around the worldwide. But I've got news for all of them, "terror", in fact, the leaders of Satanism have learned to die of fright

La cosa peggiore è, non, il 3 ° WW con 5 miliardi morto, che sarà fatto a distruggere Israele completamente. Un satanista mi ha detto, lorenzojhwh: "Che hai bloccato l'evoluzione dell'umanità!" 1. chi, muratura FMI SpA, ha dato thhttps://www.blogger.com/homeese mostri, l'obiettivo di vincere, tutto il genere umano? 2. chi ha dato un corpo ai demoni, per la creazione di alieni e dischi volanti? -RISPOSTA-[unius REI. Re Israele: MANE THECEL PHARES]. Solo gli ebrei illuminati, i farisei del FMI 322, Massoneria, 666, solo che potrebbe commettere questa mostruosità! 1. questo messaggio è per l'intero pianeta. 2. Questa è la vergogna di tutti: Illuminati: ebrei, massoni, tutti i politici intorno in tutto il mondo. Ma ho una notizia per tutti loro, "terrore", in realtà, i leader del satanismo hanno imparato a morire di spavento
Rifugiati MARTIRI disperazione tragedia siriana DAMASCO VS SHARIA NAZI ONU
TUTTI I MARTIRI CRISTIANI UCCISA DA OBAMA SOTTO EGIDA SHARIA ONU LEGA ARABA, I NAZISTI SENZA LIBERTà DI RELIGIONE, SENZA RECIPROCITà... I MASSONI BILDENBERG TROIKA, I PIù GRANDI SATANISTI FARISEI FMI SPA 666 FED BCE, DI TUTTE LE FALSE DEMOCRAZIE MASSONICHE DEL SIGNORAGGIO BANACRIO RUBATO ALLA COSTITUZIONE.. PER DISTRUGGERE IL GENERE UMANO.. IL COMPLOTTO CHE DISINTEGRERà ISRAELE

Rifugiati alla disperazione Una tragedia siriana DAMASCO. Non conosce tregua l'orrore in Siria. Mentre i combattimenti vanno avanti peggiora di giorno in giorno la condizione dei profughi e degli sfollati. Ieri l'ennesima conferma: una donna di quarant'anni rifugiata siriana nella città di Tripoli in Libano si è data fuoco di fronte a un centro dell'Alto commissariato dell'Onu per i rifugiati (Unhcr) sotto gli occhi dei suoi figli. La donna protestava per gli scarsi aiuti alimentari ricevuti. Diverse persone che erano in coda e alcuni addetti dell'Unhcr sono intervenuti e hanno spento le fiamme. La donna è stata trasportata in gravissime condizioni all'ospedale Al Salam. Sono circa un milione i rifugiati siriani arrivati in Libano dall'inizio della crisi tre anni fa. Un'emergenza particolarmente preoccupante per le autorità di un Paese il Libano che ha solo quattro milioni di abitanti e che già ospita centinaia di migliaia di profughi palestinesi. Finora il Governo di Beirut non ha dato il permesso di allestire campi per i profughi siriani che perciò devono sopravvivere in raggruppamenti di tende sparsi nel territorio presso alloggi di fortuna o devono pagare affitti esorbitanti per sistemazioni in appartamenti malsani.

Prime Minister Binyamin Netanyahu -- king Saudi arabia, mi ha detto: " e perché, io devo riconoscere Israele? non si fanno contratti, che, devono durare con i cadaveri! "?
Lorenzojhwh Unius REI

Attacchi dei talebani Costellato di attentati il cammino verso le presidenziali afghane. KABUL. L'Afghanistan ha vissuto ieri un altro giorno di violenza per tre attacchi portati dai talebani che li hanno rivendicati a Kabul e nelle province di Kunar e Kunduz con un bilancio di almeno venti morti e quasi cinquanta feriti. Il tutto a dieci giorni dal primo turno delle elezioni presidenziali del 5 aprile. Cacciati dal potere nel 2001 da una coalizione militare internazionale diretta dagli Stati Uniti i talebani il 10 marzo scorso hanno pubblicato un proclama annunciando di voler fare di tutto per far fallire le presidenziali che rappresentano un test per la stabilità del Paese in
vista del ritiro entro quest'anno del contingente militare internazionale. Già in queste ultime settimane hanno compiuto attentati e attacchi quasi quotidiani fra cui uno clamoroso giovedì scorso nel lussuoso hotel Serena di Kabul che si è concluso con la morte di almeno nove persone di cui quattro stranieri. L'azione più clamorosa è avvenuta ieri nella capitale afghana ai danni di un affollato ufficio regionale della Commissione elettorale indipendente (Iec) sulla Dar ul Aman Road. A quanto ha riferito il
portavoce del ministero dell'Interno Sidiq Sidiqi un commando di cinque terroristi si è presentato davanti all'ingresso della Iec. «Due di essi — ha detto — si sono fatti esplodere permettendo il passaggio all'interno degli altri tre che hanno cominciato a sparare all'impazzata». Sono seguite ore di tensione in cui i talebani hanno preso in ostaggio una trentina di persone portandole al terzo piano dell'edificio mentre altre quaranta venivano salvate per l'intervento delle squadre speciali afghane che nel frattempo avevano preso possesso dei primi due piani. L'assedio è durato quasi quattro ore al termine delle quali i trenta ostaggi sono stati liberati e i terroristi uccisi. Sidiqi ha comunicato il bilancio finale dello scontro: dieci morti fra cui i cinque attentatori suicidi due agenti di polizia un dipendente della Iec un candidato provinciale
e un civile. A est nella devastata provincia orientale di Kunar due talebani sono entrati a forza nella nuova sede della Kabul Bank ad Asadabad aprendo il fuoco contro i clienti in attesa. Nella sua rivendicazione il portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid ha precisato che i clienti erano «agenti di polizia mercenari che ritiravano lo stipendio». Al termine dell'attacco represso dalle forze di sicurezza afghane il capo della polizia provinciale generale Abdul Habib Syedkhel ha comunicato che «il bilancio è di 5 morti (2 terroristi e 3 agenti di polizia) e 16 feriti mentre nessun impiegato della banca ha riportato danni». La terza operazione dei seguaci del mullah Omar è avvenuta nella provincia di Kunduz (nord). Qui i morti sono stati 5 e i feriti 27. Nel frattempo dopo 9 anni e 1288 progetti realizzati chiude il Provincial Reconstruction Team (Prt) di Herat la componente civile del contingente italiano dell'Isaf che ha concluso ieri ufficialmente il suo mandato. Quarantaquattro poliambulatori un ospedale pediatrico e uno per tossicodipendenti un centro di medicina legale 105 scuole sessanta chilometri di rete idrica e 16 per acque reflue circa ottocento pozzi per l'acqua tre ponti 130
chilometri di strade 17 edifici pubblici e governativi 34 infrastrutture militari due centri di aggregazione per sole donne e uno di arti visive un carcere femminile un istituto penale per minori e il terminal passeggeri dell'aeroporto di Herat. Questi sono i progetti portati a termine per un investimento pari a circa 46 milioni e mezzo di euro stanziati dal ministero della Difesa italiano.

Chiesto lo scioglimento del partito islamico bengalese. DACCA. Sempre più tesa la situazione politico-istituzionale in Bangladesh. Con una mossa destinata ad ampliare il solco tra Governo e opposizione gli inquirenti incaricati di indagare sui crimini di guerra commessi nel Paese asiatico durante la sanguinosa guerra di liberazione dal Pakistan (1971) hanno chiesto ieri lo scioglimento del partito islamico Jamaat-e-Islami già escluso dalle contestate elezioni politiche dello scorso gennaio. Sono una dozzina i leader dello Jamaat-e Islami processati e condannati a pene severissime dalla nascita nel 2010 e di nomina governativa del tribunale per i crimini di guerra. La prima esecuzione di un condannato a morte — quella del sessantacinquenne vice segretario del partito Abdul Qader Mollah — è avvenuta a settembre. Da circa un anno un duro braccio di ferro tra il Governo guidato dal primo ministro Sheikh Hasina e l'opp osizione tiene il Bangladesh in uno stato di tensione permanente con frequenti e sanguinosi episodi di violenza. Sono stati almeno duecento i morti dall'inizio dell'anno dovuti alla grave situazione politica e alle violente reazioni ad arresti e condanne.

Pechino vuole spiegazioni PECHINO. La vicenda dell'aereo della Malaysia Airlines resta tuttora avvolta nel mistero. A distanza di giorni infatti non sono stati ancora Accertati i motivi per i quali il Boeing 777 ha cambiato rotta un'ora dopo il decollo dalla capitale della Malaysia. Tra le 239 persone a bordo 152 sono di nazionalità cinese. Proprio per questo il primo ministro cinese Li Keqiang ha chiesto al Governo di Kuala Lumpur di fornire nel più breve tempo possibile informazioni dettagliate e accurate su quanto realmente accaduto. Sono intanto riprese stamattina nell'oceano Indiano meridionale le ricerche dell'aereo interrotte ieri a causa del maltempo e delle avverse condizioni del mare. «Non ci fermeremo finché non risolveremo questo enigma» ha affermato il primo ministro australiano Tony Abbot. E a circa 2.500 chilometri a sud-est dalla città di Perth satelliti francesi hanno individuato almeno 122 oggetti galleggianti che si presume siano del volo Mh370 da Kuala Lumpur a Pechino scomparso dai radar l'8 marzo scorso e con ogni probabilità precipitato — e disperso — nell'oceano Indiano. Lo ha reso noto il ministro dei Trasporti della Malaysia Hishammuddin Hussein

Incostituzionale il referendum sulla Catalogna MADRID. Il referendum per l'indipendenza della Catalogna in programma il prossimo 9 novembre è incostituzionale. Lo hanno
stabilito ieri i giudici della Corte costituzionale spagnola nel primo giorno del dibattito in seduta plenaria. I magistrati — all'unanimità — hanno rilevato che secondo la Costituzione una regione «non può indire unilateralmente un referendum sull'integrazione con la Spagna». I giudici hanno inoltre dichiarato illegittima la dichiarazione di sovranità approvata dal Parlamento catalano il 23 gennaio del 2013 in particolare il primo paragrafo in cui — si legge nella sentenza — si proclama il popolo catalano «come soggetto politico e giuridico sovrano».

Diffusi dall'Unhcr i dati sugli arrivi in Italia Diecimila immigrati in tre mesi ROMA. Nei primi tre mesi dell'anno oltre diecimila immigrati sono sbarcati in Italia un dato di dieci volte maggiore rispetto all'analogo periodo del 2013. Lo ha reso noto l'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr). Nel 2013 ha ricordato l'Unhcr si sono registrati 43.000 arrivi il secondo dato più alto degli ultimi dieci anni. Un numero che nel 2014 sarà superato. Circa il 50 per cento degli stranieri sbarcati in questi tre mesi sono rifugiati eritrei e siriani. Lo scorso anno le domande di asilo in Italia sono state 27.000 a fronte delle 109.000 della Germania e delle 60.000 della Francia. l'Unhcr ha così chiesto a Roma una programmazione dell'accoglienza considerato che i centri hanno già 10.000 ospiti a fronte di una capienza di soli 6.900 posti.

In Libano cattolici e musulmani nel nome di Maria JAMHOUR. Da quattro anni in Libano il giorno dell'Annunciazione del Signore è festa nazionale. E da otto ai piedi della Vergine di Notre-Dame di Jamhour si riuniscono insieme in preghiera cattolici e musulmani. Un'esp erienza che «rallegra» Papa Francesco come ha scritto il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin in un messaggio inviato a nome del Pontefice ai partecipanti all'incontro. «Il Papa — si legge — vi incoraggia cristiani e musulmani a lavorare insieme alla pace e al bene comune contribuendo così allo sviluppo integrale delle persone e all'edificazione della società». Il raduno di preghiera — del quale dà notizia Radio Vaticana — è stato organizzato nel pomeriggio di ieri nella località libanese di Jamhour. A promuoverlo nella chiesa di Notre-Dame l'Associazione degli ex allievi del
Collegio dell'Università San Giuseppe e del Collegio di Jamhour. Il dialogo — ha spiegato padre Miguel Ángel Ayuso Guixot segretario del Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso intervenuto all'incontro — è «una comunicazione biunivoca» e consiste «nel parlare e ascoltare nel dare e ricevere in vista di uno sviluppo e di un arricchimento reciproco». Dialogare ha proseguito si fonda «sulla testimonianza della propria fede e su un'apertura alla religione dell'altro» e ciò non significa ha sottolineato padre Ayuso Guixot «tradire la missione della Chiesa» né dare spazio a «un nuovo metodo di conversione al cristianesimo» bensì si tratta di un dialogo interreligioso fondato su quattro basi: vita opere scambi teologici ed esperienze religiose. In sintonia con Papa Francesco il segretario del dicastero vaticano ha messo in luce la comune devozione di cristiani e musulmani alla Vergine Maria «menzionata più volte nel Cora-no». Ella è un «modello di dialogo perché insegna a credere a
non fermarsi su certezze acquisite ma ad aprirsi agli altri e a rimanere disponibili». La sua venerazione condivisa «può costituire un terreno favorevole alla coabitazione tra le due comunità»

MUMBAI. Una Giornata di preghiera per la nazione indiana è stata promossa per il 6 aprile prossimo dalla Catholic Bishops Conference of India (Cbci). L'iniziativa è stata presa in vista delle elezioni generali. Dal 7 aprile al 12 maggio infatti l'India è chiamata alle urne per eleggere i nuovi membri della Camera bassa del Parlamento. In vista di questo importante appuntamento che coinvolgerà 814 milioni di votanti la Chiesa cattolica ha perciò lanciato la Giornata di preghiera attraverso una lettera inviata a sacerdoti religiosi e fedeli laici e firmata dal cardinale Baselios Cleemis Thottunkal presidente della Cbci: «Dovrà essere un giorno di fervida preghiera per lo svolgimento pacifico delle elezioni e per l'assistenza divina di tutti i cittadini così che possano eleggere i candidati migliori capaci di sostenere i valori e i principi morali nella vita pubblica»

L'OSSERVATORE ROMANO pagina 6 giovedì 27 marzo 2014 Nell'omelia del patriarca di Gerusalemme dei Latini per l'Annunciazione del Signore Francesco in Terra Santa Dalla sacra famiglia di Nazareth la forza per affrontare sfide e minacce all'unità determinazione ad affrontarle a superarle con la forza di Colui il quale ha vinto il mondo e calpestato il male attraverso la sua croce e la sua risurrezione. Invito dunque tutti i figli della Terra Santa a compiere un pellegrinaggio a Nazareth in quest'anno consacrato alla famiglia per seguire l'esempio della santa famiglia. Qui a Nazareth tutto è cominciato» ha concluso il patriarca Twal ricordando che «è il Nuovo Testamento che comincia con l'incarnazione del Figlio di Dio venuto fra noi come salvatore liberatore messaggero di amore e di pace. È venuto qui per dissipare la paura e rendere la pace ai nostri cuori e al nostro spirito». L'episcopato in vista del voto In preghiera per la nazione indiana

Con l'abisso pronto a inghiottirti. In «Un paesaggio di ceneri» di Élisabeth Gille il seguito ideale di «Suite francese». 26 marzo 2014. Un libro intenso e commovente sull'impossibilità di dimenticare sull'indelebile dolore di chi sopravvive e sulla difficoltà di ritrovare la propria identità dopo essere stati privati di tutto.
[ Sentinella tedesca a Bordeaux nel 1940 ] Così Gaetano Vallini definisce Un paesaggio di ceneri di Élisabeth Gille con il quale la scrittrice colma in maniera definitiva la distanza tra il suo mondo di orfana a causa della follia nazista e quello della madre che aveva appena avuto il tempo di sfiorare; una madre dal nome impegnativo: Irène Némirovski autrice di quel capolavoro che è Suite francese uno dei libri più belli sulla guerra incredibilmente salvato e sottratto all'oblio per essere pubblicato nel 2004 sessant'anni dopo la morte dell'autrice ad Auschwitz. Perché del romanzo materno Un paesaggio di ceneri in libreria dal 2 aprile (Venezia Marsilio 2014 pagine 171 euro 16) pur con una scrittura meno raffinata ed elegante ma non meno efficace e incisiva nella sua sobrietà potrebbe essere considerato una sorta di seguito ideale nonostante sia stato pubblicato otto anni prima. Più correttamente si dovrebbe parlare di un'autobiografia camuffata in cui non è difficile intravvedere nel personaggio della piccola protagonista Léa la stessa autrice con il suo dramma interiore. Proprio per questo non è semplice scegliere da dove cominciare per parlarne se dalla vita di Élisabeth o da quella di Léa una bambina ebrea che come lei «non sapeva niente di se stessa niente delle proprie origini e della propria identità. Non era che terra bruciata un paesaggio di ceneri». E del resto dopo la deportazione senza ritorno della madre Irène e del padre Michel Epstein anche Élisabeth Gille e la sorella Denise trovarono prima asilo in un pensionato cattolico e poi ospitalità presso amici di famiglia.

Intitolato a Óscar Romero l'aeroporto di San Salvador. 25 marzo 2014. Lo scalo aereo della capitale di El Salvador si chiamerà da oggi e per sempre aeroporto internazionale Óscar Arnulfo Romero y Galdámez»: lo ha annunciato ieri il presidente Mauricio Funes nel 34° anniversario dell'assassinio dell'arcivescovo che fu ha aggiunto «voce dei senza voce nei momenti più difficili della storia recente del Paese». L'arcivescovo Romero fu assassinato mentre celebrava la messa.

Solidarietà internazionale per combattere la fame Intervento della Santa Sede a GinevrA. 26 marzo 2014. Pubblichiamo la nostra traduzione dell'intervento svolto il 10 marzo dall'arcivescovo Silvano M. Tomasi osservatore permanente della Santa Sede presso l'Ufficio delle Nazioni Unite e Istituzioni specializzate a Ginevra durante la XXV sessione ordinaria del Consiglio per i diritti dell'uomo sul diritto al cibo. Signor Presidente La mia Delegazione coglie con piacere l'opportunità di parlare a questo Consiglio dell'urgente necessità che i Governi e la società globale rispettino proteggano agevolino e adempiano meglio il diritto umano al cibo. Siamo profondamente grati al Relatore speciale uscente per i suoi significativi sforzi a questo riguardo ed esprimiamo il sincero auspicio che in futuro si compiano altri progressi al fine di assicurare che il diritto al cibo non sia «ridotto a un diritto a non morire di fame» e venga davvero riconosciuto come «diritto inclusivo a un'alimentazione adeguata e a tutti gli elementi nutrizionali» necessari «per vivere una vita sana e attiva e mezzo per accedervi» (www.ohchr.org/Documents/HRBodies/.../A-HRC-19-59_en.pdf). La comunità internazionale ha certamente compiuto progressi nell'affrontare il tema della sicurezza alimentare. In occasione della Giornata mondiale dell'alimentazione 2013 (José Graziano Da Silva Direttore Generale della Fao La sicurezza alimentare è la sfida del futuro «L'Osservatore Romano» giovedì 19 settembre 2013) l'Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura delle Nazioni Unite ha riferito che dalla fine della seconda guerra mondiale la disponibilità di cibo pro capite è cresciuta di oltre il 40 per cento. Ha però anche spiegato che la fame colpisce ancora oltre 840 milioni di persone ma è molto meno evidente poiché persiste principalmente tra quanti vivono nei Paesi in via di sviluppo. Questo tipo di fame si manifesta come «morte lenta» causata da denutrizione privando i bambini delle opportunità e impedendo loro di raggiungere quelle pietre miliari dello sviluppo come la crescita secondo parametri normali lo sviluppo neuromotorio le prestazioni scolastiche che sono date per scontate dalle persone ben nutrite che vivono in Paesi ad alto reddito... «ciò costituisce un vero scandalo» (www.vatican.va/holy_father/francesco/messages/peace/documents/papa-francesco_20131208_messaggio-xlvii-giornata-mondiale-pace-2014_it.html). Signor Presidente nel suo Messaggio per l'ultima Giornata mondiale dell'alimentazione Papa Francesco ha asserito con forza che «fame e denutrizione non possono mai essere considerati un fatto normale al quale abituarsi quasi si trattasse di parte del sistema» www.vatican.va/holy_father/francesco/messages/food/documents/papa-francesco_20131016_messaggio-giornata-alimentazione_it.html). Per spezzare questo circolo vizioso occorre prendere misure strutturali come l'attuazione di leggi quadro a livello nazionale e lo sviluppo di politiche alimentari giuste. Abbiamo anche bisogno di processi ben sviluppati tra cui l'attuazione e il controllo delle politiche nonché dello stanziamento adeguato di risorse. Infine dobbiamo esaminare con attenzione i risultati e l'impatto sulla base di statistiche relative alla fame e alla malnutrizione e di indicatori riguardanti la disponibilità di cibo le entrate sufficienti e i prezzi abbordabili per acquistare un'alimentazione adeguata per le famiglie e i membri più vulnerabili della società.

In un certo senso Signor Presidente Papa Francesco ha tracciato una Road Map volta a favorire ulteriormente la piena attuazione del diritto al cibo. «Qualcosa deve cambiare in noi stessi nella nostra mentalità nelle nostre società» ha esortato proponendo che «un passo importante sia abbattere con decisione le barriere dell'individualismo della chiusura in se stessi della schiavitù del profitto a tutti i costi» (ibid.). Pertanto la mia Delegazione suggerisce che il raggiungimento del diritto al cibo esige solidarietà sociale tra tutti i popoli in aggiunta alle salvaguardie legali e politiche già stabilite da questo Consiglio. A livello nazionale ciò esige investimenti pubblici e privati adeguati per consentire ai piccoli agricoltori di aumentare la produttività di ottenere un surplus di guadagno sufficiente per migliorare le condizioni nelle quali coltivano la terra e di essere in grado di contare a lungo termine su prospettive di entrate sufficienti per sostenere le loro famiglie. Occorrerà una particolare attenzione per agevolare l'autonomizzazione e la partecipazione delle donne nelle campagne per favorire l'agricoltura e lo sviluppo rurale. Riguardo al settore privato dobbiamo cercare una distribuzione più equa delle risorse che non sfavorisca i piccoli produttori di cibo locali. Nel fornire assistenza umanitaria occorre assicurare l'accesso al cibo e alle risorse delle popolazioni colpite sia all'interno dei confini che attraverso gli stessi. L'assistenza allo sviluppo dovrebbe includere componenti agricole affinché il diritto di produrre e di commercializzare il cibo venga assicurato senza discriminazioni. La solidarietà a livello internazionale è parimenti importante negli sforzi per garantire il diritto al cibo. L'accordo raggiunto a Bali durante la nona Conferenza ministeriale dell'Organizzazione mondiale del commercio su «l'azionariato pubblico ai fini della sicurezza alimentare» è sulla stessa falsariga ed è un chiaro esempio di come il multilateralismo possa riacquistare il suo ruolo centrale nel confrontarsi con nuovi problemi affrontare nuove opportunità e soprattutto promuovere un commercio più libero e più equo non come fine a se stesso ma come uno tra i tanti approcci per porre fine alla povertà per tutti. L'attuazione di questo accordo provvisorio offrirebbe ai Paesi che ne hanno bisogno un accesso più sicuro stabile ed equo al cibo.
In questo Anno internazionale dell'agricoltura familiare Signor Presidente la mia Delegazione desidera esortare questo Consiglio a includere quale componente speciale dei suoi sforzi per promuovere e preservare il diritto umano al cibo «l'educazione alla solidarietà e a uno stile di vita che superi la "cultura dello scarto" e metta realmente al centro ogni persona e la sua dignità parte dalla famiglia» (ibid)

Le sanzioni e lo spiraglio. Barack Obama prospetta misure più stringenti contro la Russia ma lascia aperta la porta al dialogo. 26 marzo 2014. Bruxelles 26. Resta alta la tensione in Ucraina dopo l'annessione della Crimea alla Federazione russa. Da ieri la bandiera russa sventola su tutte le installazioni militari in Crimea. Forse anche per questo il presidente statunitense Barack Obama — oggi in missione a Bruxelless dove incontra gli esponenti del Governo belga il segretario generale della Nato e i vertice dell'Ue prima di giungere a Roma — ha lanciato ieri dall'Aja un monito a Putin: se non si ferma il resto del mondo è pronto a reagire. E l'Alleanza atlantica sta già preparando piani per difendere gli altri Paesi dell'est europeo. Obama ha sottolineato che dopo l'annessione della Crimea la Russia «è più isolata che ai tempi dell'Unione sovietica».


Dalla famiglia una garanzia di sviluppo Presentato l'incontro mondiale di Philadelphia. 25 marzo 2014. A servizio della famiglia con intelligenza coraggio e amore: prende spunto da questo triplice presupposto il cammino di preparazione all'ottavo Incontro mondiale delle famiglie in programma dal 22 al 27 settembre 2015 a Philadelphia. «Intelligenza nel leggere il presente della famiglia; coraggio per affrontare i complessi e numerosi problemi; amore per cercare di risolverli tenendo sempre presente il Vangelo della famiglia e della vita» ha spiegato stamattina martedì 25 marzo l'arcivescovo Vincenzo Paglia presidente del Pontificio Consiglio per la famiglia riprendendo le indicazioni di Papa Francesco.

Il presule è intervenuto nella Sala Stampa della Santa Sede alla conferenza di presentazione dell'avvenimento insieme al pastore dell'arcidiocesi che lo ospiterà il cappuccino Charles Joseph Chaput. «Teologia della famiglia; spiritualità e santità coniugale; ecclesiologia e pastorale della famiglia; famiglia e rapporto con la cultura contemporanea; famiglia e migrazioni; famiglia ed ecumenismo: queste alcune delle piste e degli ambiti di un lavoro comune da portare avanti» ha spiegato monsignor Paglia al fine di «accompagnare nel loro cammino tutte le famiglie del mondo con una pastorale intelligente coraggiosa e piena di amore». Del resto l'incontro di Philadelphia si colloca in un «momento particolarmente importante per la vita della Chiesa» visto che Papa Francesco «ha voluto porre al centro dell'attenzione proprio il tema della famiglia». Lo testimoniano i due Sinodi dei vescovi quello straordinario in programma a ottobre e quello ordinario dell'anno seguente entrambi dedicati alla famiglia. E proprio alla vigilia di quest'ultimo appuntamento del 2015 si collocano le giornate di Philadelphia. Anzi ha fatto notare il presule «non si deve dimenticare che questo itinerario ecclesiale si inserisce anche in quel filone di analisi e di dibattito che l'Onu ha proposto in questo anno con l'indizione dell'anno della famiglia» per cui non va sottovalutato lo stretto legame tra l'appuntamento che si svolge in Pennsylvania «e i dibattiti che si stanno svolgendo nella sede centrale delle Nazioni unite a New York. È un invito a tutte le istituzioni religiose e civili a lavorare insieme per un futuro migliore della famiglia nel mondo». Infatti ha concluso il presidente del dicastero vaticano da essa dipende «il destino di una umanità pacifica e solidale. Il convergere nella famiglia aiuta tutti i popoli a sentirsi e a operare come un'unica famiglia».


Per la difesa e la protezione dei bambini Comunicato della Sala Stampa della Santa Sede. 05 febbraio 2014. Al termine della sua sessantacinquesima sessione il Comitato per i diritti del fanciullo ha pubblicato le sue osservazioni conclusive sugli esaminati rapporti della Santa Sede e di cinque Stati parte alla Convenzione sui diritti del fanciullo (Congo Germania Portogallo Federazione Russa e Yemen). Secondo le particolari procedure previste per le parti della Convenzione la Santa Sede prende atto delle osservazioni conclusive sui propri rapporti le quali saranno sottoposte a minuziosi studi ed esami per pieno rispetto della Convenzione nei differenti ambiti presentati dal Comitato secondo il diritto e la pratica internazionale come pure tenendo conto del pubblico dibattito interattivo con il Comitato svoltosi il 16 gennaio 2014. Alla Santa Sede rincresce tuttavia di vedere in alcuni punti delle osservazioni conclusive un tentativo di interferire nell'insegnamento della Chiesa cattolica sulla dignità della persona umana e nell'esercizio della libertà religiosa. La Santa Sede reitera il suo impegno a difesa e protezione dei diritti del fanciullo in linea con i principi promossi dalla Convenzione sui diritti del fanciullo e secondo i valori morali e religiosi offerti dalla dottrina cattolica.

Chiesa evangelica. attaccata in Kenya. 24 marzo 2014. Quattro persone sono state uccise e altre 17 sono state ferite ieri nell'attacco sferrato da uomini armati contro i fedeli raccolti in una chiesa evangelica di Likoni nei pressi di Mombasa nel sud-est del Kenya. Secondo quanto ha riferito il capo della polizia locale a un'emittente radiofonica gli autori dell'attacco sono riusciti a fuggire. Tra i primi interventi di condanna dell'accaduto c'è stato quello dei responsabili delle comunità musulmane della zona.

Cosa resta della lotta alla fame Tra scarsi investimenti e cambiamenti climatici. 26 marzo 2014. Londra 26. La lotta contro la fame rischia di tornare indietro di decenni a causa dei cambiamenti climatici e l'attuale sistema alimentare è del tutto inadeguato ad affrontare la sfida. Un bambino pakistano denutrito (Afp). L'allarme arriva da Oxfam (la confederazione di diciassette organizzazioni non governative attive in più di cento Paesi) proprio mentre in Giappone è in corso il vertice mondiale per discutere l'ultimo rapporto dell'Ipcc (Intergovernmental Panel on Climate Change) dal quale emerge che il riscaldamento globale avrà un impatto sulla disponibilità di cibo ben più grave del previsto. In un recente studio Oxfam ha "dato i voti" ai Governi per la loro azione nella lotta alla fame e al cambiamento climatico. Il quadro che emerge è impressionante: tutti i Governi del mondo risultano impreparati ad affrontare l'impatto dei cambiamenti climatici.

Per ricostruire. dopo il tifone Haiyan. Visita nelle Filippine del segretario del dicastero per i migranti. 25 marzo 2014. «Aiutare i marittimi colpiti dal tifone dialogando con la Chiesa locale con progetti sostenibili che tengano conto dell'equilibrio ecologico e della difesa dei diritti dei pescatori e che siano economicamente trasparenti».
È quanto ha raccomandato il vescovo Joseph Kalathiparambil segretario del Pontificio Consiglio per la pastorale dei migranti e degli itineranti spiegando lo scopo del viaggio che sta realizzando in questi giorni nelle Filippine accompagnato da padre Bruno Ciceri incaricato dell'apostolato del mare in seno allo stesso dicastero. Dopo il tifone Haiyan del 7 novembre scorso il Pontificio Consiglio ha istituto un fondo speciale per finanziare progetti a beneficio della gente di mare delle aree interessate. Il cardinale presidente Antonio Maria Vegliò ha riferito che «questa campagna ha suscitato una commossa reazione di solidarietà da parte dei centri Stella maris di tutto il mondo e di numerose persone e fino a questo momento ci ha permesso di raccogliere una cifra del tutto ragguardevole».

Barack Obama rassicura l'Ucraina.  Cancellato il vertice del g8 con la Russia a Soci [ questi Gmos GENDER sono andati a distruggere la flotta russa del mar nero attraverso un golpe e parlano di che cosa? voi siete tutti testimoni questo è il pretesto perché hanno deciso a tavolino di fare la terza guerra mondiale! ] 25 marzo 2014. Il presidente statunitense davanti alla «Ronda di notte» di Rembrandt (Ap) Le azioni della Russia in Ucraina e in Crimea «minano le fondamenta dell'architettura della sicurezza globale e mettono in pericolo la pace e la sicurezza in Europa. Ucraina e Stati Uniti ribadiscono che non riconosceranno l'illegale tentativo della Russia di annettere la Crimea che è una parte integrante dell'Ucraina. Gli Stati Uniti continueranno ad aiutare l'Ucraina ad affermare la sua sovranità e l'integrità territoriale». È quanto ribadiscono oggi in una nota congiunta i Governi di Washington e di Kiev a margine della seconda giornata di lavori del summit sulla sicurezza nucleare a L'Aja in Olanda. E sempre a L'Aja i leader del G7 ovvero Stati Uniti Germania Gran Bretagna Francia Giappone Italia e Canada oltre ai rappresentanti dell'Unione europea come protesta per le iniziative definite inaccettabili di Mosca hanno deciso ieri che non incontreranno più il presidente russo Vladimir Putin finché «non cambierà comportamento». La prossima riunione si terrà a Bruxelles a giugno a sette. Niente g8 di Soci quindi.

L'esercito invisibile. L'Ilo rilancia l'allarme sulla condizione giovanile nel mondo. 25 marzo 2014. Una manifestazione di senza lavoro ad Atene (Reuters) Un esercito invisibile che non ha uniforme e non combatte nessuna guerra. Ma che lotta per il proprio futuro anche se le prospettive sono poco rassicuranti. È l'esercito dei giovani senza lavoro come li definisce l'Ilo l'Organizzazione mondiale del lavoro rilanciando i numeri sull'emergenza disoccupazione giovanile. Nel 2013 erano circa 745 milioni i disoccupati al di sotto dei 25 anni nel mondo quasi un milione in più rispetto all'anno precedente. Il tasso di disoccupazione giovanile su scala mondiale ha così superato il 13 per cento quasi tre volte quello degli adulti. Tra loro ci sono soprattutto quei giovani che non lavorano non studiano e non sono impegnati in nessuna attività formativa. Sono i Neet (Not in Education Employment or Training).fino al 28 marzo in quattro città francesi la Nuit des témoins

Dove essere cristiani può costare anche la vita. PARIGI. Il patriarca di Alessandria dei Copti Ibrahim Isaac Sidrak l'arcivescovo di Bangui Dieudonné Nzapalainga l'arcivescovo di Mossul dei Caldei Amel Shamon Nona il prete maronita libanese Samer Nassif la religiosa siriana Raghida Al Khouri: sono le personalità invitate alla sesta edizione della
Nuit des témoins che si svolge dal 24 al 28 marzo a Strasburgo Bordeaux Marsiglia e Parigi. L'iniziativa organizzata da Aide à l'Eglise en Détresse ha lo scopo di rendere
omaggio attraverso la preghiera e la testimonianza a tutti i cristiani discriminati o addirittura uccisi a causa della loro fede. Si è cominciato la sera di lunedì 24 a Strasburgo nella chiesa di SaintPierre-le-Jeune dove a presiedere la «Notte dei testimoni» è stato chiamato il vescovo ausiliare Christian Kratz. È stata poi la volta di Bordeaux martedì 25 nella cattedrale di Saint-André con il cardinale arcivescovo Jean-Pierre Ricard. Si continua poi a Marsiglia mercoledì 26 nella basilica del Sacré-Coeur con l'arcivescovo Georges Pontier e infine a Parigi venerdì 28 dove nella cattedrale di Notre-Dame si terranno prima una messa e poi una veglia guidate dal cardinale arcivescovo André Vingt - Trois. «Minacciati più volte preghiamo Dio di proteggere le chiese e le persone ma forti della nostra fede in Gesù Cristo e certi del nostro
amore per l'Egitto non lasceremo mai la nostra terra» ha dichiarato di recente monsignor Sidrak. Nella Nuit des témoins racconterà anche delle sessanta chiese saccheggiate e delle rappresaglie contro i copti seguite alla caduta del presidente Morsi e delle difficoltà nei rapporti fra cristiani e musulmani «a causa di una certa ignoranza». Il patriarca 58 anni conosce bene le sfide che il suo Paese si trova di fronte

Dopo aver studiato filosofia e teologia al Seminario maggiore di Maadi prima di diventarne il rettore ha preso poi la guida dell'Ufficio catechetico di Sakakini e infine della
cattedrale copta cattolica del Cairo. Eletto patriarca di Alessandria dei Copti il 15 gennaio 2013 è considerato un moderato. Non crede a una vera e propria persecuzione contro i cristiani ma non tace «le migliaia di violenze quotidiane che subiscono i copti in quanto copti» dalla richiesta di un semplice documento alla selezione in caso di assunzione. Massacri saccheggi violenze: nella Repubblica Centroafricana è questo da più di un anno il tragico bollettino quotidiano. A parlarne è stato chiamato l'arcivescovo di Bangui molto conosciuto in Francia Paese nel quale ha studiato teologia e dal quale ha lanciato di recentemente appelli alla comunità internazionale. Nella Repubblica Centroafricana un'escalation di violenza «mai vista in tutta la mia vita» ha dichiarato monsignor Nzapalainga. Gruppi armati hanno profanato luoghi di culto cristiani e preso di mira le loro proprietà. «Non abbiamo capito perché» ha detto il presule che assieme al pastore protestante e all'imam di Bangui è fortemente impegnato nel dialogo ecumenico e interreligioso con l'obiettivo della pace e della riconciliazione. Rifiuta le accuse facili e gli amalgami ingannevoli. A Natale il suo messaggio rivolto ai cristiani di buona volontà li esortava a «prendere coscienza della parte di responsabilità di ciascuno in tutti i mali di cui soffre la nazione» al fine di «dare il meglio di voi stessi per rafforzare la speranza». Monsignor Nona arcivescovo di Mossul dei Caldei parlerà invece della situazione dei cristiani in Iraq. «Siamo vittime di fondamentalisti venuti dai Paesi vicini per combattere gli infedeli» ammonisce il giovane presule (46 anni) prima parroco ad Alqosh la città dove è nato e poi docente di teologia al Collegio
pontificio di Erbil. In dieci anni di conflitto la comunità cristiana in Iraq ha perso più della metà dei suoi membri e ha visto attaccate una settantina di chiese. Ma «bisogna restare» afferma perché «la fede cristiana non è una teoria astratta» perché «dà un senso a questa vita di persecuzione fornendo la forza necessaria per sopportarla». La risposta alla violenza è «l'amore essere ancora più uniti avere reale coscienza della propria fede». Alla «Notte dei testimoni» anche padre Samer Nassir e suor Raghida Al Khouri. Il primo nativo di Deir el-Qamar in Libano villaggio che mette a contatto cristiani e drusi si soffermerà sul calvario vissuto dai cristiani orientali ma anche sulla loro vitalità e speranza. La religiosa parlerà invece del suo Paese la Siria dove i cristiani ma anche i musulmani moderati si sentono «annichiliti abbandonati»

CRISTIANI PERSEGUITATI. 4 marzo 2014. Oggi ci sono cristiani condannati perché hanno una Bibbia. "La Croce è sempre nella strada cristiana". E' quanto affermato da Papa Francesco nella Messa di stamani a Casa Santa Marta. Il Papa ha incentrato la sua omelia sulle persecuzioni dei cristiani e ha avvertito che oggi ci sono più martiri che nei primi tempi della Chiesa. Quindi ha affermato che la vita cristiana non è "un vantaggio commerciale" ma "è semplicemente seguire Gesù". Gesù aveva appena finito di parlare sul pericolo delle ricchezze e Pietro gli domanda cosa riceveranno i discepoli che hanno lasciato tutto per seguirlo. Papa Francesco ha svolto la sua omelia muovendo da questo confronto narrato dal Vangelo odierno e subito ha sottolineato che Gesù "è generoso". In verità risponde il Signore "non c'è nessuno che abbia lasciato" la famiglia la casa i campi che "non riceva già ora in questo tempo cento volte tanto". Forse ha commentato il Papa Pietro pensa che "andare dietro Gesù" sia una "bella attività commerciale" perché ci fa guadagnare cento volte tanto. Ma Gesù aggiunge che accanto a questo guadagno ci saranno persecuzioni: "Come se dicesse: 'Sì voi avete lasciato tutto e riceverete qui in terra tante cose: ma con la persecuzione!'. Come un'insalata con l'olio della persecuzione: sempre! Questo è il guadagno del cristiano e questa è la strada di quello che vuole andare dietro a Gesù perché è la strada che ha fatto Lui: Lui è stato perseguitato! E' la strada dell'abbassamento. Quello che Paolo dice ai Filippesi: 'Si abbassò. Si è fatto uomo e si abbassò fino alla morte morte di croce'. Questo è propria la tonalità della vita cristiana". Così anche nelle Beatitudini ha proseguito il Papa quando Gesù dice: "Beati voi quando vi insulteranno quando sarete perseguitati a causa del mio nome" "è una delle Beatitudini la persecuzione". I discepoli ha rammentato "subito dopo la venuta dello Spirito Santo hanno cominciato a predicare e sono cominciate le persecuzioni: Pietro è andato in carcere" Stefano è stato ucciso e poi "tanti discepoli fino al giorno d'oggi". "La Croce – ha ammonito – è sempre nella strada cristiana!" "Noi – ha ribadito – avremo tanti fratelli tante sorelle tante madri tanti padri nella Chiesa nella comunità cristiana" ma "anche avremo la persecuzione":

"Perché il mondo non tollera la divinità di Cristo. Non tollera l'annuncio del Vangelo. Non tollera le Beatitudini. E così la persecuzione: con la parola le calunnie le cose che dicevano dei cristiani nei primi secoli le diffamazioni il carcere… Ma noi dimentichiamo facilmente. Ma pensiamo ai tanti cristiani 60 anni fa nei campi nelle prigioni dei nazisti dei comunisti: tanti! Per essere cristiani! Anche oggi… 'Ma oggi abbiamo più cultura e non ci sono queste cose'. Ci sono! E io vi dico che oggi ci sono più martiri che nei primi tempi della Chiesa." Tanti fratelli e sorelle ha proseguito "che danno testimonianza di Gesù offrono la testimonianza di Gesù e sono perseguitati". Cristiani ha constatato con amarezza che non possono neppure avere la Bibbia con sé: "Sono condannati perché hanno una Bibbia. Non possono fare il segno della croce. E questa è la strada di Gesù. Ma è una strada gioiosa perché mai il Signore ci prova più di quello che noi possiamo portare. La vita cristiana non è un vantaggio commerciale non è un fare carriera: è semplicemente seguire Gesù! Ma quando seguiamo Gesù succede questo. Pensiamo se noi abbiamo dentro di noi la voglia di essere coraggiosi nella testimonianza di Gesù. Anche pensiamo - ci farà bene - ai tanti fratelli e sorelle che oggi - oggi! - non possono pregare insieme perché sono perseguitati; non possono avere il libro del Vangelo o una Bibbia perché sono perseguitati". Pensiamo ha detto ancora a quei fratelli che "non possono andare a Messa perché è vietato". Quante volte ha affermato "viene un prete di nascosto fra di loro fanno finta di essere a tavola a prendere un tè e lì celebrano la Messa" "perché non li vedano". "Questo – ha avvertito il Papa - succede oggi". Pensiamo ha concluso se siamo disposti "a portare la Croce come Gesù? A portare persecuzioni per dare testimonianza di Gesù" come "fanno questi fratelli e sorelle che oggi sono umiliati e perseguitati"; "questo pensiero ci farà bene a tutti". Alessandro Gisotti - Radio Vaticana ©riproduzione riservata

CRISTIANI PERSEGUITATI. 13 febbraio 2014. Libertà religiosa. più a rischio Negli ultimi anni vi è stato un continuo aumento delle violazioni commesse sia da attori governativi che non governativi contro individui e gruppi sociali attuati sulla base della loro appartenenza religiosa o della loro fede. È questo il quadro tracciato dal Rapporto 2013 sulla situazione della libertà di religione o fede nel mondo un dossier preparato dal Gruppo di lavoro sul tema del Parlamento europeo guidato dagli europarlamentari olandesi Dennis de Jong e Peter Van Dalen. Si tratta di un gruppo creato sulla scorta della decisione del Consiglio Ue del 2013 di varare delle linee guida per la tutela del diritto alla libertà di religione nel mondo. Il rapporto è stato presentato ieri a Bruxelles nel corso di una conferenza cui hanno partecipato anche rappresentanti della Commissione Usa sulla libertà internazionale di religione e rappresentanti della Piattaforma europea sull'intolleranza e la discriminazione religiosa. Secondo il rapporto sono 25 i Paesi di «particolare preoccupazione» 15 dei quali sono segnalati addirittura come «gravi violatori» della libertà di religione e fede (Cina Egitto Eritrea India Iran Iraq Corea del Nord Libia Mali Nigeria Pakistan Arabia Saudita Siria Tunisia e Uzbekistan). Per i cristiani in particolare «la Corea del Nord rimane il Paese più difficile al mondo»: tra 50mila e 70mila cristiani sono detenuti in «spaventosi campi di prigionia». Anche in Eritrea che pure riconosce cattolicesimo e ortodossia come fedi ufficiali risultano detenuti tra i 2mila e i 3mila cristiani. Altro Paese che vive una situazione a dir poco drammatica è la Nigeria dove tra il novembre 2011 e l'ottobre 2012 si sono avuti ben 791 dei 1.201 assassinii di cristiani registrati in tutto il mondo. Accanto alla prigionia si sono registrate nel mondo altre gravi forme di violenze per motivi religiosi come ad esempio il divieto di cambiare religione che è tuttora in vigore in 39 Paesi. In questo tipo di violazione della libertà primeggia l'India al cui interno ci sono vari Stati federali in cui è espressamente vietato abbandonare l'induismo. Delicato anche il cambio di religione in vari Paesi islamici come la Giordania ma soprattutto l'Egitto. Quest'ultimo Paese è segnalato nel rapporto anche per il quasi costante rifiuto di concedere l'autorizzazione alla costruzione di nuove chiese ai cristiani copti mentre in Iran dal 2010 si contano ben 300 arresti tra musulmani convertitisi al cristianesimo. Un caso estremo per le persecuzioni religiose è l'Arabia Saudita che presenta delle pesanti discriminazione per i cittadini o i residenti non-musulmani. Sulla scorta di queste informazioni il Gruppo di lavoro ha fortemente raccomandato all'Unione europea di dare alla questione della libertà religiosa un ruolo cruciale nel stabilire rapporti e nello stringere negoziati con i Paesi terzi. Giovanni Maria Del Re ©riproduzione riservata

CRISTIANI PERSEGUITATI. 8 gennaio 2014. Fede alla prova. Cristiani persecuzioni in aumento nel 2013. Il numero dei cristiani perseguitati per la loro fede è in aumento. Anche nel 2013 le violenze e le discriminazioni nei loro confronti sono cresciute. Il dato emerge anche dall'"Indice mondiale delle persecuzioni 2014" uno studio che classifica i 50 Paesi più colpiti dall'intolleranza realizzato dall'associazione Portes ouvertes France una ong di sostegno ai cristiani perseguitati. Associazione apolitica fondata nel 1976 Portes Ouvertes France realizza questo rapporto dal 1997. Nel 2013 scrive l'ong c'è stato un aumento generalizzato delle persecuzioni: L'Africa in particolare la cintura del Sahel "è diventata un campo di battaglia per la Chiesa" e c'è stato una sorta di "inverno cristiano proprio nei Paesi che hanno vissuto la primavera araba". La Corea del Nord si conferma per la dodicesima volta consecutiva il Paese in cui per i cristiani vivere è più pericoloso e precario; al secondo posto la Somalia dove tribù e clan musulmani assicurano la morte "a quasi tutti i cristiani che incontrano". La situazione non migliora nei Paesi arabi. Siria ed Egitto innanzitutto: la Siria passata dal 11esimo al terzo posto detiene il triste primato dei numero di cristiani assassinati (più della Nigeria secondo notizie desunte dalla stampa); l'Egitto è il Paese dove i cristiani hanno subito più violenze. L'estremismo islamico si conferma il fattore più insidioso. L'aumento delle persecuzioni si nota particolarmente negli Stati falliti quelli cioè in cui il potere centrale stenta ad assumere pienamente il suo ruolo: oltre alla Somalia e alla Siria l'Iraq l'Afghanistan il Pakistan lo Yemen e ora anche la Repubblica Centrafricana.
Tra gli altri Paesi in cui i cristiani sono sotto pressione troviamo le Maldive l'Arabia Saudita l'Iran la Libia l'Uzbekistan il Qatar. ©riproduzione riservata

27 dicembre 2013. Libertà religiosa. Martirio via dei cristiani. EUROPA Nel nome del "laicismo" si contrasta ogni radice. «Accade» che i cristiani siano apertamente avversati «anche in Paesi e ambienti che sulla carta tutelano la libertà e i diritti umani ma dove di fatto i credenti e specialmente i cristiani incontrano limitazioni e discriminazioni». La nota del Papa ieri all'Angelus fa risuonare anche i numerosi episodi in Europa dove la negazione del cristianesimo come dimensione pubblica va dai Paesi nei quali sono banditi gli auguri di Natale come la Gran Bretagna a quelli dove la semplice esibizione durante un tg di una piccola croce attaccata a una catenina può costare il posto a una giornalista com'è accaduto poco più di un mese fa in Norvegia. I cristiani sono oggi osteggiati in Francia: qui la Chiesa sta ricordando al governo Hollande impegnato a legalizzare l'eutanasia dopo le nozze gay che «né la Repubblica né lo Stato né i medici sono proprietari della vita umana» come ha ammonito la vigilia di Natale l'arcivescovo di Lione cardinale Barbarin. Ma sono tempi difficili anche per i cristiani in Belgio dove sono gruppi di credenti ad animare l'opposizione al progetto di legge per estendere l'eutanasia ai bambini. Aperto dileggio affrontano i credenti spagnoli che sostengono il ripristino della legge sull'aborto ripulita dalle liberalizzazioni di Zapatero. Situazione analoga in Croazia dove la Chiesa ha guidato la grande – e contestata – iniziativa per la difesa della famiglia con la riforma referendaria della Costituzione. Francesco Ognibene

NIGERIA Il fondamentalismo del Nord innesca la caccia ai fedeli. Nell'Africa sub-sahariana la Nigeria centro-settentrionale rappresenta da tempo una delle regioni più pericolose per la comunità cristiana. Le violenze sono aumentate radicalmente con gli attacchi degli jihadisti di Boko Haram una setta formatasi nella città nord-orientale di Maiduguri che ha l'obiettivo di portare nel Paese una versione molto più estrema della sharia (la legge coranica). Negli ultimi quattro anni quelli che a volte sono definiti i «taleban nigeriani» hanno preso di mira soprattutto leader civili e luoghi di culto cristiani. I dati ufficiali parlano di almeno 3.600 morti dal 2009 in gran parte cristiani.
La maggior parte degli attentati di Boko Haram sono avvenuti nel nord della Nigeria a maggioranza islamica costringendo migliaia di cristiani a dirigersi verso sud. Lo Stato centrale del Plateau è però spesso teatro di scontri tra le comunità musulmana contro quella cristiana o tra i militanti e le autorità. I qaedisti hanno anche colpito più volte le chiese a Natale. Quest'anno dopo una serie di attacchi dell'esercito ai militanti il 24 dicembre nel nord-est del Paese e grazie all'innalzamento del livello di sicurezza in tutto il territorio non ci sono stati attentati. Matteo Fraschini Kofi

MEDIO ORIENTE La Terra Santa è l'epicentro di un lungo esodo forzato. Sono solo 154mila i cristiani che abitano oggi la Terra Santa dentro i confini di Israele. L'80% della minoranza cristiana sono arabi altri sono congiunti di ebrei a cui vanno aggiunti circa 30mila lavoratori stranieri e i cristiani palestinesi di Gerusalemme Est. Davvero un "piccolo gregge" nello Stato di Israele che conta circa 8milioni di abitanti (6milioni di ebrei e oltre un milione e mezzo di arabi). Nazaret è la città con più alto numero di cristiani seguita da Haifa e Gerusalemme: piccolissime comunità come agonizzanti e che da decenni ormai lottano contro il male endemico della fuga all'estero e della diaspora a causa di violenze e di un ambiente culturalmente ostile in tutto il Medio Oriente. Considerando i flussi migratori i cristiani in Israele aumentano ogni anno dello 09%. Un dato inferiore sia rispetto agli ebrei (+ 17%) che rispetto ai musulmani (+ 27%) e che in prospettiva rende ancora più esigua la presenza cristiana. La minoranza presenta un alto tasso di istruzione e percentuali di accesso all'università superiori a quelli nazionali. Un'istruzione che paradossalmente potrebbe incentivare l'emigrazione qualificata: il rischio infatti è che i luoghi santi si trasformino in futuro dei musei perfettamente conservati ma senza comunità vive. Una tentazione quella della fuga condivisa da decenni pure in Egitto dove risiede la minoranza copta come in Siria e Libano. Luca Geronico

IRAQ Ancora sangue a Baghdad la comunità cerca "nornalità". A Baghdad la violenza non ha risparmiato nemmeno il giorno di Natale. Nel pomeriggio due bombe sono esplose nella zona di Dura uccidendo 25 persone e ferendone 56. Una strage – l'ennesima –non rivendicata da alcun gruppo. Eppure data la vicinanza della chiesa di San Giovanni le autorità avevano pensato che si trattasse di un attacco settario contro la minoranza. Un'ipotesi smentita subito dopo da monsignor Shlemon Warduni vescovo ausiliare della capitale. L'agguato – ha precisato il pastore in un'intervista a "Radio Vaticana" – «non era diretto ai cristiani. Non dobbiamo mescolare le cose – ha aggiunto il pastore –: l'attentato è avvenuto nel giorno di Natale ma non perché è Natale. Secondo il ministero dell'Interno l'obiettivo dei terroristi era il mercato di Athorien particolarmente affollato a quell'ora del mattino. È stato un anno difficile per l'Iraq che ha assistito a una devastante ondata di violenza settaria. Le ultime stime delle Nazioni Unite parlano di oltre 8mila morti da gennaio una "cifra da 2006" quando dopo la caduta di Saddam Hussein la violenza confessionale esplose in tutta la sua ferocia. Ad acuire le violenze – un conflitto civile non dichiarato – le proteste contro il governo dello sciita Maliki accusato di favorire la sua comunità a discapito dei sunniti.

PAKISTAN Asia Bibi icona della blasfemia. E l'India colpisce anche i pastori. Un altro anno nero per i cristiani e le minoranze religiose del Pakistan. A partire da Asia Bibi che resta in carcere in attesa del giudizio d'appello a tre anni dalla condanna a morte per blasfemia. Su tutti il peso dei conflitti e della violenza endemica di un Paese di 180 milioni di abitanti che va affondando nei suoi contrasti etnici settari e di interessi contrapposti con un crescente impatto del terrorismo sia quello alimentato dai movimenti jihadisti come al-Qaeda sia quello taleban di matrice locale. Pesa però anche una legge (cosiddetta "anti-blasfemia") usata come un ariete per minare i diritti delle minoranza religiose o dell'islam non integralista. Una situazione che da tempo esporta violenza di pretesto religioso oltreconfine nell'immensa India dove a sua volta il radicalismo di matrice induista rivendica anche in politica un ruolo che confermi radicati privilegi. Proprio per la difesa degli ultimi nel tradizionale sistema di caste e gruppi emarginati (dalit) la Chiesa indiana subisce pressioni e ingiustizie. Come l'11 dicembre quando l'arcivescovo di Delhi monsignor Anil Couto è stato fermato con decine di sacerdoti suore e attivisti durante una marcia per chiedere al governo che confermi anche per i battezzati i benefici riconosciuti ai dalit di fede induista.
Stafano Vecchia